News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 40 min 22 sec fa

Il tracciato Verde è stato bocciato

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

TARQUINIA – Corte Suprema della Unione Europea ha bloccato il tracciato Verde. L’ex Sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola sostiene che è necessario nominare un commissario libero dalle vecchie proposte progettuali.

“Quando ho appreso la notizia della nomina del commissario per la costruzione della trasversale 675 – commenta - sono rimasto veramente basito dato che la scelta è ricaduta sulla progettista del così conteso e contestato tracciato Verde.

Credo sarebbe stato opportuno, questa volta, nominare un Commissario “super partes”, un tecnico che non avesse partecipato alla stesura e alla progettazione del tracciato verde, e che non avesse fatto parte di coloro che hanno presentato ricorso contro tale tracciato. Inoltre, nonostante nutra verso tale Persona, stima professionale – dichiara Mazzola - ricordo scarsa capacità di confrontarsi e di dialogare positivamente con l’Ente Locale, le Associazioni di categoria e con gli imprenditori locali, con coloro, cioè, che vivono, conoscono e lavorano il Territorio.

Più volte ho sostenuto, infatti, che sia stata la mancanza di una dialettica chiara e di confronto dei Tecnici e della politica provinciale e regionale la motivazione principale del ritardo nella costruzione della indispensabile trasversale. Un'infrastruttura determinante per lo sviluppo dell’economia del nostro territorio e del nostro litorale, del turismo, del porto di Civitavecchia. Un’ opera che in tanti vogliamo vedere realizzata.

Oggi dopo la sentenza della Corte Suprema della Unione Europea – continua l’ex Sindaco - che di fatto ha bocciato il tracciato Verde, sarebbe stato opportuno nominare un Commissario, un tecnico libero dalle precedenti proposte progettuali, poi contestate ed oggetto di ricorso. Spero vivamente di sbagliarmi. Spero che il Commissario nominato rivaluti serenamente e senza condizionamenti politici locali le varie soluzioni prospettate ed esistenti, ascoltando in primis il Territorio, così da accelerare veramente la costruzione della trasversale.

Già cinque anni fa sostenni – afferma Mazzola - che perseverando sull’idea progettuale del tracciato verde, si sarebbe sicuramente incappati in tantissimi ricorsi da parte di imprenditori locali e associazioni ambientaliste in difesa del territorio. Non fui ascoltato e il risultato è sotto gli occhi di tutti: quello che avevo previsto si è avverato e si è rimasti bloccati per cinque lunghi anni. Oggi si continuerà sulla stessa linea?

Mi auguro che, questa volta – conclude - i rappresentanti politici del territorio, le associazioni di categoria e dei lavoratori facciano una attenta valutazione dei danni e dei benefici, in termini tecnici, economici ed anche dei tempi di realizzazione. Continuare a non ascoltare il Territorio e perseverare sempre sul tracciato verde, porterà altri ricorsi e altri ritardi. Bisogna evitarli, agirarli, non fare muro contro muro. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.”

Categorie: RSS Tuscia

I ritardi sul vaccino sono inaccettabili

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

VITERBO - Maria Laura Calcagnini, presidente di Anap Confartigianato Viterbo, lancia l’allarme sul rischio che la vaccinazione della popolazione più anziana resti ferma al palo perché la multinazionale americana non fornirà in tempo all’Italia le dosi del farmaco ordinate.

“Gli anziani e i soggetti fragili – dichiara Calcagnini - sono stati i più colpiti dal Covid-19 in questo anno di pandemia. Ora i ritardi della campagna vaccinale, a causa delle mancate consegne da parte della Pfizer, sono inaccettabili perché, in attesa che termini la seconda e arrivi la prevista terza ondata di contagi, mettono ancora più a rischio la vita di migliaia di cittadini ultraottantenni”.

“Nel bollettino quotidiano dei decessi per Covid-19 il numero di anziani morti è purtroppo sempre altissimo - continua - e invece di cominciare a dare il via alla campagna vaccinale per gli over 80, ora le dosi rimaste giustamente dovranno venire utilizzate per i richiami a chi ha avuto la prima dose. Ma agli anziani chi ci pensa? Il ministero della Salute e le Regioni facciano uno sforzo, anche se questo potrà comportare una spesa aggiuntiva rispetto a quella prevista, per reperire sul mercato altri vaccini validati in alternativa a quello Pfizer. La battaglia al coronavirus – conclude - va accelerata ad ogni costo, non frenata per i ritardi di una casa farmaceutica”.

Categorie: RSS Tuscia

Rischio temporali e allerta gialla per vento

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

VITERBO – Dalla mattina di 22 gennaio e per le successive 24 ore si prevedono rovesci di forte intensità e temporali. Allerta gialla per vento.

'Il Centro Funzionale Regionale rende noto che il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso oggi l’avviso di condizioni meteorologiche avverse con indicazione che dal primo mattino di domani, venerdì 22 gennaio 2021, e per le successive 24 ore si prevedono sul Lazio precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Venti da forti a burrasca dai quadranti meridionali, con raffica fino a burrasca forte, con mareggiate lungo le coste esposte. Il Centro Funzionale Regionale ha effettuato la valutazione dei Livelli di Allerta/Criticità e pertanto inoltrato un bollettino con allerta gialla per criticità idrogeologica e allerta gialla per vento su tutte le zone di allerta del Lazio; allerta gialla per criticità idraulica su Appennino di Rieti, Aniene e Bacino del Liri.

La Sala Operativa Permanente della Regione Lazio ha diramato l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza. Si ricorda, infine, che per ogni emergenza la popolazione potrà fare riferimento alle strutture comunali di Protezione civile alle quali la Sala Operativa Regionale garantirà costante supporto'.

Categorie: RSS Tuscia

Vaccini: priorità ai docenti

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

ROMA - Continuano le esternazioni da parte delle più alte cariche dell’Istruzione italiana sulla necessità di vaccinare il personale scolastico il prima possibile. Dopo l’appello lanciato alcuni giorni fa dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che ha chiesto di procedere “speditamente con la vaccinazione degli operatori sanitari e degli anziani, per arrivare subito alla scuola, partendo dal personale fragile e da chi ha una età più avanzata', è stata la volta della vice-ministra dell’Istruzione Anna Ascani (Pd): “Noi abbiamo chiesto che dopo le categorie più fragili, sia data priorità ai docenti che assicurano il diritto allo studio. La loro salute è fondamentale”, ha dichiarato oggi.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “il ritorno a scuola degli studenti delle superiori per svolgere lezioni in presenza è un ulteriore motivo per accelerare i tempi sulla vaccinazione del personale, che ovviamente va posta su base volontaria. Assieme all’ambito all’ambiente sanitario, quello della scuola è il luogo dove si concentrano nove milioni di cittadini. Allo stesso tempo, diventa prioritario perseguire uno screening periodico scuola per scuola, con tamponi rapidi a cui far sottoporre gli studenti, a partire da quelli delle superiori perché più a rischio contagio per via degli spostamenti anche sui mezzi pubblici. Come sarebbe fondamentale attuare un tracciamento permanente della situazione. Qualora questo non dovesse profilarsi, in presenza di un numero di nuovi contagi ancora elevato e permanendo rischi per la salute, non dimentichiamo che oggi gli istituti scolastici e chi vi opera può contare su una didattica a distanza regolamentata, con regole chiare e certe, che non ha nulla a che vedere con quella del lockdown del 2020”.

Vaccinare in breve tempo docenti, personale Ata e dirigenti scolastici: a sostenerlo non sono solo i diretti interessati, ma anche al ministero dell’Istruzione e al Governo. “Noi – ha spiegato la vice-ministra Anna Ascani - abbiamo fatto un lavoro importantissimo con prefetti e ministero dei trasporti per garantire la sicurezza. La situazione dopo Natale è profondamente cambiata sia per quanto riguarda i trasporti che per quanto riguarda gli scaglionamenti degli orari. Rispetto all’autunno c’è stato un cambiamento evidente”.

Guardando all’iter che si sta seguendo, dopo la prima fase di immunizzazione per il personale medico, il piano di vaccinazione avanza e in alcuni territori, come Lazio e Valle D’Aosta, sono cominciate le somministrazioni agli anziani over 80. Dopo gli over 80, così come ha sottolineato Arcuri e segnala il Sole 24 Ore, sarà la volta degli insegnanti, gli operatori del trasporto, le forze dell’ordine, i detenuti: i tempi per la convocazione di queste categorie, però, non sembrano ristretti, soprattutto dopo la riduzioni sostanziosa di dosi disposta dalla casa produttrice Pfizer.

Marcello Pacifico, presidente del giovane sindacato Anief, ritiene che “l’attuale situazione di confusione, con ogni Regione che procede per fatti propri, non fa bene al sistema scolastico. Servirebbero monitoraggi specifici per ogni istituto, mirati ai singoli contesti e non ai territori regionali. L’uniformità, per docenti, personale Ata e dirigenti scolastici, deve riguardare invece proprio i vaccini per difendersi dal coronavirus. Con precedenza ai 300mila lavoratori della scuola con oltre 55 anni di età. E ancora prima a tutti quelli cosiddetti ‘fragili’”.

Categorie: RSS Tuscia

Circomare vince il bando per l’integrazione sociale a Orte

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

ORTE – E’ stato assegnato a Orte uno dei progetti vincitori del bando finanziato dalla Regione Lazio con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, mirato all’inclusione sociale.

Ad aggiudicarsi il finanziamento l’associazione di volontariato Circomare. Da anni essa opera sul territorio sia come compagnia teatrale sia nell’ambito del Terzo settore, sostenendosi in gran parte con donazioni e liberalità. Sono i giovani, in particolare quelli che vivono in una situazione di particolare disagio, i destinatari dell’ambizioso progetto, finalizzato alla prospettiva di offrire pari opportunità, a livello formativo, anche ai ragazzi che, appartenendo a famiglie con disagio, non avrebbero la possibilità di “crescere”, nelle arti e nelle discipline come i loro coetanei.

Circomare ha inteso offrire a tutti le stesse opportunità e, proprio con questa finalità ha strutturato il progetto che poi è stato premiato. Orte, per la sua particolare posizione geografica che permette rapidi collegamenti con Roma, è un comune con un’alta densità di pendolari, molti dei quali extracomunitari con difficoltà di ordine economico costretti a subire fenomeni di ghettizzazione.

Per superare queste divisioni sociali ed integrare il più possibile le diverse generazioni, Circomare ha stipulato una convenzione con il Comune finalizzata ad erogare borse di studio di 480 euro con le quali i ragazzi potranno seguire un corso di arte performativa ( danza, musica, teatro, ginnastica e arti marziali ).

Il bando sarà disponibile sul sito del Comune a partire dal mese di fabbraio. Per assegnare le cinquanta borse di studio messe a disposizione sarà stilata una graduatoria di merito (in ordine di ISEE dal più basso in poi ) fino ad esaurimento fondi. Trascorsi sette mesi, a settembre 2021, si concluderà il percorso con una festa dell'inclusione in cui tutte le scuole coinvolte presenteranno i loro saggi finali: sarà un’ulteriore occasione per grandi e piccoli per ritrovarsi e confrontarsi sulle stesse esperienze.

Categorie: RSS Tuscia

Sinergia tra U.S Viterbese e Cintest/Unitus

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

VITERBO – In data odierna, 21 gennaio 2021, è stato siglato un accordo quadro di collaborazione tra CINTEST-“Centro Interuniversitario per l’innovazione Tecnologica e lo Sviluppo del Territorio” dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, l’U.S. Viterbese 1908 S.r.l. e Netlog S.r.l.s. per sviluppare congiuntamente, attività di ricerca, didattica e trasferimento tecnologico. L’intesa prevede che CINTEST/UNITUS e U.S. Viterbese favoriranno iniziative di collaborazione nei settori dell’Ingegneria Industriale e dell’Informatica con particolare interesse per i sistemi di tracciabilità del materiale sportivo.

“Un accordo di collaborazione fra un centro di ricerca universitario e un club calcistico è qualcosa di innovativo – ha spiegato l’Ing. Marco Arturo Romano. – Il tutto parte dal fatto che la U.S. Viterbese e Netlog hanno avviato un progetto di ricerca e sviluppo, “TECHNICAL MATERIAL ANALYSIS”, che prevede l’utilizzo di nuovi e più performanti algoritmi, in grado di tracciare in maniera univoca il materiale tecnico del club. In questo contesto stiamo implementando un progetto di ricerca e sviluppo che ha per oggetto la tracciabilità del nostro merchandising attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain, un progetto unico nel mondo del calcio”.

“Ringrazio la U.S. Viterbese che ha pensato di attivare questa collaborazione. Il CINTEST si occupa di ricerca e sviluppo di azioni ad elevato contenuto di innovazione tecnologica – ha commentato il Prof. Giuseppe Calabrò, Presidente del Corso di Laurea in Ingegneria Industriale e Direttore del Centro di Ricerche CINTEST. – Ha inoltre maturato una significativa esperienza tramite i suoi gruppi di ricerca coinvolti nell’utilizzo dell’intelligenza artificiale in diversi ambiti come la fusione nucleare, l’energia, la mobilità elettrica e la biomedica. Per quanto concerne la collaborazione con la U.S. Viterbese sarà centrata su progetti di studio e formazione nel campo della Blockchain ma spero che questa sinergia possa crescere anche in altri ambiti”.

A conclusione le parole di Giuseppe Di Genova, amministratore unico di Netlog, start-up innovativa che avrà un ruolo importante all’interno di questo progetto: “Per comprendere il concetto di Blockchain, che letteralmente significa catena di blocchi, bisogna immaginare un grande registro digitale in cui le voci sono raggruppate in blocchi concatenati in ordine cronologico. Si tratta di un’enorme banca dati condivisa a cui si possono aggiungere man mano nuovi blocchi e a cui tutti possono accedere, ma non è modificabile e la sua sicurezza è garantita da crittografia. Nel nostro caso tale tecnologia sarà determinante per certificare l’autenticità del merchandising e contrastare efficacemente il mercato dei falsi che danneggia pesantemente i club calcistici”.

Categorie: RSS Tuscia

Civita sinonimo di resilienza

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

BAGNOREGIO – “La decisione del Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco di presentare “Il paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio” come candidatura italiana all’esame del Comitato del Patrimonio Mondiale nel 2022, deve essere salutata con soddisfazione e orgoglio da tutta la comunità della Tuscia” dichiara Luciano Dottarelli, presidente del Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia.

“Nella motivazione della candidatura sono espressi in modo incisivo i caratteri che fanno di Civita – afferma Dottarelli - nello stesso tempo, un unicum ma anche un esempio, con respiro di universalità, della «interazione umana con un ambiente ostile costantemente minacciato da forze naturali. Un sito in cui l’ingegnosità umana sfida un territorio che per secoli, e ancora oggi, è caratterizzato da fenomeni erosivi che ne hanno delineato l’iconicità e influenzato gli aspetti sociali, culturali, urbani e architettonici. L’eccezionale resilienza della comunità, che cerca di mitigare fenomeni irreversibili ininterrotti da secoli, contribuisce in modo sostanziale a rendere Civita di Bagnoregio un paesaggio culturale di straordinaria rilevanza».

Il Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia ha molto apprezzato e subito sottoscritto - continua - condividendone fino in fondo le motivazioni, l’iniziale appello per salvare Civita, promosso dall’allora sindaco di Bagnoregio Francesco Bigiotti e dal presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, e sostenuto da un lungo e prestigioso elenco di firmatari.

Come associazione che si ispira agli ideali e ai princìpi di azione dell’UNESCO - sostiene il Presidente - riteniamo fondamentale l’impegno per promuovere a livello locale la conoscenza, la tutela e l’efficace fruizione del patrimonio culturale e siamo convinti che gli strumenti messi a disposizione dall’UNESCO possano fornire un notevole sostegno alle politiche di salvaguardia e di valorizzazione e con esse alle opportunità di crescita civile ed economica dei territori di riferimento.

Per questo - chiarisce Dottarelli - abbiamo sostenuto negli anni passati il progetto di Geoparco della Tuscia, la candidatura del lago di Bolsena come Riserva della Biosfera in base al Programma MAB (Man and Biosphere) ed abbiamo salutato come risultati molto importanti prima l’inserimento nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanitàdelle “Feste delle grandi macchine a spalla” (tra cui il Trasporto della Macchina di Santa Rosa di Viterbo) nel 2013, e poi il riconoscimento del sito transnazionale “Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d’Europa” (tra cui il Monte Cimino di Viterbo e il Monte Raschio di Oriolo Romano) nel 2017.

Tra le motivazioni che ci hanno spinto nel 2012 alla costituzione del Club per l’UNESCO Viterbo Tuscia - spiega il Presidente del Club - c’era anche la constatazione che una terra di grande qualità archeologica, artistica e paesaggistica come la nostra era presente nelle Liste dei patrimoni dell’umanità, sembrava quasi incredibile, con un unico sito, per di più in condivisione con la provincia di Roma: le necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia.

Siamo consapevoli che gli strumenti messi a disposizione dall’UNESCO costituiscono un suggello di valore universale al patrimonio culturale (materiale o immateriale) che una comunità sente come fondante della propria identità ma pensiamo anche che la visibilità che il “brand” UNESCO consente, lungi dal comportare ricadute automatiche dal punto di vista ambientale, turistico ed economico, deve accrescere il senso di responsabilità e stimolare un impegno coerente dei decisori pubblici e di tutta la comunità.

L’auspicio è dunque – conclude - che la candidatura italiana del “Paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio” venga accolta positivamente dal Comitato del Patrimonio Mondiale e che si giunga presto al suo inserimento nell’elenco dei siti italiani patrimonio mondiale. Un tale meritatissimo riconoscimento costituirebbe un ulteriore impulso alle politiche imperniate sul turismo ambientale e culturale, che i territori della Teverina e del Lago di Bolsena hanno ormai individuato come le più rispondenti alle proprie vocazioni.”

Categorie: RSS Tuscia

Camilli: 'bene nomina commissari, ora aprire cantieri'

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

ROMA - 'Apprendiamo con molta soddisfazione - dichiara Angelo Camilli, Presidente di Unindustria - che finalmente il Governo ha nominato i commissari per le grandi opere. È certamente una notizia molto significativa che aspettavamo da tempo”.

“Ora bisogna immediatamente passare dalle nomine ai fatti concreti - continua il presidente - e cioè aprire in tempi rapidissimi i cantieri. Quelle individuate sono tutte opere infrastrutturali fondamentali, che aspettavamo da anni, per la competitività e la crescita della Capitale e della regione: il completamento della linea C della metropolitana, la chiusura dopo anni di richieste dell’anello ferroviario di Roma, la ferrovia Roma- Pescara, la Cisterna – Valmontone, la messa in sicurezza e l’ammodernamento della Salaria, il completamento della Orte Civitavecchia consentiranno finalmente al territorio di essere maggiormente attrattivo.

Gli oltre 10 miliardi previsti - dichiara Camilli - possono portare ad una ricaduta molto significativa a livello occupazionale capace di immettere nuova energia nel motore della nostra economia. Se riusciremo con velocità ed efficienza ad aprire immediatamente i cantieri, con queste infrastrutture avremo nei prossimi anni una crescita importante del Pil, del tutto inaspettata fino a pochi mesi fa, con effetti davvero positivi su cittadini e imprese'.

Categorie: RSS Tuscia

L’importanza della candidatura di Civita di Bagnoregio

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

BAGNOREGIO – Pietro Nocchi, presidente della Provincia di Viterbo, afferma che la candidatura di Civita di Bagnoregio è un’importante occasione di valorizzazione e visibilità per la città e per tutto il territorio

“La Provincia di Viterbo – dichiara Nocchi - esprime soddisfazione per il risultato emerso dall’approvazione del consiglio direttivo della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, che ha nominato Civita di Bagnoregio candidata italiana da presentare all’esame del comitato del patrimonio mondiale nel 2022.

È un onore che una porzione così unica e particolare del territorio del viterbese sia candidata a diventare patrimonio dell’umanità. Una grande opportunità di visibilità – afferma il presidente - non solo per Civita di Bagnoregio ma per tutti i meravigliosi e caratteristici borghi del nostro territorio, che con orgoglio festeggiano questa importante nomina. Un risultato che restituisce valore al lavoro fatto in sinergia tra le istituzioni coinvolte e i cittadini, per identificare e far apprezzare al mondo intero le caratteristiche di un paesaggio unico nel suo genere.

In questo la vicinanza della Regione Lazio e dei nostri rappresentati locali nella valorizzazione del patrimonio del nostro territorio, è un elemento di supporto fondamentale per proseguire con un modello di sviluppo costruito su arte e bellezza. Ora – conclude Nocchi - si apre un percorso verso la realizzazione di questo sogno per Civita di Bagnoregio. Una vittoria che tutto il territorio viterbese è pronto a festeggiare.”

Categorie: RSS Tuscia

Turni per ritirare la pensione

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

ROMA – Poste Italiane comunica che, in provincia di Viterbo, le pensioni del mese di febbraio verranno accreditate a partire da lunedì 25 gennaio per i clienti che hanno scelto l’accredito su Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta o Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution, inoltre, potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.

In funzione dell’importante diffusione del virus Covid-19, l’Azienda ricorda l’esigenza di agire con responsabilità nel rispetto delle indicazioni delle autorità.

In tal senso, la volontà di continuare a garantire un servizio essenziale per la vita del nostro Paese, coniugata con la necessità di tutelare la salute di clienti e dipendenti, impone l’adozione di provvedimenti rispondenti alle disposizioni normative attualmente in vigore.

Pertanto, coloro che non possono evitare di ritirare la pensione in contanti in un Ufficio Postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal seguente calendario che potrà variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento:

I cognomi dalla A alla B lunedì 25 gennaio

- dalla C alla D martedì 26 gennaio

- dalla E alla K mercoledì 27 gennaio

- dalla L alla O giovedì 28 gennaio

- dalla P alla R venerdì 29 gennaio

- dalla S alla Z sabato mattina 30 gennaio.

Poste Italiane ricorda che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Categorie: RSS Tuscia

E’ giunta l’ora di completare l’Orte-Civitavecchia

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

VITERBO – Il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni spera che il completamento dell’arteria Orte – Civitavecchia avvenga il prima possibile

'Era il 12 gennaio - afferma Battistoni - quando come Forza Italia denunciavamo i ritardi incredibili del governo sulla partenza delle opere infrastrutturali strategiche per l'Italia. Tra queste opere c'era anche il completamento della Orte-Civitavecchia, arteria fondamentale per lo sviluppo commerciale e turistico della nostra provincia.

La notizia della nomina del commissario sembra essere finalmente arrivata – dichiara il senatore - anche se molto tardiva rispetto alle previsioni di inizio legislatura. Ci siamo lasciati del tempo alle spalle che non riusciremo più a recuperare, ed abbiamo perso competitività negli anni passati.

L'auspicio è che ora tutto si svolga con la massima celerità e che il governo nomini una cabina di regia nazionale che sia in grado di affrontare la burocrazia che la realizzazione di questa opera troverà di fronte.  Forza Italia - conclude - seguirà questo iter con la massima attenzione in ogni sua fase.'

Categorie: RSS Tuscia

La scuola Nicolini festeggia i 30 anni

Gio, 21/01/2021 - 21:23
2021-01-21

CAPRANICA - Quest’anno la Scuola secondaria Galileo Nicolini di Capranica festeggia il trentennale dall’attivazione dell’indirizzo musicale e lo fa, nonostante le difficoltà legate al periodo di pandemia, con nuovi successi.

Spicca l’ammissione al liceo musicale Farnesina di Roma di un’alunna di flauto che è risultata prima tra gli aspiranti, mentre un altro alunno di pianoforte ha optato per il Santa Rosa di Viterbo, dove già diversi alunni capranichesi, a conferma delle solide basi e motivazioni acquisite, stanno proseguendo la loro formazione. In questi anni ormai generazioni di studenti si sono avvicendate e tanti alunni hanno avuto la possibilità di conoscere uno strumento musicale il cui studio, unico forse fra tutte le discipline, unisce in sé matematica, linguaggio, arte, e- da non sottovalutare- sana socialità.

È tempo di bilanci: dai concorsi vinti individualmente o in ensemble, alle eccellenze sbocciate tra i banchi delle medie (ora giovani pianisti professionisti) ai prossimi laureandi in Conservatorio nei corsi di flauto traverso, violino e clarinetto, con l’obiettivo di trasformare la loro passione in lavoro. Ma ciò che inorgoglisce principalmente i docenti di strumento è il contribuire alla diffusione della pratica strumentale, l’essere veicolo di un impareggiabile stimolo alla creatività, confronto e socializzazione in un’età delicata come quella dello sviluppo. Lo studio della bellezza attraverso i suoni e la condivisione tra ragazzi di questa esperienza musicale hanno arricchito tante generazioni nella città di Capranica grazie alla preziosa offerta formativa dell’Istituto Comprensivo Nicolini. Coltivare la sensibilità e curiosità anche attraverso la conoscenza della nobile arte della musica è una base fondante nell’educazione scolastica.

Un apprezzamento particolare va alla Dirigente Scolastica Maria Luisa Iaquinta che, grazie ad una proficua collaborazione con l’amministrazione comunale di Capranica, ha sostenuto voluto ed ottenuto due nuovi spazi/laboratori dove svolgere le attività musicali; e questo, promette la dirigente, è solo l’inizio.

Categorie: RSS Tuscia

Manutenzione verde pubblico

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

VITERBO - Gestione e manutenzione del verde pubblico del territorio comunale, al via una serie di interventi previsti dai nuovi appalti. Gli interventi riguardano la potatura degli alberi, l'abbattimento di piante ritenute pericolose, la pulizia dei bordi stradali, cura delle aiuole, delle aree verdi delle rotatorie, la manutenzione dei parchi pubblici, la rimozione di rami caduti, il taglio delle erbe infestanti, passando dalla realizzazione di palestre all'aperto e interventi all'interno di Pratogiardino.

'Come avevo anticipato - ha sottolineato il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena - il 2021 sarà dedicato principalmente alla cura del verde e delle alberature, con un investimento complessivo di circa 2 milioni, oltre l'intervento di circa 600mila euro per la riqualificazione e le asfaltature di piazzale Gramsci. Manterremo alta l'attenzione – continua il Sindaco - sulla gestione del verde pubblico dell'intero territorio comunale, sugli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, per garantire ai viterbesi una città migliore, nel pieno rispetto dell'ambiente, del decoro urbano e di tutti coloro che usufruiscono dei nostri spazi verdi'.

A entrare nel dettaglio degli interventi già realizzati o che presto lo saranno è l'assessore al verde pubblico Enrico Maria Contardo. 'Alcuni lavori sono già partiti, altri inizieranno nei prossimi giorni. A portare avanti gli interventi – spiega l’assessore - saranno le diverse aziende che si sono aggiudicate gli appalti.

Lo scorso venerdì è iniziato un primo intervento di potature. In questi giorni si è provveduto alla rimozione di un pino domestico caduto in via Rasetti e di un altro albero caduto a ridosso dell'area di sgambamento cani al quartiere Carmine. La stessa azienda – afferma Contardo - provvederà inoltre al taglio delle siepi cresciute a dismisura, per poi procedere con l'abbattimento di tre enormi alberi a Pratogiardino, secchi e pericolosi, e con i lavori di potatura in piazza XX Settembre a Bagnaia, in piazza M. Buratti e in via Doria a San Martino. Subito dopo sarà la volta di Roccalvecce, con la rimozione di piante infestanti che circondano la rocca, la potatura di varie alberature, tra cui quelle della piazza principale. Partititi questa settimana anche i lavori di sfalcio degli spazi verdi, tra cui piazzale Gramsci, nelle rotatorie, aiuole e parchi.

Domani 22 gennaio – prosegue l’assessore - inizierà un altro intervento di potatura che interesserà gli alberi di viale Trento. Settimana prossima partirà invece l'intervento previsto dall'appalto per la pulizia dei bordi stradali che riguarderà in buona parte le strade di collegamento con le frazioni San Martino-Tobia, Bagnaia, Grotte Santo Stefano, Roccalvecce e Sant'Angelo. In città si inizierà dalla circonvallazione Almirante per procedere subito dopo con via del Pilastro e con la Cassia sud. Questi i primi interventi. Daremo puntualmente notizia di tutti i lavori che periodicamente riguarderanno il verde pubblico del nostro territorio. Si tratta di un impegno importante da parte dell'amministrazione dal punto di vista economico - ha aggiunto l'assessore Contardo - stiamo parlando di dodici appalti diversi per un totale di oltre un milione di euro.

Insieme al sindaco Arena e agli uffici del settore VIII, guidati dal dirigente Monaco, stiamo lavorando per mettere a frutto un'importante collaborazione con Phy.Dia., spin-off dell'Università degli Studi della Tuscia, per garantire un supporto e una valenza scientifica ai vari interventi che andremo a fare a livello di verde pubblico, sia per le tempistiche, sia per le modalità degli stessi. Una gara che una volta espletata darà il via a un servizio che interesserà i prossimi tre anni e che consentirà di investire da parte del Comune 800mila euro all'anno per le manutenzioni. Con tale importo – conclude - ben più alto rispetto al precedente che era di 450mila, confidiamo di poter garantire la perfetta cura del nostro verde pubblico, che ricordo ricoprire oltre cento ettari di verde, suddiviso tra capoluogo e frazioni'.

Categorie: RSS Tuscia

Termina il prestito di Galardi dal Milan

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

VITERBO – La U.S. Viterbese 1908 comunica che il prestito di Gabriele Galardi dal Milan è stato risolto anticipatamente. Il Presidente Marco Arturo Romano e tutta la società desiderano ringraziare Gabriele per quanto fatto in maglia gialloblù e gli augurano le migliori fortune per il suo futuro.

Categorie: RSS Tuscia

La curva continua ad abbassarsi: 34 positivi accertati oggi

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

VITERBO - 34 casi accertati di positività al COVID-19 sono stati comunicati, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo.

Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 8 a Viterbo, 5 a Montalto di Castro, 4 a Nepi, 3 a Caprarola, 3 a Civita Castellana, 2 a Montefiascone, 1 a Bagnoregio, 1 a Bassano Romano, 1 a Bomarzo, 1 a Fabrica di Roma, 1 a Marta, 1 a Orte, 1 a Ronciglione, 1 a Soriano nel Cimino, 1 a Tuscania.

Dei casi odierni, 21 presentano un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, 13 sono collegati a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in. Stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio 33 persone, 1 è attualmente ricoverata presso le strutture COVID aziendali.

Il Team operativo Coronavirus ha attivato le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali.

In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 10358.

La Asl, con estremo rammarico, comunica il decesso, avvenuto nelle ultime 24 ore, di 1 cittadina di Orte di 88 anni ricoverata presso le strutture COVID di Belcolle.

Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione dal COVID-19 di 127 pazienti residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 37 a Viterbo, 13 a Vetralla, 8 a Oriolo Romano, 7 a Civita Castellana, 7 a Fabrica di Roma, 5 a Bagnoregio, 5 a Orte, 4 a Blera, 4 a Bolsena, 4 a Celleno, 4 a Tuscania, 3 a Tarquinia, 3 a Vitorchiano, 2 a Bassano Romano, 2 a Nepi, 2 a Ronciglione, 2 a San Lorenzo Nuovo, 2 a Soriano nel Cimino, 2 a Vallerano, 2 a Vasanello, 2 a Vignanello, 1 a Bomarzo, 1 a Canepina, 1 a Castiglione in Teverina, 1 a Faleria, 1 a Graffignano, 1 a Marta, 1 a Montefiascone.

Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus, 30 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 4 ricoverate presso la Terapia intensiva COVID di Belcolle, 78 ricoverate presso la Medicina COVID di Belcolle, 16 ricoverate presso la Medicina riabilitativa COVID di Montefiascone, 1439 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Sale a 8514 il numero delle persone negativizzate, 277 sono le persone decedute. Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 90534 tamponi, 565 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 14701.

Categorie: RSS Tuscia

Tribunale a pieno ritmo nonostante l'astensione dei giudici popolari

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

VITERBO - Mentre nel Collegio presieduto dalla Dr.ssa Mattei l’astensione del Vice procuratore onorario ha rallentato l’udienza, nel Collegio del Dr. Mautone (Massini e Autizi a latere), per la presenza del PM dr. Siddi, sono state celebrate udienze di processi che ebbero interessare le cronache.

Parliamo del processo a carico dell’ex com.te della Stazione Carabinieri S.A.C. di Vejano m.llo S.A.C. accusato di concussione dalla persona che aveva tentato di salvare dagli strozzini. Durissimo il PM dr. Siddi durante l’interrogatorio dell’imputato quando gli ha ricordato che lui stesso aveva in precedenza patteggiato una condanna dopo l’accusa di essersi appropriato di somme oggetto di sequestro.

Complicata la vicenda che aveva subito il cittadino usurato e singolare l’interessamento del Maresciallo di occuparsi particolarmente del caso e dell’interessamento del militare di proporsi mediatore.

Processo proseguirà dopo che la Procura produrrà denunce e verbali di sommarie informazioni del denunciante che, fatto singolare, ebbe denunciare i fatti per cui il m.llo CC è a processo con un ritardo di oltre otto mesi.

Sempre ieri nella stessa aula è proseguito il processo per gli abusi edilizi accertati in Montefiascone nel cantiere di loc. Crognolo.

Alla sbarra l’ex. Assessore all’urbanistica Massimo Ceccarelli (difeso avv. Valentini) con altri sette coimputati (Massimo Ingrosso, Angelo Cecchetti,Luca Cicoria,Adriano Magni, M.Luisa Menchinelli e Patrizia Ranaldi) accusati di falso ideologico, violazione disciplina urbanistica, abuso d’ufficio.

Ieri è stato ascoltato come teste dell’accusa il M.llo CC Tilli che procedette nel 2017 alle verifiche. Questi ha spiegato del come e perché la cubatura dell’immobile in costruzione superava i limiti del progetto. Le verifiche partirono dalla denuncia di tre sorelle ritenutesi lese dalla costruenda struttura.

Per il comune, invece era tutto regolare. Nel tempo, però si verificarono sospensione dei lavori ed attività di varianti al progetto prima del definitivo sequestro del maggio 2017.

Un situazione confusa. Di certo la complessa legislazione urbanistica non consente chiarezza. Un perizia richiesta al Tribunale dalla difesa del Ceccarelli sin dalla udienza del 11.12.19 non è stata esaudita.

Il processo non appare di pronta definizione per la complessità di reperimento dei fascicoli e dei documenti relativi la primitiva licenza di costruzione e le varianti in corso d’opera.

Categorie: RSS Tuscia

Meloni: ''Civita di Bagnoregio gioiello italiano: tutte le caratteristiche per centrare obiettivo''

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

BAGNOREGIO - 'Civita di Bagnoregio è un gioiello d’Italia e la candidatura a Patrimonio Unesco è una notizia straordinaria per la Tuscia, il Lazio e per tutta la Nazione. Un luogo unico e suggestivo che regala emozioni a chiunque scelga di visitarlo e che potrebbe rappresentare un volano economico, in particolare per il settore turistico, ancora oggi messo in ginocchio dall’emergenza Covid. Inoltre la valorizzazione dei territori attraverso la riscoperta dei borghi e delle piccole realtà locali che costituiscono la ricchezza dell’Italia è la strada giusta per rilanciare tutte le bellezze della nostra terra. Civita di Bagnoregio ha tutte le carte per centrare il risultato: noi siamo al suo fianco'.

è quanto dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.

 

Categorie: RSS Tuscia

Rotelli: “La candidatura di Civita un modello da seguire per lo sviluppo del territorio”

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

BAGNOREGIO - Riceviamo e pubblichiamo da Rotelli:

Una grande notizia la candidatura di Civita di Bagnoregio nella lista dei Patrimoni dell’Umanità.

Un titolo che rappresenta l’ennesimo riconoscimento delle tantissime eccellenze turistiche e culturali di cui la Tuscia è ricca e che costituiscono l’unico punto di partenza da cui progettare un concreto sviluppo economico per l’intero territorio.

I piccoli comuni, i borghi e le comunità locali rappresentano il vero volano della crescita e questa candidatura, frutto di un lavoro sinergico tra istituzioni, è il modello da seguire per ottenere risultati premianti.

I miei complimenti alle amministrazioni che hanno saputo portare avanti, con convinzione, un progetto di altissimo livello, insieme all’augurio per ottenere il meritato titolo finale del riconoscimento di Patrimonio mondiale dell’Umanità.

 

 

 

Categorie: RSS Tuscia

Civita candidata Unesco, Casa Civita sarà il site manager

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

BAGNOREGIO - 'Il paesaggio culturale di Civita di Bagnoregio' candidato Unesco, Casa Civita è chiamata al delicato ruolo di site manager. Si apre un periodo intenso che sarà caratterizzato da interventi e progetti volti alla tutela del luogo e della sua identità.

“La candidatura di Civita nella lista dei Patrimoni dell'Umanità apre un percorso straordinario e unico – così l'amministratore di Casa Civita Francesco Bigiotti -. I mesi che abbiamo davanti, una volta che consegneremo il dossier alla sede Unesco di Parigi, saranno fatti di lavoro e organizzazione. La candidatura richiede un coinvolgimento e una serie di azioni volte alla tutela del territorio e in questo Casa Civita è chiamata a giocare un ruolo centrale in quanto individuata come gestore del sito. Nel piano di gestione, che fa parte della documentazione di candidatura, insieme al dossier che esplicita le caratteristiche per cui si chiede il riconoscimento di patrimonio dell'Umanità, è tutto indicato e definito nei dettagli. Ora sta a noi seguire passo dopo passo ogni azione e questo rappresenta un'occasione di qualificazione e valorizzazione straordinarie”.

Un banco di prova importante per la società interamente partecipata dal Comune di Bagnoregio, che è chiamata a ricoprire un ruolo centrale. “Lavoreremo per dare il meglio, coordinare e concretizzare i molti tasselli che vanno messi insieme – continua Bigiotti -. Ringrazio il sindaco Luca Profili e l'amministrazione comunale, la Regione Lazio e il Ministero per la fiducia accordata. Confido che saremo all'altezza delle aspettative, come lo siamo stati in questa prima fase di chiusura del dossier. Grazie anche ai sindaci e alle voci di apprezzamento e sostegno a questa nostra candidatura che sono arrivate, da tutto il Viterbese e in particolare dai territori più sensibili al tema dello sviluppo turistico, subito dopo la scelta del Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco di candidare Civita come sito italiano”.

Questa la nota di Luisa Ciambella:

Civita di Bagnoregio candidata italiana Unesco per l’anno 2022, una notizia straordinaria ancora di più in un momento difficile come questo. Una candidatura che parte certamente da un lavoro importate che viene da lontano e che l’amministrazione comunale continua con determinazione a portare avanti. Un plauso quindi al Sindaco Profili e a tutta la squadra che guida il comune di Bagnoregio. Un risultato che poggia le sue radici su un lavoro solido che d’ora in avanti dovrà contare sulla consapevolezza di tutti i territori circa il fatto che questa possa essere un’occasione di rinascita e riscatto per tutta la Tuscia. Il nostro è un territorio naturalmente predisposto al turismo e all’agricoltura di qualità, questo riconoscimento e questa immensa opportunità ce lo confermano e ci aiuteranno a difendere la nostra terra da ogni tentativo di compromissione anche ambientale. E’ l’ora della condivisione e della coesione su battaglie strategiche per il futuro della nostra Tuscia.

Categorie: RSS Tuscia

Il vaccino degli “invisibili”

Gio, 21/01/2021 - 15:23
2021-01-21

di Massimiliano Morelli

Si perde il numero dei senza fissa dimora, dei cosiddetti “invisibili”, e nel contempo si perde il numero di quanti si tormentano per loro. Molti si preoccupano a parole, altri con i fatti. Specie in questo periodo di freddo, spazio temporale dove una coperta può significare quel briciolo di calore in più per chi vive di stenti. E qui possiamo tranquillamente scrivere che una certa classe politica neanche sa che esistano i clochard, troppo presa a “rompere” gli schemi della politica stessa, e l’aiuto agli invisibili viene dato più che altro dai volontari. C’è comunque qualche buon esempio di civiltà. Il Vaticano per esempio ha cominciato a vaccinare proprio loro, i senza dimora. Ieri venticinque persone, tutte over 60, italiane e straniere, e alcune di esse con seri problemi fisici, hanno ricevuto la prima dose del vaccino nell’atrio dell’Aula Paolo VI. E nei prossimi giorni sarà la volta di altri gruppi di persone in difficoltà, che potranno accedere all’immunizzazione. Il Vaticano condivide dunque le dosi che ha a disposizione, circa diecimila, con i meno abbienti. La scelta del “gesto immunitario” è stata portata avanti dal punto di vista logistico dall’Elemosiniere, il cardinale Konrad Krajewski, ed è stata fortemente voluta da Papa Francesco. Ma continua in ogni caso l’emergenza clochard nella capitale. Ieri mattina è stato trovato morto, proprio a piazza San Pietro, un uomo di origine africana.

Categorie: RSS Tuscia