News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 3 ore 3 min fa

Scoperto traffico illecito di animali

3 ore 3 min fa
2019-11-18

CIVITA CASTELLANA - Sono stati i militari della stazione locale della Forestale insieme ai colleghi del Norm a scoprire un traffico illegale di animali.

I carabinieri, in particolare, in servizio sulla statale 311 hanno fermato un'autovettura per un normale controllo, quando si sono resi conto che nel bagagliaio c'era uno scatolone con all'interno 5 gattini a pelo lungo: 3 persiani di colore arancio, e 2 scottish fold grigi. Gli animali non avevano acqua né cibo.

L’autista del mezzo, un cittadino ucraino residente in Italia, non era in possesso della relativa documentazione sanitaria, quindi i cuccioli sono stati sottoposti a sequestro preventivo e affidati in custodia ad una struttura adeguata alla specie in provincia di Viterbo.

I veterinari, intervenuti su richiesta dei militari Forestali, hanno poi certificato lo stato di stress e maltrattamento, e l'ucraino è stato quindi segnalato all’autorità giudiziaria per violazione dell’Art. 544 Ter. C.P. per aver sottoposto a fatiche senza necessità comportando stress, oltre che per l’ art 4 della L. 201/2010 - traffico illecito di animali da compagnia.

Il traffico di cuccioli (sia cani sia gatti) è purtroppo assai diffuso nel nostro Paese e comporta tra l’altro sofferenze per gli animali, tanto che spesso oltre la metà dei piccoli muore entro poche settimane dal viaggio.

I carabinieri invitano quindi a diffidare di canali di acquisto che non siano sicuri, al fine di non concorrere ad alimentare un traffico illecito fonte di guadagno per le organizzazioni criminali e di sofferenza per i nostri piccoli amici.

 

Categorie: RSS Tuscia

Previsioni meteo per martedì 19 novembre

3 ore 3 min fa
2019-11-18

Viterbo

Instabilità diffuse nelle ore diurne con piogge sia nella mattinata sia poi al pomeriggio; fenomeni attesi anche in serata in generale esaurimento nella notte. Temperature comprese tra +9°C e +12°C.

Lazio

Tempo generalmente instabile nella giornata con piogge diffuse su tutto il territorio al mattino e al pomeriggio; fenomeni anche nella serata estesi su tutto il Lazio, localmente più abbondanti lungo la costa. Precipitazioni anche in nottata, più asciutto sul viterbese.

--

Maltempo diffuso al Nord nelle ore diurne con acquazzoni e temporali ma anche neve fino a bassa quota specie sul basso Piemonte: limite delle nevicate attorno a 900-1100 metri sull'arco alpino. Precipitazioni

sparse nelle ore serali ma in attenuazione.

Tempo instabile sulle regioni centrali ed in particolare su quelle tirreniche, dove non mancheranno acquazzoni e temporali sparsi fin dal mattino. Tempo più asciutto sul versante adriatico ma con cieli irregolarmente nuvolosi o nuvolosi.

Acquazzoni e temporali bagneranno il Sud Italia fin dal mattino ad iniziare dalle Isole Maggiori, con i fenomeni che si estenderanno anche ai settori Peninsulari dal pomeriggio. Non sono escluse forti precipitazioni specie su Sardegna, Sicilia e coste tirreniche. Temperature in aumento nei valori minimi, massime generalmente senza variazioni.

www.centrometeoitaliano.it

Categorie: RSS Tuscia

Maltempo, cade grosso albero in via Enrico Toti

3 ore 3 min fa
2019-11-18

CIVITA CASTELLANA - Da nord a sud della provincia la conta dei danni causati dal maltempo è davvero lunga. 

A Civita Castellana, una delle zone maggiormente colpite, ieri era stata chiusa al traffico via Enrico Toti, strada che conduce all'ufficio postale, a causa della caduta di un albero. Unica strada percorribile per raggiungere gli uffici via Fratelli Rosselli, visto che era stata sbarrata anche via San Gratiliano per via di lavori in corso.

Categorie: RSS Tuscia

Riqualificazione quartiere ex Gescal, Asia: Sindaco non mantiene promesse

3 ore 3 min fa
2019-11-18

TUSCANIA - Riceviamo e pubblichiamo.

''Questa storia comincia il 23 aprile scorso, quando l’associazione inquilini e abitanti, As.I.A. Usb Viterbo, parla con il sindaco Bartolacci, che era in quel momento quasi alla fine del suo mandato, in riferimento ai problemi del quartiere popolare ex Gescal. 

In quell’occasione, speriamo non solo in vista delle elezioni, ha proposto varie soluzioni e progetti: la pulizia della rete fognaria; il rifacimento di tutto il manto stradale del quartiere; l’eliminazione delle barriere architettoniche affinché sia consentita a tutti, residenti e non, la fruibilità del quartiere; l'assegnazione di numeri civici definitivi e ben visibili dalla strada, visti i problemi di ricezione della posta degli ultimi mesi; l'acquisto, a carico del comune, di cassette per la posta per tutti gli inquilini del quartiere.

La conferma come primo cittadino non si è trasformata in una concretizzazione delle promesse fatte. Anzi, in sei mesi, il sindaco Bartolacci non ha mai neanche risposto alle mail inviate dal sindacato. 

Arrivati a questo punto, sorge spontaneo chiedersi quali siano le intenzioni del primo cittadino. 

Le promesse, fatte prima delle elezioni comunali, erano soltanto parole portate via dal vento nella speranza di essere rieletto, o c’è veramente un interesse a migliorare le condizioni e la qualità di vita dei propri concittadini? 

As.I.A. Usb chiede pubblicamente al Comune quali siano le proprie intenzioni''. 

As.I.A. Usb Viterbo

Categorie: RSS Tuscia

Progetto Tais, i docenti di Orte volano in Austria

3 ore 3 min fa
2019-11-18

ORTE - Si è tenuto a Graz (Austria) dal 4 all’8 novembre un corso strutturato per i docenti dell’istituto omnicomprensivo di Orte nell’ambito del progetto Tais - Teaching Approaches in Innovative Spaces (Approcci all’insegnamento in spazi innovativi).

Il progetto è ideato all’interno dell’Azione chiave 1 del Programma Erasmus +, ed è dedicato alla mobilità degli staff scolastici per aggiornamento e training su tematiche specifiche e su quelle riguardanti le competenze informatiche.

L’istituto “Atempo” di Graz ha ospitato, oltre ai docenti della scuola italiana, anche gli staff scolastici provenienti dal Portogallo, dalla Lituania, da Cipro, dal Liechtenstein, dalla Finlandia, dalla Slovacchia e dalla Germania che si sono cimentati nell’uso delle nuove tecnologie informatiche collegate alla didattica quotidiana.

Le attività del progetto hanno permesso ad un gruppo di docenti e staff amministrativo dell’Istituto Omnicomprensivo di Orte di seguire un corso strutturato sulle tematiche di Tais e di aggiornamento delle competenze. In particolare, durante questi cinque giorni i docenti hanno preso parte ad un programma mirato e dettagliato, il quale è stato organizzato come segue: introduzione al corso e presentazioni fra docenti; apprendimento dell’utilizzo di google drive, un servizio alla memorizzazione e sincronizzazione online di documenti; introduzione al corso, organizzato dall’istituto Atempo, denominato “Digital Learning Cafe”- Scambio di idee e prospettive, soprattutto riguardanti le competenze informatiche; corso dedicato alle competenze legate al funzionamento degli android e dei tablet; utilizzo di “google classroom”; realizzazione di un video finale.

È importante che i docenti siano al passo con l’evoluzione tecnologica che sta interessando i giovani specialmente negli ultimi anni, in modo che siano in grado di collaborare con loro utilizzando lo stesso linguaggio.

“Questo progetto ha rafforzato e rafforzerà l’efficienza dell’istituto omnicomprensivo di Orte, che sarà in grado di presentare uno staff preparato e competente anche in ambito informatico: un ambito che può facilmente risultare astruso alla maggioranza degli adulti”, ha affermato la dirigente scolastica Fiorella Crocoli. “E' fondamentale anche che i docenti sappiano trovare gli strumenti adatti per comunicare in maniera efficace con i giovani, ed è giusto che questi sappiano adattarsi ad un mondo che lo richiede. Oltre al punto di vista strettamente legato alle tematiche di Tais, l’iniziativa ha rappresentato anche l’occasione per un confronto diretto fra docenti provenienti da diverse realtà scolastiche, offrendo loro una importantissima opportunità di aggiornamento in ambito internazionale, con il fine ultimo di portare a tutto l’Istituto un generale miglioramento nelle metodologie didattiche che renda la nostra scuola pienamente in linea con gli standard di qualità europei”.

Il prossimo appuntamento che vedrà il personale didattico dell’istituto omnicomprensivo di Orte impegnato nell’attività prevista dal programma KA1 e denominata “job shadowing”, è previsto per il prossimo anno, con data ancora da definirsi, in Danimarca. Il progetto Tais è curato dall’Agenzia ACe20 di Orte.

Categorie: RSS Tuscia

Italia Nostra Etruria mobilitata contro l'inceneritore

3 ore 3 min fa
2019-11-18

TARQUINIA - Cresce la mobilitazione sul territorio di Tarquinia contro il proposto impianto di incenerimento proposto dalla A2A in località Pian D’Organo- Pian Dei Cipressi a Tarquinia. Italia Nostra Etruria, promuove, in collaborazione con altre associazioni locali, una assemblea pubblica per il 22 novembre 2019 alle 17 nell’aula consiliare del Comune di Tarquinia. 

“Giungono con sinistra e sospetta sincronia dagli uffici della Regione Lazio – commenta Marzia Marzoli, presidente di Italia Nostra Etruria, degli inattesi ed incredibili aggiornamenti sulle procedure autorizzative di due diversi impianti di trattamento di rifiuti: uno per la costruzione di un mega inceneritore al confine meridionale del comune di Tarquinia con Civitavecchia e l’altro per l’ampliamento di un impianto di raccolta differenziata per il compostaggio anaerobico e la produzione di metano, cosiddetto biogas, in zona Olivastro lungo il corso del fiume Mignone. L'impianto a biogas è stato localizzato all’interno di zone agricole di pregio e l'inceneritore nelle immediate vicinanze di un territorio protetto da rigide norme di tutela comunitaria perché ricco di biodiversità e rari elementi florofaunistici protetti, non ultimo anche con importanti presenze archeologiche, segnalate dalle associazioni alla soprintendenza. 

Entrambi gli impianti, frutto di una concezione vecchia e nociva del trattamento dei rifiuti – commenta ancora Marzoli - sono ampiamente sovradimensionati per sopperire ad un reale bisogno locale, svelando invece la volontà di utilizzare i due impianti per rifiuti di altre città e regioni. Questi due ecomostri, insieme alla famigerata centrale a carbone di Enel andrebbero a costituire l’ennesima mortifera servitù per altri territori ed altre regioni in danno di una popolazione da anni provata - dati epidemiologici alla mano - da una altissima incidenza di patologie neoplastiche e respiratorie che da troppo tempo funestano la vita di numerosissime famiglie di questo territorio. 

I dati – sottolinea ancora l’esponente di Italia Nostra Etruria - fanno rabbrividire: per il proposto inceneritore si indicano 481.000 tonnellate di rifiuti speciali (dichiarati), che in realtà potrebbero arrivare a essere 540.000 tonnellate, 122.000 tonnellate/anno di ceneri pesanti e 40.000 tonnellate/anno ceneri leggere di risulta dalla combustione. Un traffico di 32.698 camion. Un camino di 70 metri che emetterà ulteriori tonnellate di emissioni inquinanti sulla già disastrata situazione ambientale e sanitaria del territorio”. 

All’assemblea pubblica intervengono: Giovanni Ghirga, medico Isde, Alessandro Giulivi, sindaco di Tarquinia. Modera Marzia Marzoli, presidente di Italia Nostra Etruria.

Categorie: RSS Tuscia

Una due giorni dedicata all'emergenza ambientale

3 ore 3 min fa
2019-11-18

VITERBO - In corrispondenza della settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2019, che si svolge nel nostro Paese dal 18 al 24 novembre con un tema di grande attualità ('Cambiamenti climatici e salute'), si terrà a Viterbo giovedì 21 e venerdì 22 novembre il convegno “L’ecoetica temi, problemi e prospettive. L’emergenza ambientale; habitat e conservazione del pianeta”.

Nato dalla collaborazione tra Club per l’Unesco Viterbo Tuscia, Società Filosofica Italiana – sezione di Viterbo “Pasquale Picone”, Biblioteca consorziale di Viterbo e liceo Classico Mariano Buratti, il convegno ha ricevuto il patrocinio della Fondazione Carivit, sempre attenta a sostenere fattivamente le iniziative culturali del territorio.

Il programma del convegno si svilupperà come segue.

Giovedì 21 novembre, presso la Biblioteca consorziale di Viterbo, viale Trento, ci sarà l'apertura dei lavori alle ore 15,30.

Venerdì 22 Novembre, presso l’Aula Magna del liceo Mariano Buratti, via Tommaso Carletti 8, la ripresa dei lavori alle ore 9.30. Previsti gli interventi dei professori Clara Vittori, dirigente scolastico del Mariano Buratti; e Massimo Bonelli, dirigente scolastico liceo Scientifico Paolo Ruffini.

La scelta del tema del convegno nasce dalla consapevolezza che la cultura filosofica odierna non può rinunciare a prendere in considerazione le sfide emergenti dall’ecologia integrale. Infatti, le trasformazioni realizzate con la Rivoluzione industriale e con il primato della tecnica mettono a repentaglio la sopravvivenza del pianeta, dando luogo al rischio della sopravvivenza dell’habitat per le generazioni future nonché per la conservazione della biodiversità. In tale situazione la filosofia non può ignorare i pericoli di autodistruzione che la nostra condotta sconsiderata sta producendo attraverso il progresso tecnologico. Pertanto, la filosofia stessa è chiamata ad un dialogo costruttivo con la cultura scientifica in vista di un intervento educativo dell’umanità diretto ad incrementare la presa di coscienza della situazione epocale, per dar luogo a comportamenti conservativi del nostro pianeta.

I convegni della Sfi sono riconosciuti dal Miur come aggiornamento per i docenti, pertanto al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione a chi ne farà richiesta

 

Categorie: RSS Tuscia

Centro studi Santa Rosa, venerdì la consegna di una borsa di studio

3 ore 3 min fa
2019-11-18

VITERBO - Si svolgerà venerdì prossimo (22 novembre) alle ore 16 la cerimonia di attribuzione della borsa di studio del Centro studi Santa Rosa da Viterbo onlus.

L'iniziativa è resa possibile grazie anche al contributo dell'Università della Tuscia, Comune di Viterbo, Fondazione Carivit, sodalizio dei facchini di Santa Rosa; e con il patrocinio di Provincia e Diocesi di Viterbo.

Alla cerimonia, che si svolgerà nella sala regia di Palazzo dei Priori, parteciperanno le autorità civili e religiose, mentre tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Il Centro studi conferirà adun progetto di ricerca una borsa di studio annuale dal titolo ''Un monastero, una città e un territorio''. 

Categorie: RSS Tuscia

''Christmas Village'', ecco le indicazioni su viabilità

3 ore 3 min fa
2019-11-18

SUTRI - La Prefettura, in una nota, comunica che dal 23 novembre al 6 gennaio 2020 avrà luogo, nel centro abitato di Sutri, la manifestazione natalizia denominata “Christmas Village”.

In occasione di tale evento, soprattutto durante le giornate festive e prefestive, sarà prevedibile una grande affluenza di pubblico, che arriverà nella località viterbese prevalentemente facendo uso di autoveicoli.

La cittadina di Sutri risulta essere attraversata dalla SS2 “Cassia”, lungo la direttrice Viterbo-Roma che, quotidianamente, è interessata da una notevole mole di traffico.

Pertanto, al fine di limitare i possibili disagi legati alla viabilità, si segnalano i seguenti percorsi consigliati. 

Da Roma per raggiungere Sutri: percorrere la SS2 “Cassia” fino nei pressi dell’abitato di Sutri e, al km.49+600, girare a destra imboccando la SP 82 “Via delle Cassie”, impegnandola per circa 1 km., sino a raggiungere i parcheggi predisposti per l’evento, ove sarà presente un servizio navetta di collegamento con la medesima cittadina. 

Da Sutri per far rientro verso Roma: percorrere la SP82 in direzione della SP1 “Cimina”, all’intersezione con quest’ultima svoltare a destra e percorrere la medesima tratta, dapprima sino all’incrocio con la SP149 “Nepesina” e, dopo circa 1 km., con l’innesto tra quest’ultima arteria e la SS2 “Cassia” (al km.41+700): a questo punto, proseguire dritti verso la Capitale, utilizzando l’arteria consolare. 

Da Viterbo per raggiungere Sutri: evitare di utilizzare la SS2 “Cassia”, ma prediligere la SP1 “Cimina”, potendo percorrere n.2 itinerari alternativi:una volta giunti presso Ronciglione, imboccare la SP83 “Via di Ronciglione” per raggiungere il parcheggio predisposto per l’evento, ubicato nei pressi del centro abitato, ove sarà presente un servizio navetta; il secondo percorso è superare l’abitato di Ronciglione, proseguendo sulla SP1 “Cimina” sino a giungere all’incrocio della stessa con la SP82 “Via delle Cassie”, quindi impegnarla per raggiungere i parcheggi posti a circa 1 km. dall’abitato. 

Da Sutri per far rientro verso Viterbo: percorrere a ritroso l’itinerario indicato al punto precedente.

Per gli arrivi da altre località della provincia poste a nord di Sutri: utilizzare l’itinerario consigliato per le provenienze da Viterbo (SP1 “Cimina” e SP82 “Via delle Cassie”). 

Collegamento diretto Viterbo-Roma: al fine di evitare il transito sulla SS2 “Cassia”, agli utenti, che hanno necessità di percorrere l’itinerario indicato (in una direzione di marcia e nell’altra, soprattutto durante le giornate festive e prefestive), si consiglia di utilizzare la SS675 “Umbro-Laziale” direzione Orte per poi percorrere l’autostrada “A1” (nel caso che l’esigenza fosse di recarsi nell’area di Roma Nord) oppure utilizzare la SS675 “Umbro-Laziale” direzione Civitavecchia, proseguire sulla SS1bis “Aurelia” per poi immettersi sull’autostrada “A12” (nel caso che l’esigenza fosse di recarsi nell’area di Roma Sud). 

Sarà cura dell’organizzazione dell’evento, implementare la cartellonistica stradale con le indicazioni relative ai percorsi consigliati ed ai parcheggi predisposti per la manifestazione. 

In merito ad indicazioni sulla viabilità, gli utenti possono chiedere informazioni alla sezione polizia stradale di Viterbo al numero 0761-29261, attivo h24.

 

Categorie: RSS Tuscia

La Cenerentola di Rossini approda a Bagnoregio

3 ore 3 min fa
2019-11-18

BAGNOREGIO - La Cenerentola di Rossini, riscritta e diretta da Gianni Abbate, dopo il successo riportato all’auditorium dell’Unitus di Viterbo, continua il suo tour e sbarca sabato 23 novembre ore 21,30 all’Auditorium Taborra di Bagnoregio.

E’ il primo appuntamento della stagione Teatrinmovimento 2019/20 del Teatro Null / Porti della Teverina che si articola su diversi Comuni. “Noi del Teatro Null siamo orgogliosi di poter dare il via a una nuova Stagione teatrale.” – ci dice il suo direttore artistico Gianni Abbate – “Questa stagione la si può definire ‘In direzione ostinata e contraria’! Perché pur essendo orfani della Regione Lazio che per questa stagione non ci sostiene economicamente, abbiamo deciso di andare avanti con le nostre forze, ringrazio i miei collaboratori che mi hanno seguito in questa avventura. La Cultura non chiude, rimaniamo aperti e con coraggio facciamo sentire la nostra voce! Grazie di cuore anche ai Comuni che ci sostengono e soprattutto al pubblico che ci seguirà. Una particolarità di questa Stagione è che allarghiamo l’orizzonte sull’Umbria, perché anche Alviano con il suo splendido Castello parteciperà alla Stagione, il primo appuntamento è fissato per 1 dicembre con “Storie di terra”.

E veniamo alla Cenerentola. Il genio musicale di Gioacchino Rossini” - ci dice il suo ideatore – “Ha trasformato Cenerentola in un successo clamoroso, riproposto ancora oggi dopo 200 anni nei teatri di tutto il mondo. Quella di Rossini presenta molte varianti rispetto alla fiaba di Perrault. L'opera rossiniana diviene l'occasione per raccontare la società dell'epoca e noi, indirettamente, con questa riscrittura vogliamo raccontare la nostra. In questa versione, non c’è una matrigna ma un patrigno, Don Magnifico, Barone di Montefiascone, assetato solo di potere, ricchezze e baccanali. La messa in scena, poiché l’opera si presta, ha momenti di estrema comicità e per dare ancor più risalto al grottesco e alla mancanza di sentimenti, le due sorellastre sono rappresentate sotto forma di muppets, fantocci.” In scena Gianni Abbate nei panni di un Rossini gourmet, appassionato e senza tempo, introduce all’opera e dà voce ad alcuni personaggi. Il soprano Mariella Spadavecchia interpreta Cenerentola con le giuste sfumature dal delicato all’energico, Ennio Cuccuini dà spessore a un Don Magnifico che per quanto incarni la grettezza, l’inganno e la corruzione, sa essere anche accattivante ed esilarante. Poi abbiamo le figlie di Don Magnifico, realizzate dal burattinaio Marco Lucci e animate dall’attrice Lorenza Colombi che riesce con maestria a sdoppiarsi, dando caratteri differenti alla due sorelle rendendole estremamente comiche. Al piano il maestro Matteo Biscetti che con piglio ed ironia passa con disinvoltura dal tocco delicato al vigoroso, la regia è di Gianni Abbate. Lo spettacolo è adatto a tutti, anche bambini. Da non perdere! Ingresso € 10,00 intero e € 8,00 ridotto. Info: 3471103270 – www.iportidellateverina.it

Categorie: RSS Tuscia

Carabinieri sventano furto in importante rivendita di prodotti ittici di Marta

3 ore 3 min fa
2019-11-18

MARTA - Nella notte appena trascorsa, nonostante il maltempo i ladri si sono messi all’ opera, ed avevano pensato di fare un colpo importante, tentando di rubare all’ interno di un capannone di stoccaggio di materiale alimentare ittico.

Appena giunti nella zona industriale di Marta, hanno adocchiato il capannone di una delle più importanti rivendite di prodotti ittici della provincia di Viterbo, ed hanno iniziato a forzare la porta, ma hanno fatto scattare l’ allarme che ha allertato il proprietario, il quale immediatamente ha avvisato la centrale operative della compagnia carabinieri di Montefiascone, che ha inviato la pattuglia della radiomobile di zona, che immediatamente ha raggiunto il capannone ed ha messo in fuga i ladri.

I carabinieri appena giunti sul posto hanno constatato il tentativo di forzare la saracinesca del sito per prelevare la refurtiva ed hanno trovato le tracce del mancato furto.

L’ intervento della pattuglia dei carabinieri, giunti appena allertati da proprietario, ha evitato evidentemente che i ladri coperti dalle condizioni meteo allarmanti portassero a termine il crimine, che in passato già era stato subito per danni di decine di migliaia di euro.

Categorie: RSS Tuscia

Sventato furto in importante rivendita prodotti ittici

6 ore 8 min fa
2019-11-18

MARTA - Nella notte appena trascorsa, nonostante il maltempo i ladri si sono messi all’ opera, ed avevano pensato di fare un colpo importante, tentando di rubare all’ interno di un capannone di stoccaggio di materiale alimentare ittico.

Appena giunti nella zona industriale di Marta, hanno adocchiato il capannone di una delle più importanti rivendite di prodotti ittici della provincia di Viterbo, ed hanno iniziato a forzare la porta, ma hanno fatto scattare l’ allarme che ha allertato il proprietario, il quale immediatamente ha avvisato la centrale operative della compagnia carabinieri di Montefiascone, che ha inviato la pattuglia della radiomobile di zona, che immediatamente ha raggiunto il capannone ed ha messo in fuga i ladri.

I carabinieri appena giunti sul posto hanno constatato il tentativo di forzare la saracinesca del sito per prelevare la refurtiva ed hanno trovato le tracce del mancato furto.

L’ intervento della pattuglia dei carabinieri, giunti appena allertati da proprietario, ha evitato evidentemente che i ladri coperti dalle condizioni meteo allarmanti portassero a termine il crimine, che in passato già era stato subito per danni di decine di migliaia di euro.

Categorie: RSS Tuscia

La Camera di Commercio promuove la seconda edizione di Tuscia Digital Week dal 25 al 29 Novembre

6 ore 8 min fa
2019-11-18

Viterbo - La Camera di Commercio Viterbo, nell’ambito della promozione dei servizi digitali, propone dal 25 al 29 novembre la seconda edizione della Tuscia Digital Week. In programma una serie di incontri, workshop e soluzioni digitali rivolti a imprese, professionisti, Pubblica Amministrazione e studenti. Ingresso libero.

 

I partecipanti agli eventi avranno la possibilità di ricevere il KIT Imprenditore digitale al prezzo scontato di 40 euro, contenente SPID-CNS-FIRMA DIGITALE attraverso il nuovissimo dispositivo wireless utilizzabile anche con smartphone.

 

Ingresso gratuito a tutti gli incontri che si svolgono presso la sede della Camera di Commercio Viterbo, in viale Fratelli Rosselli n. 4. Rilascio ai presenti dell'attestato di partecipazione.

 

Per confermare la partecipazione clicca qui o invia mail a: pid@vt.camcom.it

Per informazioni: PID – Punto Impresa Digitale Viterbo della Camera di Commercio Viterbo, Via Fratelli Rosselli n. 4 - Viterbo / Tel. 0761.234482 – 0761.234469 – 0761.234473 / mail: pid@vt.camcom.it - www.vt.camcom.it

 

PROGRAMMA

 

Lunedì 25 novembre

ore 9,00 - Laboratorio

TUSCIA DIGITAL LAB: SOLUZIONI DIGITALI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI DI OGGI E DI DOMANI

“Cybercrime e dintorni: le minacce per le aziende e le strategie difensive”

GIANLUCA BOCCACCI di FSecurity , digital mentor del PID Viterbo

'Cybersicurezza: le soluzioni per proteggere la propria azienda dagli attacchi informatici'

STEFANO DI BISCEGLIE e SILVIO MERLANI di Porsenna, digital mentor del PID Viterbo

'Campagne di advertising e lead generation'

GIULIANO FABBRI di Bytek Marketing, digital Innovation Hub di Cna Viterbo e Civitavecchia

“Eccellenze in Digitale: il Web e il mondo del Cibo”

DAVIDE DE LUCIS e MICHELA CASTELLANI, digital promoter del PID Viterbo

ore 15,00 - Tavola rotonda

LA SFIDA DELL’INNOVAZIONE DIGITALE PER LA TUSCIA

Interventi:

“Il sistema camerale e la sfida dell’innovazione digitale”

FRANCESCO MONZILLO, segretario generale della Camera di Commercio Viterbo

“La digitalizzazione delle imprese nella Tuscia”,

TIZIANA LAURETI, docente DEIM Università degli Studi della Tuscia

“Cultura digitale: cosa cambia per imprenditori, manager e professionisti”

ALESSIO MISURI, responsabile Innovazione Dintec - Unioncamere

“Digitale: il cambiamento che non ti aspetti”

ALESSANDRO LONGO, direttore della testata on line AgendaDigitale.eu

Modera: MASSIMILIANO CAPO, direttore artistico Medioera

 

In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne il Comitato per la Promozione dell'Imprenditoria femminile della Camera di Commercio Viterbo concederà gratuitamente il Kit Imprenditrice Digitale, contenente l'innovativo dispositivo di firma digitale wireless (disponibilità limitata: per informazioni tel. 0761.234427), lo SPID e il Cassetto digitale.

 

Martedì 26 novembre

Ore 9,00 - Laboratorio

TUSCIA DIGITAL LAB: SOLUZIONI DIGITALI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI DI OGGI E DI DOMANI

“Crea il tuo sito in Wordpress”

CLAUDIO FORTUGNO di Agenzia Propaganda, digital mentor del PID Viterbo

“Evoluzione digitale del business: di quali soluzioni software abbiamo veramente bisogno?”

LUCA ITRO di Itro Team, digital mentor del PID Viterbo

“Customer Experience: il Cliente come scintilla dell'innovazione”

CHIARA PETRARCA di Artmatica Partners, digital mentor del PID Viterbo

“Eccellenze in Digitale: il Digital Travel”

DAVIDE DE LUCIS e MICHELA CASTELLANI, digital promoter del PID Viterbo

ore 15,00 - Convegno

BANDA ULTRA LARGA E 5G: LE NUOVE INFRASTRUTTURE DIGITALI PER LE IMPRESE

Il progetto Ultranet e le opportunità di innovazione per la provincia di Viterbo

Saluti:

DOMENICO MERLANI, presidente Camera di Commercio Viterbo

Interventi:

“II progetto Ultranet e il ruolo del sistema camerale per lo sviluppo della Banda Ultra Larga”

LUCA ZANETTA, responsabile Area Ultrabroadband e 5G di Uniontrasporti

“L’implementazione della Banda Ultra Larga nellaTuscia”

CLELIO PERROZZI, Direzione Network & Operations Area Centro di Open fiber (in attesa di conferma)

“La tecnologia 5G: benefici e criticità per le imprese”

ARCANGELO LO IACONO, docente DEIM - Università degli Studi della Tuscia

“Il ruolo dei Comuni per lo sviluppo delle reti digitali”

MAURO SAVINI, referente ANCI infrastrutture digitali in banda larga e ultra larga

“Presentazione del bando Premio del Progetto Ultranet Bul Factor'

LUIGI PAGLIARO, pivot territoriale progetto Ultranet e digital coordinator Punto Impresa Digitale Viterbo

Modera: FRANCESCO MONZILLO, segretario generale Camera di Commercio Viterbo

Evento speciale organizzato nell'ambito del progetto Ultranet di Unioncamere e Ministero Sviluppo Economico con il contributo dei fondi FSC 2014-2020

 

Mercoledì 27 novembre

Ore 9,00 - Laboratorio

 

TUSCIA DIGITAL LAB: SOLUZIONI DIGITALI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI DI OGGI E DI DOMANI

“L'importanza delle campagne Google Ads per il marketing. Cenni sull'attività di inbound marketing”

 

STEFANO SERGI di Infosoft, digital mentor del PID Viterbo

 

“E-commerce: tra potenzialità, criticità e nuovi modelli di vendita. Aspetti di gestione e promozione”

 

NOEMI BIAGGIOLI di Infosoft, digital mentor del PID Viterbo

 

“Customer Experience: il Cliente come scintilla dell'innovazione”

 

CHIARA PETRARCA di ARTMATICA PARTNERS, digital mentor del PID Viterbo

 

'La verità è che la realtà è stata aumentata: la realtà aumentata come strumento di marketing'

 

LEONARDO TOSONI di Skylab Studio, Digital Innovation Hub di Cna Viterbo e Civitavecchia

ore 15,00 - Tavola rotonda

 

INNOVAZIONE DIGITALE: COSA CAMBIA PER ORIENTAMENTO, FORMAZIONE E OCCUPAZIONE

Interventi:

 

“L’orientamento nelle scuole, l’Alternanza Scuola-Lavoro e Crescere in Digitale”

 

FEDERICA GHITARRARI, dirigente Camera di Commercio Viterbo e referente Rete Tuscia Lavoro

 

“Skill e competenze digitali per l'occupazione”

 

RICCARDO SCQUIZZATO, responsabile scientifico AICA

 

“Come sta cambiando la formazione nell’era digitale”

 

CHIARA MORONI, docente DISUCOM, Università degli Studi della Tuscia

 

“La sfida dell’autoimprenditorialità per i professionisti del digitale”

 

GIULIO GARGIULLO, digital marketing manager

 

 

 

Modera: GIULIO CURTI, responsabile Spazio Attivo Viterbo - Lazio Innova Regione Lazio

 

Interverranno Associazioni di categoria, Associazioni sindacali, Ordini professionali, Dirigenti scolastici e referenti Alternanza Scuola-Lavoro

 

 

 

Giovedì 28 novembre

Ore 9,00 - Laboratorio

 

TUSCIA DIGITAL LAB: SOLUZIONI DIGITALI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI DI OGGI E DI DOMANI

'Facebook o Google ?... Domanda latente e consapevole'

 

MARCELLO MASCELLINI e PIERPAOLO VILLANO di Webnovo, digital mentor del PID Viterbo

 

“Elementi essenziali per la sicurezza informatica in una infrastruttura”

 

LUCA ITRO di Itro Team, digital mentor del PID Viterbo

 

“La Green Informatica”

 

STEFANO ROSSI di Mondo Informatica, digital mentor del PID Viterbo

 

'Search marketing e voice app'

GIULIANO FABBRI di Bytek Marketing, Digital Innovation Hub di Cna Viterbo e Civitavecchia

ore 15,00 - Convegno

 

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA: SERVIZI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE IN AMBITO NAZIONALE ED EUROPEO

Interventi:

 

'I servizi digitali della Camera di Commercio dedicati alle imprese'

 

FRANCESCO MONZILLO, segretario generale Camera di Commercio Viterbo e Conservatore del Registro Imprese

 

'La fatturazione elettronica in ambito europeo'

 

MARIO ALTAVILLA, responsabile Area Agenda Digitale e. Registro imprese di Unioncamere

 

'I progetti eIGOR ed EeISI e il ruolo della rete PEPPOL”

 

FABIO MASSIMI, Agenzia per l’Italia Digitale - AgID

 

“La fatturazione elettronica, situazione nazionale a pochi mesi dall’adozione obbligatoria”

 

ALESSANDRO GRAZIANO, dottore commercialista dell'Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Viterbo

 

'Il servizio di fatturazione elettronica della Camera di Commercio novità e implementazioni'

 

ROSANNA TEDESCHINI, consulente di Infocamere

 Modera LUIGI PAGLIARO, digital coordinator PID Viterbo

Evento speciale organizzato con la collaborazione di Unioncamere e cofinanziata dal programma CEF dell’Unione Europea. Con il patrocinio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Viterbo. Saranno rilasciati ai partecipanti 3 crediti formativi.

 

Venerdì 29 novembre

Ore 9,00 - Laboratorio

 

TUSCIA DIGITAL LAB: SOLUZIONI DIGITALI PER IMPRESE E PROFESSIONISTI DI OGGI E DI DOMANI

'Facebook o Google ?... Domanda latente e consapevole'

 

MARCELLO MASCELLINI e PIERPAOLO VILLANO di Webnovo, digital mentor del PID Viterbo

 

“Diritto alla privacy a un anno dal GDPR'

 

LUIGI TODARO, digital mentor del PID Viterbo

 

“La gestione integrata dell’azienda nell’era del 4.0”

 

ANGELO CHIAVARINO di Celleno Informatica, digital mentor del PID Viterbo

 

“Eccellenze in Digitale: il futuro del Retail”

 

DAVIDE DE LUCIS e MICHELA CASTELLANI, digital promoter del PID Viterbo

 

Ore 15,00 - Workshop

 

STRUMENTI GRATUITI ON LINE PER DIGITALIZZARE L’IMPRESA

Opportunità messe a disposizione dalla rete agli imprenditori e semplici da usare per diventare 'Eccellenze in digitale'

 

Interventi:

 

MICHELA CASTELLANI, digital promoter PID Camera di commercio Viterbo

 

DAVIDE DE LUCIS, digital promoter PID Camera di commercio Viterbo

Categorie: RSS Tuscia

Senza corrente in zona Borgherolo

6 ore 8 min fa
2019-11-18

VITERBO – Al freddo, al gelo e pure al buio. Non è l’incipit della graziosa melodia natalizia, ma la drammatica situazione che per un giorno e mezzo hanno vissuto le famiglie residenti in zona Borgherolo. 

A causa del maltempo, infatti, sabato sera era saltata la corrente e fino ad una manciata di minuti fa non era ancora tornata.

‘’Abbiamo fatto numerosi solleciti all’Enel’’, ha spiegato un residente. Ma per tutta la giornata di ieri e fino a stamattina alle 10,30 nessuno era intervenuto.

La situazione è stata di particolare difficoltà e disagio. ‘’Per scaldarci abbiamo acceso stufe e camini ma di sicuro non è stata una bella esperienza”, ha spiegato il signor A.T.. ‘’Io ho un bambino piccolo e siamo stati completamente isolati’’.

Anche le attività ne hanno risentito. ‘’L’agriturismo Il Marrugio è stato costretto a chiudere’’, ha spiegato A.T.. ‘’I contadini non hanno potuto mungere’’. Adesso, comunque, tutto sembra essere tornato alla normalità.

Confidiamo nella clemenza del tempo sia per i residenti di zona Borgherolo sia, più in generale, per tutta la provincia viterbese.

Categorie: RSS Tuscia

Tuscania a fasi alterne, Grottazzolina porta a casa i tre punti

6 ore 8 min fa
2019-11-18

TUSCANIA - Seconda sconfitta interna consecutiva per la Maury's Com Cavi Tuscania che opposta domenica sera alla capolista Videx Grottazzolina deve arrendersi alla maggiore esperienza e caratura tecnica degli avversari arrivati al PalaMalè con i favori del pronostico.

Partono subito forte i marchigiani con Tuscania che fatica a stare al passo e deve cedere 20/25 il primo parziale. Secondo set con i laziali più efficaci, l'ingresso del giovane Tognoni al centro rimette in discussione le certezzedei più esperti avversari. Il Tuscania gioca bene e si aggiudica il parziale 25/19. Tiratissimo il quarto set che Grottazzolina che si impone ai vantaggi 25/27. Nel quarto parziale Tuscania non sembra avere più le energie necessarie a tenere testa alla capolista che fa suo set e incontro 18/25.

Al fischio di inizio dei signori Mariano Gasparro e Luigi Pasciari, Paolo Tofoli schiera Leoni in regia con Polluaar opposto, centrali Ferraro e Ceccobello, De Paola e Rossatti di banda, Pace libero. Massimiliano Ortenzi risponde con Marchiani al palleggio, opposto Giannotti, Snippe e Vecchi di banda, centrali Romagnoli e Arienti, libero Romiti.

Primo set: Si parte punto a punto. Due errori di Polluaar dei nove metri e in attacco, la Videx prova subito l'allungo 5/8. Due ace consecutivi di Rossatti, parità 11/11. La Videx aumenta i ritmi con Tuscania che non sfrutta il contrattacco 11/15, Tofoli ferma il tempo. Al rientro, muro di Arienti su Rossatti, massimo vantaggio ospiti 11/16. Ceccobello chiude con un muro un'azione prolungata 12/16. Ancora muro di De Paola su Giannotti 14/17. Nella Videx fuori Gaspari per Di Bonaventura. Ospiti ancora a segno 16/21, secondo time-out chiesto da Tofoli. Al rientro, attacco vincente di Leoni, gli ospiti chiedono il video-check che conferma la decisione arbitrale 17/21. Al rientro, ace di Leoni con l'aiuto del nastro 18/21. Polluaar chiude un'azione prolungata, 19/21, Ortenzi richiama i suoi in panchina. Polluaar murato, set point Videx 19/24. Giannotti spara fuori dai nove metri 20/24. Ci pensa poi lo stesso Giannotti a mettere a terra il punto del 20/25.

Secondo set: Nel Tuscania Tognoni per Ceccobello. I padroni di casa cercano di sorprendere gli ospiti 5/1 con tre punti del nuovo entrato. La Videx ferma il tempo. Al rientro, Giannotti trova il mani fuori del muro 5/2. Attacco out di Snippe 7/3. Ace di De Paola 11/8. Gaspari mette a lato dai nove metri, Ortenzi chiede il video-check che gli dà ragione 12/12. Alla ripresa del gioco Rossatti trova il mani fuori del muro 13/12. Pipe di Rossatti 17/15. Muro di Leoni su Gaspari, Ortenzi ricorre al suo secondo time-out 19/16. Si rientra in campo con lo stesso Gaspari che manda fuori un primo tempo 21/16. Ace di De Paola per il 21/16. Attacco vincente di Giannotti, Tofoli chiede di vedere le immagini che danno ragione al primo arbitro 21/17. Ancora un mani fuori trovato da Rossatti 22/18. Muro di Tognoni su Snippe 23/18. Primo tempo di Tognoni per il 24/18. Nella Videx dentro Di Bonaventura per Gaspari. Ancora un mani fuori di Rossatti e Tuscania si aggiudica il parziale 25/19.

Terzo set: Si parte punto a punto. Nel Tuscania dentro Ceccoli per Tognoni 4/4. Rossatti spara fuori 6/8, Tofoli ferma il tempo. Attacco vincente di Vecchi, la Videx prova a scappare 7/10. Muro su Polluaar, Tofoli chiede il video-check che dà ragione agli arbitri 9/13. Pipe vincente di Rossatti, Grottazzolina chiede di vedere il video-check che dà ancora ragione agli arbitri 13/16. Tofoli cambia Ferraro con Buzzelli per il servizio. Nella Videx dentro Di Bonaventura per Arienti 14/18. Rossatti chiude uno scambio prolungato, Ortenzi chiama il time-out 17/18. Marchiani mette fuori dai nove metri. La Videx chiede il video-check che gli dà ragione 17/20. Muro di Tognoni su Vecchi 19/20. Ortenzi chiude il cambio 20/22. Muro a tre su Polluaar, Tofoli ferma il tempo 20/23. Tuscania alza il muro, dentro Ceccobello per Leoni. De Paola mette a terra il 22/23, Videx ferma il tempo. Pipe di Rossatti che annulla il primo set point. Tofoli chiude il cambio. Attacco vincente di Polluaar. Grottazzolina chiede di ricorrere al video-check che dà ragione agli arbitri 24/24. Dentro Minnoni per Vecchi. Primo tempo fuori misura di Tognoni, set Grottazzolina 25/27.

Quarto set: Tuscania prova subito a scappare 6/3. Attacco vincente di Snippe, Tofoli chiama il primo time-out del parziale 7/9. Nel Tuscania dentro Buzzelli per Polluaar. Giannotti spara a rete uno scambio prolungato 8/9. Attacco vincente di Vecchi, Tofoli ferma il tempo 9/14. Tofoli chiude il cambio 9/15. Muro su Snippe, Tuscania accenna la rimonta 15/19. Ortenzi ferma il tempo. Al rientro, ancora Snippe vincente 15/20. Mani fuori di Giannotti 15/21. Rossatti spara a rete dai nove metri, match-point Videx. L'ace di Snippe consegna i tre punti a Grottazzolina 18/25.

Maury's Com Cavi Tuscania - Videx Grottazzolina 1/3

20/25 – 25/19 – 25/27 – 18/25

Maury's Com Cavi Tuscania: Leoni 4, De Paola 9, Ceccobello 2, Polluaar 12, Rossatti 21, Ferraro 5, Ranalli (L), Buzzelli, Pace (L), Tognoni 8, Ceccoli, Sartori. All. Tofoli. Ass. Barbanti

Videx Grottazzolina: Romagnoli, Snippe 11, Vecchi 15, Giannotti 20, Arienti 8, Marchiani 3, Romiti (L1), Minnoni, Di Bonaventura, Starace. Capriotti (L2), Viciedo, Gaspari 4, Pulcini. All. Ortenzi. Ass. Minnoni

Categorie: RSS Tuscia

''La musica nel cinema'', rassegna al via

6 ore 8 min fa
2019-11-18

VITERBO - La musica ha certamente un ruolo fondamentale nel cinema, tanto che i più grandi musicisti da sempre si cimentano nella creazione di colonne sonore che hanno scritto pagine importanti della storia del cinema. La musica nel cinema è a volte anche attrice protagonista in pellicole dove si raccontano le storie di grandi musicisti. 

Questo il tema della rassegna cinematografica “La Musica nel Cinema” che si terrà al Museo della Ceramica della Tuscia nel mese di novembre 2019. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Tuscia in Jazz e Comunità Montana dei Cimini, con il contributo della Regione Lazio, rientra in una programmazione più ampia che, coinvolge le scuole e i luoghi di interesse storico e culturale dei Comuni di Ronciglione, Caprarola, Capranica, Canepina, Carbognano e Oriolo Romano. 

Il primo appuntamento è per sabato 23 novembre 2019, alle ore 17.00, con la proiezione del film WHIPLASH di Damien Chazelle e interpretato da Miles Teller e da J. K. Simmons (2014). Il film che ha ottenuto 5 candidature e vinto 3 Premi Oscar e un premio ai Golden Globes, narra la storia di Andrew Neiman e del suo sogno di diventare uno dei migliori batteristi jazz della sua generazione. 

Il secondo appuntamento si terrà sabato 30 novembre, alle ore 17.00, con la proiezione del film AMATA IMMORTALE di Bernard Rose. Basato sulla vita del compositore e pianista tedesco Ludwig van Beethoven (1994). Straordinaria la colonna sonora costituita prevalentemente da brani del compositore e eseguita, in generale, dalla London Symphony Orchestra. 

Le proiezioni sono con ingresso libero, fino ad esaurimento posti. Al termine seguirà un breve dibattito sul tema trattato. 

Questi i contatti per informazioni e prenotazioni: Museo della Ceramica della Tuscia, via Cavour, 67 – Viterbo; mail museoceramicatuscia@fondazionecarivit.it; telefono 0761 346136.

Categorie: RSS Tuscia

Immigrazione in Europa, focus a Viterbo

6 ore 8 min fa
2019-11-18

VITERBO - In una sala gremita al Gran Caffè Schenardi per l’organizzazione del portavoce provinciale di Fratelli d’Italia Massimo Giampieri si è potuto assistere ad un’interessante conferenza sul dibattuto problema della immigrazione in Europa.

Ha moderato Jean Pierre Scarpelli responsabile dipartimento immigrazione di FdI di Viterbo la prolusione storica proposta da Fabio Marco Fabbri recentemente incaricato dal Centro Puskin in Russia e docente di storia in Italia, quindi il commento di Arturo Diaconale direttore de “L’Opinione” per poi concludere con Magdi Cristiano Allam recente autore di un libro “Stop Islam” (MCA Comunicazioni) definito un vangelo del nostro tempo.

Fabbri, partendo dalla storica vittoria del 11.9.1683 quando a Vienna fu sterminata l’armata turca, ha dimostrato come l’islam abbia oggi cambiato atteggiamento di conquista dell’Europa: dalle armi alla pacifica invasione mediante l’immigrazione selvaggia. Sempre Fabbri ha riferito che sia Saddam che Gheddafi furono personaggi che introdussero nei loro paesi culture laiche occidentali fondate in particolare sulla libertà di religione, ma che poi vennero eliminati forse con un disegno “preciso” e mirato.

Arturo Diaconale, rifacendosi al pensiero di Benedetto Croce ha sottolineato che il cristianesimo, anche per i non credenti, è il legante della cultura europea e della civiltà occidentale. Negare il cristianesimo, che ha traghettato nei secoli la cultura greca e romana, rappresenta un’abdicazione alla moderna civiltà fondata sulle leggi civili.

Sempre per Diaconale, le proposte di Papa Bergoglio sono deleterie perché propongono un mondialismo multiculturale indigesto e pericoloso.

Allam, ricordandoci che il suo arrivo in Italia nel 1972 fu in virtù di un volo Alitalia dall’Egitto con regolare passaporto e visto e che all’epoca non esisteva il concetto di immigrato, ma solo di persone che decidevano trasferirsi in un altro paese per motivi di studio e lavoro. L’immigrazione italiana in America, per es., fu di intere famiglie e si trasferivano per lavoro, mentre l’immigrazione attuale dal continente africano di soli giovani islamici, ha il fondato sospetto di una “pacifica” invasione e ciò lo dimostra l’indottrinamento islamico praticato dopo gli arrivi in Europa.

Ha sottolineato sempre Allam che quanti collaborano all’indisciplinata immigrazione dall’Africa all’Europa stanno compiendo un vero misfatto perché sarà sempre questo continente sarà vieppiù impoverito e facile preda dei cinesi che ne hanno da tempo iniziato l’”acquisto”. L’Africa, ha ricordato Allam, a parte il territorio desertico ha grandi possibilità in agricoltura che fanno gola alla finanza internazionale.

Ha concluso l’assessore al Comune di Viterbo Laura Allegrini con un appassionato intervento ricordando che la cultura occidentale europea va difesa ad ogni costo. L’Europa fu in passato difesa con ogni mezzo. Ecco perché oggi siamo un popolo libero, moderno e laico.

Stefano Marini Balestra

Categorie: RSS Tuscia

''Agraria in affanno o amministratori inefficienti?''

6 ore 8 min fa
2019-11-18

TARQUINIA - Riceviamo e pubblichiamo:

''Agraria in affanno o amministratori inefficienti?

Questo è quello che si domandano i cittadini di Tarquinia.

Qualcosa nella macchina amministrativa dell’Ente Agraria si è inceppato. Fanno riflettere, infatti, i numeri delle carenze politiche portate avanti da quest'Amministrazione a due anni di distanza dal loro insediamento, carenze che aumentano con la mancata approvazione dei conti consuntivi - 2017 e 2018 – entro i termini previsti dalla legge. Come mai? Forse non sono stati inviati in tempo i documenti contabili relativi ai rendiconti di gestione che vanno dal 2017 ad oggi?

Il Movimento Civico per Tarquinia chiede i dovuti chiarimenti sul perché di questa grave mancanza.

A tutt’oggi, il mancato rispetto degli obblighi normativi in materia e i dati confermano una situazione economica più grave di quella degli anni passati.

Le lagnanze, inutili a questo punto, riescono a dirci tutto e niente, non sono più comprensibili giustificazioni generiche.

Sta di fatto che gli attuali Amministratori ancora a fine 2019, non hanno approvato gli schemi di bilancio dal 2017 commettendo un'enorme violazione.

Scusate la franchezza, ma cosa prevede la normativa?

Il decreto legislativo n. 267 del 2000, applicato all’Ente Agraria per affinità, stabilisce che in caso di mancata approvazione del rendiconto di gestione entro il 30 aprile dell’anno successivo, si debbano applicare le procedure contenute nello stesso. Vale a dire: se la Giunta non ha predisposto lo schema di bilancio nei termini previsti dalla legge, la Regione Lazio deve nominare un proprio Commissario Straordinario affinché lo predisponga d’ufficio per sottoporlo al Consiglio. Se il Consiglio non approva lo schema, la Regione Lazio deve, allora, concedere un nuovo termine di 20 giorni, trascorso il quale nomina un Commissario Straordinario che si sostituisce all’Amministrazione attualmente inadempiente iniziando così di fatto la procedura di scioglimento del Consiglio stesso.

Lo stesso Commissario garantirà la gestione ordinaria dell’Ente fino all’insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione.

A seguito dell’esercizio della funzione svolta dal Commissario Straordinario regionale, con decreto del Presidente della Regione Lazio si procederà all'indizione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio del suddetto Ente Agrario. In merito a ciò si fa notare un'altra grave mancanza da parte di quest'Amministrazione che, seppur entrata in vigore la legge n. 168 del 2017 in materia di domini collettivi, come mai non ha ancora fatto nessun passo in avanti per adeguarsi a questa nuova normativa?

La nostra interrogazione è incentrata soprattutto sulla disciplina sanzionatoria prevista nei confronti dell’Ente per il quale è stata registrata la mancata approvazione dei bilanci di previsione, dei rendiconti e il mancato invio di tali documenti – se di questo si tratta. Quando viene meno l’approvazione di bilancio e di rendiconto, per forza di cose deve essere chiamato in causa lo Stato, nello specifico la Regione Lazio, in quanto organo di vigilanza.

In conclusione, visto che da ben due anni i consuntivi non sono approvati nei termini di legge, visto che le leggi da qualche tempo oramai in vigore non vengono applicate ma si continua a far finta di nulla, la domanda sorge spontanea, si tratta “di una questione di natura organizzativa o politica”?

Un Ente ben organizzato deve rispettare i termini e le leggi e ciò, sia nel credito della collettività poiché gestore dei suoi beni e sia, ma soprattutto, nel riguardo di quei dipendenti che dovranno pur sapere che fine faranno loro e questo storico Ente!

Unitamente a questa riprovevole situazione vogliamo rammentare che, tre mesi orsono demmo notizia della dichiarazione di fallimento della società Maretour con conseguente perdita di sessanta posti di lavoro, nonché dell'impedimento a più di seimila turisti di poter frequentare il campeggio in località Spinicci. In tale località quest'estate erano stati istallati, su commissione dell'Amministrazione Comunale, dei parcheggi a pagamento nella pineta dell'Università Agraria.

Che fine hanno fatto gli incassi sugli stalli a pagamento ubicati sulla pineta dell'Ente?

Sono stati consegnati all'Ente per risanare i propri debiti?

Per concludere informiamo i nostri concittadini che, come già detto, sono proprietari indistintamente dei beni collettivi mal-gestiti dall'Università Agraria, che il Presidente ha ufficialmente chiesto all'Ente Agrario (di fatto a se stesso) la dilazione del canone annuo del terreno avuto in concessione dall'Università Agraria e che, come lui, sembrerebbe aver fatto suo fratello. La cosa anomala sembrerebbe essere dovuta alla mancata formalità (delibera, pubblicazione, e così via) di tale agevolazione verso tutti gli utenti dell'Ente. Oltre a ciò sembrerebbe che tali canoni di locazione sarebbero da destinare a ripianare il debito dell'Università Agraria verso l'Agenzia delle Entrate. Distrazione di fondi?

Sono passati due anni dall’insediamento del centrodestra all'Amministrazione dell'Università Agraria di Tarquinia, a guida centrodestra, Amministrazione che non è riuscita a 'cavare un ragno dal buco', anzi, al contrario, sembra averlo ricacciato molto più in fondo.

Sosteniamo, ad oggi, cara Amministrazione, che non resta che una sola decisione da prendere, DARE LE DIMISSIONI!''

#il Movimento Civico per Tarquinia

Categorie: RSS Tuscia

Diego Foresti: ''Partita senza guardalinee: è una cosa grave''

6 ore 8 min fa
2019-11-18

di Francesca Cuccuini

VITERBO - La partita con la Cavese porta con sè qualche polemica. Un goal, dubbio, firmato da Andrea Russotto decide un match dai tratti indefiniti. Una partita giocata per 40 minuti senza assistenti ufficiali crea non poche polemiche. Nel secondo tempo un guardalinee rimane infortunato e l'arbitro ripara, come da regolamento, con l'inserimento degli assistenti di parte. E poco dopo la rete delle polemiche.

Il direttore generale Diego Foresti, in conferenza, ha difeso i propri colori con parole chiare e decide: ''Non sono qui per parlare della prestazione della squadra: secondo me era da pareggio. Penso che la cosa più grave sia questa: siamo nel 2020 quasi e ancora ci ritroviamo a finire la partita senza guardalinee. Dal momento dell’infortunio non si è più giocato a calcio: non ci si è più capito nulla. Ci avevano cambiato tre arbitri in 24 ore tra legamenti e febbre: l’assistente non stava bene sin dall’inizio. Non si può gestire così la situazione degli arbitri. Nel nostro girone ci sono società che spendono anche 10 milioni di euro: la gente mette i soldi. Io non ho mai perso un’assemblea di Lega, ma sono questi gli argomenti di cui si deve parlare se vogliamo apportare cambiamenti positivi. Sono queste le regole da sistemare: in altri campi avrebbero fatto annullare il goal''.

Rammaricato, invece, Antonio Calabro. Per lui era la prima partita stagionale sulla panchina della Viterbese. Su un campo pesante, i suoi ragazzi, avrebbero meritato il pareggio: ‘’Non è andata bene. Siamo lontani anni luce da quello che io vorrei da questa squadra. La prima partita serve per analizzare e fare delle riflessioni per capire dove bisogna incidere per migliorare: c’è molta strada da fare. Non mi preoccupa il lavoro perché sono qui per questo. Mi preoccupa il tempo. Da quando sono arrivato abbiamo fatto una sola cosa e questo non va bene. Io a questa squadra, comunque, non posso dire nulla a livello di volontà’’.

Categorie: RSS Tuscia

Incentivazione del risparmio idrico con il rinnovo dei sanitari

6 ore 8 min fa
2019-11-18

Riceviamo e pubblichiamo il testo dell'emendamento alla legge di bilancio, presentato dal senatore Eugenio Comincini (Pd) finalizzato ad introdurre la sostituzione dei vasi tra gli incentivi fiscali che beneficiano del bonus fiscale.

''È essenziale che sia completato il quadro di riferimento per l'efficientamento del patrimonio edilizio esistente considerando anche l'efficienza idrica degli edifici.

BASE GIURIDICA

Questo completamento è già previsto dalla disciplina primaria, infatti l'articolo 15 del DL 4 giugno 2013, n. 63, prevede la definizione di 'incentivi selettivi' per 'promuovere l'incremento dell'efficienza idrica' degli edifici. La norma, nelle more della sua attuazione, rinvia all’art. 14 del medesimo decreto che disciplina più in generale le detrazioni per i soli interventi di efficienza energetica. L’emendamento, pertanto, mira a garantire la piena coerenza delle disposizioni, estendendo l’attuale regime di ecobonus anche agli interventi per il risparmio idrico.

MOTIVAZIONI

L’attuale misura dell’ecobonus promuove il rinnovo del nostro patrimonio edilizio premiando l’aumento dell’efficienza energetica degli edifici, ma ignora il loro consumo idrico dovuto ai consumi di acqua per usi sanitari.

Il nostro Paese è periodicamente colpito da emergenze idriche (l'ultima nell'estate 2017) che impongono di considerare responsabilmente specifici interventi finalizzati al risparmio strutturale di questa risorsa vitale e all'incremento dell'efficienza nel suo utilizzo.

Un cittadino italiano consuma in media 250 litri di acqua al giorno. Ai consumi idrici sono peraltro associati ingenti consumi energetici legati a captazione, trattamento, adduzione, sollevamenti, allentamento, depurazione. Il 30% di questo consumo è relativo all’uso di vasi sanitari, il restante è condizionato dalla rubinetteria utilizzata. Pertanto questo consumo può essere ridotto in modo stabile agendo sulle caratteristiche fisiche delle attrezzature sanitarie installate negli edifici.

I vasi sanitari esistenti sono stati installati in gran parte da molti anni (ad esempio solo il 51% dei vasi è stato posato dopo il 1990, il 17% risale addirittura a prima del 1970) e presentano bassi livelli di efficienza. I nuovi prodotti sono invece pensati per minimizzare l'impiego di acqua (ad esempio i vasi di nuova produzione operano con scarichi ridotti pari o inferiori a 6 litri contro i 15 litri dei prodotti ante 1960).

Il rinnovo del parco installato assicura pertanto un incremento rilevante e strutturale dell'efficienza idrica degli edifici e del loro consumo energetico indiretto.

Si potrebbe introdurre una misura che incentivi il risparmio idrico degli edifici mediante il rinnovo degli apparecchi sanitari installati; questo obiettivo è già previsto dalla disciplina primaria (DL 4/6/2013, n. 63) ma finora non attuato''.

 

 

Categorie: RSS Tuscia