News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 5 min 31 sec fa

''Che tipo di cultura per Sutri?''

5 min 31 sec fa
2019-03-18

SUTRI - Riceviamo e pubblichiamo:

''Si è accesa la lotta sui numeri del museo di Palazzo Doebbing a Sutri: dapprima il Comune e il suo Sindaco hanno sbandierato 11.000 visitatori per poi, dopo le cifre ufficiali fornite dal Movimento Popolare, allargare il campo, nell’affannosa e poco convincente ricerca di far tornare i numeri, a intitolazioni di strade, cittadinanze onorarie, conferenze, presentazioni di libri e concerti ed inserendo nel computo scolaresche locali, troupe televisive, giornalisti e … chiunque transitasse per le strade di Sutri in quelle giornate.

La propaganda sui numeri è solo una parte del problema, peraltro la più facile da smontare, se, come ci informano i dati dell’ISTAT, più di tre quarti dei musei italiani non arriva a 10.000 visitatori annui e la metà non vende più di mille biglietti.

Il sindaco, di fronte alla evidente diseconomicità della gestione del museo, pur con un biglietto dal costo di 8 euro, rivendica “la gratuità dei musei ed il valore spirituale della cultura opposto a quello meschino della sua concezione produttiva e legata al guadagno”. Bene, ottimo! La fruizione culturale anche se produce pochi ricavi ha una funzione sociale fondamentale.

Fino ad oggi è però sembrato che, nelle dichiarazioni degli amministratori e dei loro corifei, il museo dovesse essere il principale volano dello sviluppo turistico di Sutri, quindi una visione “produttivistica” della cultura che l’amministrazione comunale ora respinge, probabilmente scottata dai numeri.

Alla visione museocentrica di Sutri è stato piegato, tra mille problemi tutt’ora irrisolti, anche l’accesso al paese, ora posto al servizio dei turisti provenienti da Roma a discapito della normale fruizione da parte dei cittadini, quasi che il centro storico stesso dovesse musealizzarsi, una sorta di presepe, una nuova “città che muore” da offrire allo sguardo più o meno distratto dei turisti, anziché un luogo da vivere per i propri cittadini.

Sarebbe necessario, a mio avviso, aprire un dibattito serio e partecipato su che tipo di cultura vogliamo per il nostro paese e quindi, poi, anche su cosa deve essere il museo di Palazzo Doebbing.

Questo perché se, come è evidente, la cultura ha un valore che trascende la mera utilità economica, diventa fondamentale che i cittadini siano informati e coinvolti nella comprensione del reale valore che la cultura ha per lo sviluppo della propria comunità. Questo consentirà loro anche di comprendere meglio perché, se il museo di Palazzo Doebbing continuerà con l’attuale impostazione, finirà per pesare non poco sulle esangui casse comunali.

Più chiaramente: se si allestiscono mostre costose e la gestione non riesce a coprirne i costi, siccome il museo è comunale, dovranno pagare i cittadini.

A meno che non si immagini di continuare a trovare concessionari disposti ad attendere fiduciosi le “eventuali” contribuzioni della Fondazione Terzo Pilastro e, nonostante ciò, a sopportare comunque cospicue perdite, nell’ordine di decine di migliaia di euro.

Ma è possibile immaginare di rendere economicamente sostenibile l’attuale offerta culturale del museo di Palazzo Doebbing senza gravare a breve sui magrissimi bilanci del comune?

A mio avviso sì, implementando i “servizi aggiuntivi” che la location del museo potrebbe rendere particolarmente remunerativi, mi riferisco in particolare a quelli legati alla caffetteria e alla ristorazione ora assenti. Al riguardo potrebbero essere promosse delle aggregazioni temporanee d’impresa a livello locale per concorrere alla gestione di tali servizi.

Sicuramente da valutare sarebbe anche la messa in rete del museo con altre realtà museali, monumentali ed archeologiche di Sutri e della Tuscia per sviluppare un’offerta integrata, con un biglietto unico, che risulti più appetibile per i tour operators e possa portare anche a permanenze sul territorio più lunghe, uscendo da una logica di turismo mordi e fuggi.

Se però la cultura, come dice ottimamente il Sindaco, ha da essere gratuita, va sciolto il nodo di quale cultura vogliamo per Sutri (questione su cui si dovrebbe riflettere in ogni caso) e credo che anche qui si debba cambiare verso!

Si deve puntare su una cultura come infrastruttura complessa dell’innovazione, della memoria e dell’identità, dell’inclusione e della socialità, in grado di connettere i soggetti della comunità, si deve rafforzare il legame tra i visitatori e il museo e la crescita culturale della cittadinanza, il museo deve diventare una risorsa della comunità e del territorio e non solo un “contenitore” culturale.

Si deve passare a forme di collaborazione e di governance tra pubblico e privato, a meccanismi di co-progettazione e co-gestione per garantire la fruizione sociale e civica del bene museo mettendolo in connessione col territorio e con le tante realtà culturali che animano Sutri: teatro, pittura, musica, fotografia, e poi la biblioteca, il patrimonio archeologico e monumentale e il centro storico, elementi simbolici, legati alla memoria condivisa e all’identità della comunità. Questo approccio deve portare alla produzione di nuova cultura e allo sviluppo della creatività, deve creare senso di appartenenza e relazioni, ed è compatibile con lo sviluppo di elementi di imprenditività nelle realtà associative esistenti o di stimolo alla nascita di organizzazioni non profit, imprese sociali e cooperative e forme di partecipazione attiva dei cittadini.

Il museo di Palazzo Doebbing potrebbe diventare allora il museo della comunità, dei sutrini e della loro identità, producendo forme artistiche originali, raggiungendo un pubblico più vasto e articolato di quello che tradizionalmente fruisce di questi eventi e non essere più il giocattolo dorato (e costoso) allestito a maggior gloria del Principe ed intorno a cui tutto deve essere plasmato ed orientato''.

Eduardo Gugliotta

Categorie: RSS Tuscia

Vasanello e il suo territorio tra antichità e medioevo

5 min 31 sec fa
2019-03-18

VASANELLO - Si terrà sabato 23 marzo alle ore 16:30 l’incontro di studi “Vasanello e il suo territorio tra antichità e medioevo. Ricerca e valorizzazione”.

L’evento, che si svolgerà presso la Chiesa della Stella in piazza della Repubblica, è organizzato dal Comune in collaborazione con la cattedra di Archeologia Medievale dell’ Università degli Studi della Tuscia di Viterbo.

I due enti vantano un lungo rapporto di collaborazione finalizzato, dapprima alla conoscenza dell’insediamento abbandonato di Palazzolo e, in seguito, ad una ricerca estensiva condotta nel territorio e nell’area urbana.

Tutte queste attività sono state costantemente supervisionate dalla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’ Etruria Meridionale e hanno visto la partecipazione attiva della Direzione Scientifica del Museo della Ceramica di Vasanello.

L’incontro avrà inizio con i saluti istituzionali di Daniele Federico Maras, funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio.

Seguiranno gli interventi del Sindaco di Vasanello Antonio Porri e degli assessori Ilaria Tranfa e Luigi Stefanucci, rispettivamente titolari delle deleghe all’urbanistica e alla cultura. Successivamente, con il coordinamento di Daniele Federico Maras interverranno Elisabetta De Minicis (Docente di Archeologia Medievale presso l’ Università degli Studi della Tuscia di Viterbo), Tamara Patilli (Direttore Scientifico Museo della Ceramica di Vasanello), Giancarlo Pastura ( Università degli Studi della Tuscia) e l’ archeologa Rachele Pavan.

 

Categorie: RSS Tuscia

Giunta, tornano Allegrini e De Carolis. Bufalini new entry

5 min 31 sec fa
2019-03-18

VITERBO – Allegrini e De Carolis di nuovo in carica, mentre l’avvocato Francesca Bufalini prende il posto di Claudia Nunzi. Con un volto nuovo e due ritorni cala il sipario sulla crisi a palazzo dei priori. A renderlo noto ci ha pensato il sindaco Arena che, raggiunto telefonicamente da Viterbo News conferma: ''I lavori pubblici e la cultura tornano ai due assessori, mentre per ristabilire la quota rosa ho scelto una persona di mia fiducia: l’avvocato Francesca Bufalini. Ufficializzerò le deleghe di tutti e tre gli assessori durante questo pomeriggio’’.

Quando il momento sembrava farsi sempre più delicato, ecco la svolta per uscire da una impasse che stava diventando ogni giorno più surreale: il passo indietro di Fratelli d’Italia e la delega completa di ogni decisione al sindaco. Un cambiamento che ha prodotto immediatamente i suoi frutti.

L’avvocato Bufalini, già candidata nella lista di Forza Italia alle amministrative di giugno, è praticamente un volto nuovo della politica viterbese. Ma in questa fase l’esperienza conta relativamente, dato che per il sindaco Arena ora era importante rimettere a lavoro la giunta.

La Bufalini però non sostituirà in toto la Nunzi: il neo assessore avrà l'Agricoltura e i Servizi informatici. La polizia locale continuerà ad essere seguita direttamente dal sindaco, mentre il termalismo passerà a Marco De Carolis.

''Non avevo dubbi che saremmo arrivati a una positiva conclusione’’ aveva detto in mattinata il primo cittadino, annunciando – stavolta ufficialmente - la fine delle ostilità tra i partiti di maggioranza. ''Con questo ritrovato clima di collaborazione da oggi riprendiamo il nostro cammino con il massimo impegno''. Il bilancio non può più attendere a lungo.

Categorie: RSS Tuscia

Torna la ''Straccapaesi''

5 min 31 sec fa
2019-03-18

Una corsa podistica su un percorso di 15 chilometri, sia competitiva sia non competitiva, che tocca tre paesi sui Monti Cimini: Canepina, Vallerano e Vignanello sono le località interessate dalla seconda edizione della 'Straccapaesi', giunta alla seconda edizione e in programma domenica 24 marzo 2019. Iscrizioni aperte fino al 21 marzo.

La manifestazione è promossa da una serie di realtà locali: Asad Vallerano, Asd Amici della Pineta di Canepina e Passeggiando nel Verde di Vignanello, con il patrocinio dei Comuni di Canepina, Vallerano e Vignanello. La gara podistica è aperta agli associati UISP e di altri enti sportivi.

Il ritrovo è fissato per le ore 8.30 a Canepina in Piazza Garibaldi, di fronte al Comune, mentre la partenza della corsa è alle ore 10. Anche l'arrivo sarà a Canepina. Collaborano all'organizzazione dell'evento le sezioni comunali AVIS di Vallerano, Vignanello e Canepina e il comitato locale di Vignanello, Vallerano e Canepina della Croce Rossa Italiana.

Queste le categorie previste. Uomini: M20, M30, M35, M40, M45, M50, M55, M60, M65 in poi. Donne: W20, W30, W40, W50 in poi. Saranno premiati i primi 3 assoluti maschile e femminile e i primi 5 di ogni categoria maschile e femminile. Quota di iscrizione: 10 euro. Pacco gara ai primi 300 iscritti, contenente zainetto, gadget vari e prodotti locali.

Per iscrizioni e informazioni: 377.4844477 (Massimo) - 338.1233800 (Gianni) - 338.5429510 (Salvatore) - straccapaesi@gmail.com - Facebook: Straccapaesi.

Categorie: RSS Tuscia

Pd, il consigliere regionale Panunzi eletto nella Commissione nazionale di garanzia

5 min 31 sec fa
2019-03-18

VITERBO - ''Un onore aver ricevuto questa grande responsabilità. Ringrazio Nicola Zingaretti per la fiducia''. Lo afferma il consigliere regionale Enrico Panunzi, che è stato eletto dall’Assemblea nazionale del Partito Democratico tra i 9 componenti della Commissione nazionale di garanzia, l’organo che sovrintende alla regolarità delle procedure e alla vita interna al partito. L’incarico rende Panunzi invitato permanente alle riunioni della Direzione nazionale.

''Ricordo che solo pochi mesi fa ero stato sospeso dal partito – prosegue il consigliere regionale -. Questo incarico mi gratifica e mi riempie di orgoglio. Metterò a disposizione tutte le mie competenze. Con gli altri membri della Commissione, darò il mio contributo per aprire una nuova fase del partito, perché torni a essere un’alternativa concreta alle forze di governo. Dovremo essere vicini alle persone e ascoltare i loro problemi, come cerco di fare nel mio ruolo di consigliere regionale''.

Categorie: RSS Tuscia

''Bene l'atteggiamento di FdI per uscire dallo stallo''

5 min 31 sec fa
2019-03-18

VITERBO - ''Accogliamo con favore le parole di buon senso dell'on. Trancassini di Fratelli d'Italia che arrivano dopo giorni turbolenti per tutta l'amministrazione di Viterbo.

Il successo di Giovanni Arena, gli ottimi risultati già ottenuti, per non parlare del consenso che il Sindaco riscuote fra i cittadini, sono la direttrice su cui tutto il centro destra dovrebbe muoversi.

Personalismi e rivendicazioni non interessano ai viterbesi che, invece, hanno bisogno di un governo saldo della città, che possa realizzare quanto promesso in campagna elettorale da tutte le forze politiche dalla coalizione.

Apprezziamo pertanto l'atteggiamento di FDI, il cui contributo è stato indispensabile durante gli incontri di questi giorni ed ha permesso di risolvere in maniera positiva la situazione di stallo in cui versava la città''.

Coordinamento Prov.le Forza Italia di Viterbo

Dario Bacocco

Categorie: RSS Tuscia

Al Petrolini arriva Pino Insegno

3 ore 5 min fa
2019-03-18

RONCIGLIONE - ''58 sfumature di Pino''. Pino, è Pino insegno il maestro della risata che sabato 23 sbarca al teatro Petrolini di Ronciglione con questo spettacolo che è un viaggio tra la realtà e la fantasia. Insegno si racconta, non per autocelebrarsi, ma per esporre gli aspetti della quotidianità attraverso gli occhi e la voce di un uomo che ha fatto dei film la sua vita e a volte della sua vita un film.

Uno spettacolo esilarante in cui si svela come la realtà si mischi spesso perfettamente alla finzione. Un viaggio tra i più famosi film, gli eccessi della televisione, le confusioni dei mass media raccontato in parallelo alla carriera di uno dei più grandi doppiatori del cinema italiano in tutte le sue sfumature.

Sul palco salirà anche Federico Perrotta, uno dei tanti talenti televisivi emersi negli ultimi anni da Colorado. L'appuntamento rientra nel cartellone dell'Istituzione Progetto Teatro. Il prezzo del biglietto è di 20 euro prezzo per l’accesso in platea, con la novità “cena con gli attori”. Con una spesa di 38 euro (compreso il prezzo del biglietto) gli spettatori potranno interagire direttamente con Insegno e Perrotta, in un clima conviviale presso il ristorante “Le Contrade”.

Categorie: RSS Tuscia

Stefano Caporossi, nuovo responsabile provinciale per l’agricoltura della Lega

3 ore 5 min fa
2019-03-18

VITERBO - Stefano Caporossi, imprenditore nel settore agricolo e turistico e Consigliere comunale al Comune di Viterbo, sarà da oggi il responsabile provinciale della Lega per l’agricoltura nella Tuscia.

Ho deciso di affidare questa importante nomina a Stefano Caporossi perché, convinto che con la sua conoscenza diretta del comparto agricolo e con il suo impegno politico, potrà apportare un importante contributo nella gestione e risoluzione delle problematiche che interessano il settore nella nostra provincia.

L’agricoltura e le eccellenze che il nostro territorio ci regala devono continuare a rappresentare uno dei motori trainanti dell’economia viterbese. Giungano a Stefano i migliori auguri per un proficuo lavoro sul territorio a sostegno di tutte le realtà che operano nel settore.

Categorie: RSS Tuscia

Nissan Qashqai: due nuovi motori diesel che ottimizzano prestazioni, emissioni e consumi

3 ore 5 min fa
2019-03-18

 

Il Nissan Qashqai è senza dubbio uno tra i SUV più apprezzati in tutta Europa, un’auto dalle linee che piacciono e che oggi amplia ancora di più la gamma di motorizzazioni che mette a disposizione della clientela.

Nonostante il diesel in questi ultimi mesi sia stato parecchio osteggiato, Nissan punta ancora su questa motorizzazione, proponendo due nuove soluzioni che strizzano l’occhio al contenimento dei consumi e delle emissioni senza però compromettere le prestazioni generali del mezzo.

Sono in arrivo una motorizzazione 1.7 litri dCi in grado di sviluppare 150 CV e 340 Nm di coppia massima a 170 giri/minuto, che sfrutta la nuova tecnologia del catalizzatore selettivo Scr con AdBlue per ridurre le emissioni nocive di ossidi di azoto.

La seconda novità è rappresentata dal motore 1.5 litri dCi da 115 CV e 285 NM di coppia a 2000 giri/minuto in grado di garantire, rispetto alla versione precedente, consumi ed emissioni di CO2 ridotti a fronte di una maggiore potenza e coppia disponibile.

A sottolineare il successo di queste motorizzazioni a gasolio, c’è il successo delle soluzioni Nissan a noleggio a lungo termine, sempre più apprezzate da aziende, liberi professionisti e privati per le loro prestazioni e consumi, nonché per l’inconfondibile comfort e abitabilità degli interni.

Tante sono le soluzioni di noleggio a disposizione, come testimoniato dalla vetrina virtuale offerta da brumbrum, che propone formule NLT anche per privati, senza anticipo, con la possibilità di personalizzare il canone mensile e ricevere l’auto direttamente sotto casa.

Tornando alla nuova motorizzazione diesel da 1.7 litri della Nissan Qashqai, tra le altre novità introdotte dalla casa giapponese troviamo un sistema di raffreddamento ad acqua, innestato nel collettore di aspirazione, in grado di ridurre in modo efficace le temperature e la pressione dell’aria nel cilindro, ottimizzando i processi di combustione.

Questa motorizzazione sarà disponibile con cambio manuale a sei rapporti, disponibile con trazioni 2WD e 4WD, oppure con il cambio automatico Xtronic Cvt e trazione integrale 4WD.

La seconda versione da 1.5 litri può essere accoppiata al cambio manuale, oppure, in alternativa, alla nuova trasmissione automatica Dct a sette rapporti con trazione a due ruote motrici.

Per quello che riguarda il fronte emissioni e rispetto dell’ambiente, Nissan ha curato in modo particolare questo aspetto al fine di proporre sul mercato dei diesel ecologici, omologati secondo le nuove normative antinquinamento Euro 6d-Temp.

Euro 6d-temp è il nuovo protocollo di riferimento che va a misurare gli inquinanti in base ai cicli di omologazione WLTC e al test RDE, che sostituisce il vecchio NEDC.

Oltre ai nuovi motori diesel, la gamma Qashqai comprende anche i propulsori a benzina lanciati alla fine del 2018, che vedono la presenza di un motore da 1.3 litri disponibile con le potenze di 130 e 160 CV e che possono essere abbinati al cambio manuale a sei marce o con il cambio automatico Dct a sei marce, quest’ultimo abbinato in esclusiva alla motorizzazione benzina più potente da 160 CV.

Categorie: RSS Tuscia

Raccolta differenziata al 78% nei primi due mesi del 2019

3 ore 5 min fa
2019-03-18

VITORCHIANO - Nei mesi di gennaio e febbraio 2019 la raccolta differenziata nel Comune di Vitorchiano, grazie anche alle novità introdotte nel sistema di raccolta porta a porta dei rifiuti, è salita al 78%. Il sistema è stato avviato nel maggio 2012, registrando nel suo primo anno un riscontro fino al 70%. Negli anni successivi, per tutta una serie di motivi ed un trend fisiologico di calo generalizzato, il dato è progressivamente sceso, con un 2017 chiusosi con dato complessivo di raccolta differenziata del 66,70% ed un 2018, appena terminato, con un dato sceso sotto la soglia del 65%.

Per tali aspetti, strettamente legati a una necessaria e maggiore cura dell'ambiente che tutti i cittadini sono tenuti ad avere, nonché per motivi economici, volendo contenere i correlati e conseguenti costi di smaltimento, il Comune di Vitorchiano ha intrapreso subito una nuova cmpagna di forte sensibilizzazione nei mesi di novembre e dicembre 2018, campagna che proseguirà nel 2019 nelle scuole di Vitorchiano con il progetto 'Plastic Free', grazie a cui alla mensa scolastica solo state eliminate le vettovaglie usa e getta per fare posto a quelle lavabili.

Per quanto riguarda i costi e la necessità di migliorare i risultati della raccolta, negli ultimi anni il costo di conferimento della frazione umido è aumentata mediamente del 20%, mentre quello della frazione secco-indifferenziato, da poco rideterminato dalla Regione Lazio, è salito del 30% ad oltre 150 euro complessivi per tonnellata. Anche per questo il Comune di Vitorchiano ha già introdotto una serie di piccole novità, attive dal gennaio 2019, in grado di poter migliorare e rendere più efficiente il servizio nel suo complesso con il correlato scopo di contenere i costi.

Parallelamente è partita anche la misurazione puntuale dei rifiuti, cosi da permettere la 'contabilizzazione' della quantità di rifiuti prodotta per tipologia di utenza, con lo scopo di poter introdurre un premio nei confronti delle utenze virtuose capaci di differenziare i propri rifiuti al meglio, a vantaggio delle frazioni recuperabili; è stata inoltre installata e attivata, grazie alla rete di imprese Air e ad un finanziamento della Regione Lazio, un'eco-isola informatizzata per permettere anche alle utenze fluttuanti (tipicamente i non residenti) di differenziare al meglio i propri rifiuti dopo un weekend a Vitorchiano. L'importanza delle azioni introdotte, anche alla luce dei dati consuntivo del 2018, risultano ancora più importanti e impattanti; infatti dal 2020 (rispetto ai dati dell'anno 2019 in corso) verrebbero addirittura applicate sanzione del 20% ai Comuni che non riusciranno a superare la soglia del 65%.

'Entrando nel dettaglio dei numeri e nel merito della quantità dei rifiuti raccolti - commenta l'assessore all'ambiente del Comune di Vitorchiano, Federico Cruciani - i primi dati di inizio 2019, distinguendo peraltro tra gennaio e febbraio, parlano di una rivoluzione positiva che sembra già portare i dati attesi; dati che ci auguriamo destinati a migliorare progressivamente con l'arrivo dell'isola ecologica a Vitorchiano, al momento prevista per fine anno, cosi da poter fornire un servizio ancora più vicino alle reali necessità dei cittadini'.

In particolare la percentuale di raccolta differenziata raccolta con il servizio porta a porta domestico si attesta infatti al 74,66% del gennaio 2019 e al 73,95% di febbraio 2019, valori che migliorano ulteriormente salendo fino al 78,70% di gennaio e al 78,55% di febbraio considerando l'impatto positivo che deriva anche dal recupero dei numerosi prodotti speciali e ingombranti conferiti all'isola ecologica così come nei contenitori dedicati posizionati nel territorio comunale (olio da cucina, pile esauste, farmaci scaduti).

'Questi dati - conclude Cruciani - confermano la bontà delle scelte intraprese, incluso l'aspetto premiale previsto con la tariffa puntuale. Dati che dimostrano altresì la sensibilità nei confronti di un tema ad elevato impatto sociale e ambientale da parte dei cittadini, cittadini che restano i principali e reali artefici di questa piccola rivoluzione. Un importante e positivo risultato che deve però essere di stimolo per continuare a migliorare con maggiore decisione in un percorso virtuoso di rispettoso e difesa dell'ambiente e del territorio di cui siamo custodi; l'obiettivo, come amiamo ripetere, è lascare ai nostri figli un mondo migliore di come l'abbiamo trovato'.

Categorie: RSS Tuscia

Arena: ''Il dialogo mi ha consentito di mettere la parola fine a questa vicenda''

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo dal Sindaco Arena:

Non avevo dubbi che saremmo arrivati a una positiva conclusione di questo momento di difficoltà. Un momento che ha creato incomprensioni tra i vari consiglieri che compongono la maggioranza.

Il dialogo, che non è mai mancato tra i partiti di centrodestra, mi ha consentito di mettere la parola fine a questa delicata vicenda.

Ringrazio FDI che, dimostrando senso di responsabilità, mi ha permesso di proporre una soluzione condivisa da tutta la coalizione.

Voglio ribadire che Fondazione, Lega e Forza Italia, con serietà, si sono proposti con un atteggiamento di apertura che ha facilitato il mio compito. Da parte di ognuno di noi non è mai mancata la volontà di proseguire questa esperienza amministrativa.

In questi giorni mi hanno contattato molti viterbesi, raccomandandomi di riportare al più presto la serenità necessaria per proseguire il mandato conferitoci. Con questo ritrovato clima di collaborazione da oggi riprendiamo il nostro cammino con il massimo impegno. Abbiamo tanti progetti da portare a termine, altri ancora da avviare e realizzare. Non deluderemo i viterbesi che hanno riposto la loro fiducia in me e nella maggioranza che mi sostiene.

 

Categorie: RSS Tuscia

Controlli straordinari dei cinofili: due soggetti segnalati per possesso di hashish

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Sabato sera i Carabinieri della Compagnia di Viterbo unitamente al Nucleo Cinofili di Roma con unità antidroga, hanno effettuato un controllo straordinario nell’ambito delle giurisdizioni di Viterbo e Vetralla.

In particolare sono state controllate le principali arterie ed accessi alle città vedendo impiegati più di venti militari, al fine di reprimere il fenomeno del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope oltre e del rispetto delle norme previste dal Codice della Strada proprio per prevenire le stragi del sabato sera.

All’esito dei controlli sono stati identificati diversi soggetti, e tra questi segnalati una donna di Viterbo ed un ragazzo di Vetralla alla Prefettura, perché trovati in possesso di sostanze stupefacenti di tipo cocaina ed hashish.

Sono state elevate dieci contravvenzioni al C.d.S. e ritirate tre patenti di guida.

Categorie: RSS Tuscia

Auto contro bus sulla Cassia nord

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Auto contro bus su strada cassia nord. Questa mattina, a circa 5 chilometri da Montefiascone (poco dopo il mobilificio ''Marino fa mercato'') per cause ancora in fase di accertamento, una Opel Corsa è finita contro un autobus di linea della Cotral.

Secondo le prime informazioni, non ci sarebbero feriti gravi, ma sembra che circa dieci persone - di cui due all'interno della macchina - siano rimaste contuse a seguito dell'incidente. Come è possibile vedere dalle immagini, al momento si registrano pesanti rallentamenti sulla circolazione in entrambe le direzioni.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e i carabinieri per svolgere i rilievi e cercare di gestire il traffico. 

Categorie: RSS Tuscia

Viterbese, addio a Luca Paolella

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Si è spento dopo una lunga malattia, l'allenatore dell'under 14 della Viterbese, Luca Paolella. A 51 anni i gialloblu salutano il mister che, fino a dicembre, è stato sulla panchina dei giovani leoni. 

Due anni di battaglie per curarsi e la vicinanza della curva che lo ha sostenuto anche tramite uno striscione. 

Categorie: RSS Tuscia

Previsioni meteo per martedì 19 marzo

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Le previsioni per la giornata di domani: 

Viterbo

Nuvolosità compatta nel corso della mattinata con tempo asciutto; acquazzoni sparsi possibili nel corso delle ore pomeridiane in generale esaurimento prima della serata. Temperature comprese tra +4°C e +14°C.

Lazio

Piogge o acquazzoni al mattino lungo la costa, nuvoloso con tempo asciutto altrove; fenomeni estesi al pomeriggio su tutta la regione con neve sui rilievi oltre i 1500 metri. Fenomeni in generale esaurimento nel corso delle ore serali ma con cieli nuvolosi.

Possibili precipitazioni sulle regioni settentrionali specie nelle ore diurne, con piogge e neve fino a 700-900 metri sull'Emilia Romagna, prima di un esaurimento dei fenomeni in serata. Tempo asciutto altrove con cieli irregolarmente nuvolosi.

Tempo instabile al Centro con piogge e acquazzoni fin dal mattino sia sul versante tirrenico sia su quello adriatico. Neve in Appennino fino a 1000-1300 metri prima che i fenomeni vadano man mano ad esaurirsi in nottata. Giornata caratterizzata da un peggioramento al Sud Italia, con le prime piogge attese per il pomeriggio sia sui settori Peninsulari che su quelli Insulari. Tempo instabile su tutte le regioni in serata e in nottata con precipitazioni sparse.

Temperature stazionarie o in diminuzione sia nei valori minimi che in quelli massimi.

www.centrometeoitaliano.it

 

Categorie: RSS Tuscia

Tuscania si arrende al tie-break con Catania

6 ore 40 min fa
2019-03-18

TUSCANIA - Dopo oltre due ore di battaglia è la Elios Messaggerie Catania ad avere la meglio su una Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania che ce la mette davvero tutta per aggiudicarsi l'intera posta in palio. Sotto di due set i ragazzi di coach Nacci recuperano lo svantaggio e costringono gli ospiti ad un tie break equilibratissimo che si risolve solo nel finale a favore dei siciliani.

Coach Nacci schiera Tuscania con Soli in palleggio, Osmanovic opposto, Panciocco e Formela schiacciatori, Fall e Fabi centrali e Sorgente libero.

Catania risponde con capitan Finoli in palleggio, Gradi opposto, al centro Mazza e Porcello, di banda Bonacic e Corrado, Pricoco libero.

Primo set - Un ace Formela e un muro di Fall il Tuscania prova subito l'allungo 6/3. Corrado mette fuori, coach Puleo ricorre al suo primo time out 8/4. Al rientro in campo primo tempo di Mazza 8/5. Fallo a rete del muro ospite, massimo vantaggio Tuscania 10/5. Ancora un attacco sbagliato di Gradi 12/6. Doppio Fall, prima a muro poi in pipe e Tuscania allunga 16/10. Catania ferma il tempo. Ritorno in campo con Gradi che trova un attacco vincente 16/11. Ace di Corrado, Catania accorcia, Nacci ricorre al suo primo time out 17/13. Attacco di Panciocco giudicato fuori, Tuscania chiama il primo video check le riprese danno ragione agli arbitri. Nel Tuscania dentro Cappelletti per Panciocco. Muro vincente Catania 17/16. Attacco vincente di Bonacic e Catania completa la rincorsa 18/18. Time out chiesto da Nacci. Al rientro, attacco vincente di Cappelletti 19/18. Formela mette fuori 19/20. Il polacco rimedia subito. Catania ricorre al video check. Le riprese confermano il punto a Tuscania 20/20. Nel Catania fuori Gradi per Toselli. Primo tempo vincente di Toselli, Paciocco chiude il cambio 20/22. L'attacco vincente di Formela tiene Tuscania nel set 21/22. Corrado spara fuori, Puleo ricorre al video check. Le riprese danno ragione agli arbitri 22/23. Fallo a rete di Panciocco, Nacci chiama il video check. Le riprese danno ragione agli arbitri: set point Catania 22/24. Osmanovic annulla 23824. Nel Tuscania dentro Pizzichini per Fall. Finoli chiude un lungo scambio e regala il primo parziale agli ospiti 23/25.

Secondo set - Nel Catania Toselli subito in campo. Muro di Finoli su Panciocco e Catania prova a scappare 1/5. Time out chiesto da Nacci. Al rientro in campo è Osmanovic che mette a terra 2/5. Due ace consecutivi di Bonacic su Panciocco e Catania prova ad allungare di nuovo 6/10. Primo tempo vincente di Fall 8/11. Cambio nel Tuscania, Cappelletti per Panciocco 9/13. Ace di Corrado, massimo vantaggio Catania 10/15. Nacci ferma il tempo. Al rientro, primo tempo vincente di Mazza 10/16. Doppio cambio Tuscania, entrano Piedepalumbo e Buzzelli per Soli e Osmanovic 11/17. Corrado spara fuori, Catania chiede di vedere le riprese che danno ragione agli ospiti 11/18. Ace di Finoli 12/20. Osmanovic e Soli chiudono i cambi 15/23. Ace di Formela 17/23, Catania ferma il tempo. Al rientro Formale mette fuori dai nove metri, set point ospiti 17/24. Cappelletti annulla 18/24. Corrado trova il mani fuori del muro, secondo parziale Catania 18/25.

Terzo set - Parte forte Tuscania 5/1. Si va avanti a cambio palla 9/6. Osmanovic chiude uno scambio prolungato 10/6. Attacco out di Catania, video check chiesto dagli ospiti. Le riprese danno però ragione ai padroni di casa 11/7. Dentro Piazzichini per Fall. Muro vincente di Formela 12/7. Formela in pipe trova un mani fuori 15/10. Nel Catania, fuori Toselli per Chillemi. Attacco vincente di Cappelletti, Catania ricorre al time out 18/12. Attacco vincente di Formela 21/14. Pipe di Fabi, 23/15. Muro di Osmanovic, set point padroni di casa. Ace di Soli e Tuscania accorcia 25/15.

Quarto set - E' un punto a punto fino a metà parziale. Nel Tuscania dentro Pizzichini per Fabi 14/14. Attacco out di Corrado, video check chiesto da Catania: le riprese danno ragione agli arbitri 15/14. Muro di Osmanovic su Corrado, Puleo ricorre al time out 16/14. Alla ripresa, attacco vincente di Cappelletti 17/14. Doppio ace di Formela 19/14. Ancora attacco vincente di Cappelletti 20/14, Puleo ferma di nuovo il tempo. Catania accenna la rimonta, 21/17, Tuscania ricorre al time out. Al rientro muro vincente Catania 21/18. Doppio cambio nel Tuscania Buzzelli e Piedepalumbo per Soli e Osmanovic 22/18. Buzzelli trova subito un bel mani fuori 23/19. Attacco vincete di Formela, primo set point Tuscania 24/21. Invasione di Formela 24/22. Time out chiesto da Nacci. Al rientro, attacco vincete di Corrado 24/23. Nacci chiude i cambi. Formela mette a terra il punto del set 25/23.

Quinto set - Si parte all'insegna dell'equilibrio fino a che due attacchi vincenti di Corrado portano avanti gli ospiti 5/7. Nacci ferma il tempo. Al rientro è Formela che mette a terra 6/7. Ace di Fall, parità 7/7. Si va al cambio con Catania in vantaggio 7/8. Finoli sbaglia dai 9 metri 10/10. Cappelleti chiude uno scambio prolungato 11/11. Doppio cambio Tuiscania, Piedapalumbo e Buzzelli per Soli e Osmanovic. Attacco vincente di Cappelletti 12/12. Muro su Formela, match point ospiti 12/14. Nacci ferma il tempo. Al rientro Formela trova le mani del muro 13/14. Puleo ferma il tempo. Il primo tempo di Mazza chiude il match a favore degli ospiti 13/15.

 

MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA - ELIOS MESSAGGERIE CATANIA 2/3

(23/25 - 18/25 - 25/15 -25/23 – 13/15)

Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania: Panciocco 1, Osmanovic 15, Soli 1, Formela 20, Fall 7, Fabi, Buzzelli 2, Sorgente (L1), Gentilini (L2), Piedepalumbo, Fabi 6, Cappelletti 16, Sartori, Ragoni. All. : Nacci, Russo

Elios Messaggerie Catania: Finoli 5, Bonacic 28, Porcello 11, Gradi 2, Corrado 17, Mazza 16, De Costa (L), Pricoco (L), Chillemi 3, Reina, Toselli, Petrone, Nicosia. All. Puleo, Giuffrida

Durata: 31', 28', 24', 35', 20'

MVP: Juan Ignazio Finoli premiato da Azienda Sensi

Arbitri: Serena Salvati, Marco Zavater

Categorie: RSS Tuscia

''Amministrazione provinciale nello stallo''

6 ore 40 min fa
2019-03-18

Riceviamo e pubblichiamo da Alessandro Romoli

BASSANO IN TEVERINA - L’Amministrazione provinciale è nello stallo più completo e mentre la nave affonda il presidente Nocchi continua a emanare decreti autonomamente senza coinvolgere ne le commissioni consiliari permanenti ne tanto meno il consiglio provinciale che da oltre 4 mesi si guarda bene dal convocare “ . A dichiararlo sono i consiglieri del gruppo consiliare “Centrodestra unito e civici” Romoli, Grancini, Pellegrini e Bronzo. “Provincia casa dei Comuni”, “ripensare la Provincia per coinvolgere il territorio”, “condividere il percorso di riorganizzazione generale dell’ente” sono alcuni tra gli innumerevoli ,roboanti proclami di un presidente politicamente inadeguato; propositi rimasti totalmente disattesi . Il gruppo consiliare “Centrodestra unito e civici” ha sempre in questo anno e mezzo, tentato di stimolare l’Amministrazione Nocchi e il suo presidente ad assumere un atteggiamento più responsabile verso le innumerevoli problematiche che di volta in volta rimangono prive della dovuta attenzione. Ci siamo resi disponibili a formalizzare proposte e suggerimenti tesi a migliorare i servizi prestati ai cittadini della provincia di Viterbo. Avevamo richiesto la ricognizione puntuale del patrimonio provinciale, l’analisi puntuale delle società partecipate, una più oculata gestione dei pochi fondi disponibili, una maggiore cura delle entrate nel rapporto Comuni-Provincia, il potenziamento di uffici strategici per l’amministrazione provinciale quali ad esempio la centrale unica di committenza oggi smembrata e sulla quale non mancheremo di approfondire decisioni autoreferenziali del presidente tese al depotenziamento della stessa . Ci troviamo purtroppo di fronte ad un’amministrazione che mal digerisce “ingerenze “ di forze politiche non facenti parte della maggioranza e siamo perfettamente consapevoli che quanto finora fatto andrà necessariamente razionalizzato e modificato al cambio, nel prossimo settembre, della maggioranza consiliare. Si sta purtroppo perdendo l’occasione di creare i presupposti generali, le” regole del gioco”condivise, la piattaforma istituzionale dalla quale si sarebbe dovuto far ripartire l’Ente dopo la scellerata riforma Del Rio; si sta preferendo la via dell’ autosufficienza, dell’arroganza che certo ci troverà sempre e comunque impegnati in un’azione di opposizione responsabile ma determinata, per la quale nessuno di noi sta lesinando sforzi . Lo facciamo nella perfetta convinzione che la Provincia di Viterbo meriti una guida diversa, i cittadini meritino di trovare risposte alle loro legittime esigenze e gli uffici meritino un’organizzazione efficiente fondata non sulla premialità a macchia di leopardo ma su uffici dinamici competenti e laboriosi.

Categorie: RSS Tuscia

Crisi politica, Fratelli d'Italia dà carta bianca al sindaco

6 ore 40 min fa
2019-03-18

VITERBO - Rientra la crisi politica. Almeno per ora. Fratelli d'Italia cede, per il momento, al braccio di ferro e spiega in una nota, a firma del coordinatore regionale di FdI, Paolo Trancassini, la sua posizione:

''Fratelli d’Italia in questi giorni di discussioni interne alla maggioranza del Comune di Viterbo, ha sollevato dubbi e quesiti in merito ad alcune questioni di carattere politico (cambi casacca) ed amministrativo (bilancio, rifiuti, lavori pubblici, terme ecc), provando ad allontanare dal dibattito le vicende personali che non riguardano la città ma che appassionano solo alcuni addetti ai lavori. Abbiamo provato a parlarne, abbiamo fatto capire in diverse maniere che le vicende personali non possono essere confuse con la politica e soprattutto con l’amministrazione di un capoluogo di provincia.

Senza alcun dubbio Viterbo viene prima di tutto e tutti, partiti compresi, per questo motivo i rappresentanti di FDI ad ogni livello in questi mesi hanno lavorato sodo solo per risolvere problemi e portare nuove opportunità alla città, purtroppo non crediamo che per altri sia valso lo stesso discorso.

La responsabilità deve prevalere, magari solo in alcuni.

Confermiamo così piena fiducia e mandato al sindaco Arena perché gestisca questo momento come più ritenga opportuno, rinnovando, ancora una volta se ce ne fosse bisogno, il sostegno incondizionato espresso nel momento delle elezioni dai tanti elettori di FDI, che vogliono solo il buon governo della città.

Saranno altri i momenti in cui ci auguriamo possa verificarsi il buon andamento dei settori e delle deleghe in capo ai singoli assessori, ma ora non si può più attendere oltre, ci sono scadenze improrogabili come l’approvazione del bilancio e Viterbo non può più permettersi di rimanere bloccata da personalismi, minacce ed ultimatum, che pretendiamo ora cessino per sempre e da parte di tutti.

La città non può rimanere ostaggio di vicende esclusivamente di carattere personale quando in realtà è con la politica che bisogna amministrare.

Arena prenda liberamente le sue decisioni sapendo che, comunque, ci avrà al suo fianco.

Nel rispetto dei cittadini che hanno votato Fratelli d’Italia e che hanno scelto la coalizione di centro-destra.

Una città intera giustamente lo pretende''.

In termini pratici i due assessori De Carolis e Allegrini dovrebbero rientrare in giunta con le loro deleghe mentre terme, polizia locale e agricoltura già dell'ex assessore Claudia Nunzi, passata dalla Lega a Fratelli d'Italia, resteranno in capo al primo cittadino fino alle europee. Poi dovrebbero tornare a Fratelli d'Italia.

Categorie: RSS Tuscia

Si introduce a casa della donna mentre è a cena fuori: arrestato per stalking

6 ore 40 min fa
2019-03-18

ONANO - La sera dello scorso giovedì lei è a cena fuori. Lui spacca i vetri della finestra e si introduce nell’abitazione della donna. Tale gesto però non passa inosservato agli occhi degli abitanti del piccolo centro dell’Alta Tuscia che immediatamente danno l’allarme, probabilmente credendo che si trattasse di un furto. Così i Carabinieri della Stazione di Grotte di Castro, in servizio di controllo del territorio in quell’area, prontamente si precipitano presso l’abitazione indicata, riscontano le effrazioni alla finestra e quindi entrano all’interno della casa dove trovano nascosto un 36enne. L’uomo viene quindi accompagnato in caserma e contestualmente viene avvisata la vittima. Dalla ricostruzione della vicenda, fatta dai militari dell’Arma di Onano è emerso che l’uomo è l’ex fidanzato e che l’incursione rappresenta soltanto l’ultimo atto di una lunga serie molestie e persecuzioni. La donna ormai da mesi subiva silenziosamente continue telefonate minacciose ed ingiuriose, impaurita aveva anche cambiato tutte le sue abitudini per sfuggire all’uomo. Nonostante tutto lui non si era mai arreso, anzi una notte le aveva anche bucato tutte le gomme dell’autovettura. Così lui, di Milano, è finito in manette con l’accusa di atti persecutori, danneggiamento e violazione di domicilio, ed è stato rinchiuso nel carcere “Mammagialla” di Viterbo.

La tempestività dell’intervento e l’esperienza dei Carabinieri intervenuti probabilmente hanno impedito il peggio. L’Arma dei Carabinieri promuove quotidianamente azioni finalizzate alla prevenzione e al contrasto del fenomeno della violenza contro le donne, disponibile all’ascolto e pronta alla protezione delle vittime che versano in condizioni di particolare vulnerabilità.

Categorie: RSS Tuscia

Esce di casa per cercare asparagi, trovato morto il 54enne scomparso oggi

6 ore 40 min fa
2019-03-17

BOMARZO - E' stato trovato morto in un dirupo l'uomo scomparso oggi in località Monte Casoli, nel comune di Bomarzo. Si tratta di un 54enne, residente a Soriano nel Cimino. L'uomo era uscito di casa questa mattina per raccogliere asparagi ma non ha fatto più ritorno: a lanciare l'allarme è stata la moglie che non vedendo il marito rientrare ha allertato i carabinieri. Sul posto i vigili del fuoco di Viterbo, il gruppo Tas - topografia applicata al soccorso - e il nucleo speleo alpino fluviale. L'uomo è stato poi individuato in una zona impervia. I vigili del fuoco stanno provvedendo al recupero.

Categorie: RSS Tuscia