Aggregatore di feed

''Maria Sestina e Andrea caduti per un incidente''

News da viterbonews24.it - Ven, 21/01/2022 - 10:20
2022-01-21

di Andrea Stefano Marini Balestra 

VITERBO - Maria Sestina Arcuri e Andrea Landolfi caddero dalle scale per un incidente. Queste le conclusioni della motivazione della sentenza di assoluzione di Andrea Landolfi dall’accusa di omicidio. Non fu l’imputato a gettare di proposito la fidanzata giù per le scale, ma un incidente.

La sentenza di assoluzione arrivò lo scorso 19 luglio. Il pm Pacifici, aveva chiesto la condanna di Landolfi a anni 25 di reclusione. La tesi sostenuta dalla Procura fu respinta dal Collegio che oggi nelle motivazioni oggi depositate dopo i sei mesi che il Collegio si era dato per il deposito, spiega il perché.

Le perizie e controperizie svolte nella lunga fase dibattimentale, in particolare quelle svolte dal nucleo Carabinieri del RIS, non sono state per il Collegio giudicante sufficienti per determinare con ragionevole certezza la responsabilità dell’imputato.

Per la Corte d’Assise, anche sulla base delle relazioni dei medici periti della Procura (i professori Lancia e Bacci) che avevano suscitato dubbi, è stata confermata la certezza dell’impossibile lancio della Arcuri oltre la balaustra della scala in ferro operata dal Landolfi, ma quella che insieme precipitarono e che per una disgrazia restò gravemente ferita la giovane donna.

Finisce qui l’odissea, salvo il processo d’appello preannunciato dalla Procura, di Andrea Landolfi che per questo ha patito una detenzione di circa due anni nonché quella della nonna Mirella Jezzi accusata di aver favorito il nipote per nascondere la realtà dei fatti.

Categorie: RSS Tuscia

Filiera ovicaprina. Battistoni (FI) ai deputati della Commissione agricoltura: “Adottato misure per dare pieno sostegno al comparto”

News da Ontuscia.it - Ven, 21/01/2022 - 09:51

“Il piano strategico nazionale prevede tipi di interventi sotto forma di pagamenti diretti e un regime di aiuto volontario per gli agricoltori, che si concretizza in un pagamento aggiuntivo al sostegno di base del reddito, in ragione dell’elevato livello di ambizione climatica e ambientale. I Regimi ecologici, anche detti ecoschemi, sono infatti concepiti per andare oltre i criteri obbligatori già previsti.
Mi preme evidenziare che la cosiddetta architettura verde della PAC è delineata secondo la strategia unitaria da attuare con strumenti distribuiti tra primo e secondo pilastro, tale impostazione di base implica la necessità di evitare un doppio finanziamento tra pagamenti diretti e regimi ecologici; pertanto, nella definizione delle misure si è prestata attenzione ad agevolare la complementarità degli interventi in modo da offrire il massimo vantaggio ai potenziali beneficiari.”
Così il sottosegretario Mipaaf Francesco Battistoni, ieri, in risposta ad un’interrogazione parlamentare in Commissione Agricoltura a Montecitorio, relativamente alle misure di sostegno del Psn agli allevamenti ovicaprini.

Continua la lettura di "Filiera ovicaprina. Battistoni (FI) ai deputati della Commissione agricoltura: “Adottato misure per dare pieno sostegno al comparto”" su "OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia"

Categorie: RSS Tuscia

Il Gladiatore Giustiniani torna a Bassano Romano

News da Ontuscia.it - Ven, 21/01/2022 - 09:03

“100 opere tornano a casa”: sabato 22 gennaio 2022, conferenza stampa​ alle ore 11:00 a Villa Giustiniani

Nell’ambito del progetto “100 opere tornano a casa”, il gruppo scultoreo del Gladiatore ritorna dai depositi del Parco Archeologico di Ostia antica a Villa Giustiniani a Bassano Romano, il luogo in cui in passato era stato esposto.

La conferenza stampa di presentazione si terrà sabato 22 gennaio 2022, alle ore 11:00, a Villa Giustiniani a Bassano Romano (VT).

Continua la lettura di "Il Gladiatore Giustiniani torna a Bassano Romano" su "OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia"

Categorie: RSS Tuscia

Il Dott. Claudio Parroccini nominato Capo di Gabinetto della Segreteria di Presidenza della Provincia di Viterbo 

News da Ontuscia.it - Ven, 21/01/2022 - 09:00

Ieri, giovedì 20 gennaio 2022, il Presidente della Provincia di Viterbo Alessandro Romoli ha firmato il decreto per la nomina del Dott. Claudio Parroccini a Capo di Gabinetto della Segreteria di Presidenza.

Nato a Terni il 22/09/1992, il Dott. Parroccini, di professione giurista, ricopre attualmente la carica di Presidente del Consiglio Comunale di Civita Castellana. Al termine di un rigoroso processo di revisione dei requisiti culturali e professionali, il profilo del Dott.

Continua la lettura di "Il Dott. Claudio Parroccini nominato Capo di Gabinetto della Segreteria di Presidenza della Provincia di Viterbo " su "OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia"

Categorie: RSS Tuscia

''Un colpo troppo forte al cuore''

News da viterbonews24.it - Ven, 21/01/2022 - 07:20
2022-01-21

FABRICA DI ROMA - Non c'è un'età giusta per morire, ma 16 anni sono davvero troppo pochi specie quando hai fatto i conti con una malattia che non ti ha dato scampo.

La notizia della morte di Lavinia Ambrogi ha scosso molto la comunità di Fabrica di Roma che in queste ore si è stretta intorno alla famiglia della giovane. Una notizia che, seppure era nell'aria, a trovato tutti impreparati. Come si fa infatti ad accettare che una 16enne venga strappata alla vita per un male che non le ha concesso prove d'appello?

E così ieri, quanto l'amministrazione comunale ha annunciato la morte sono state centinaia le attestazioni di cordoglio e di vicinanza al dolore della famiglia, del papà Gino e della mamma Alessia. ''Non ci sono parole per notizie di questo genere, è un colpo troppo forte al cuore'' hanno scritto alcuni.

I funerali di Lavinia si svolgeranno sabato 22 gennaio alle 14.30 presso la Chiesa del Duomo.

Categorie: RSS Tuscia

Scatta il toto-sindaco e spunta anche il nome di Raffaele Ascenzi

News da viterbonews24.it - Ven, 21/01/2022 - 07:20
2022-01-21

VITERBO - I partiti studiano programmi, nomi, strategie, il mondo civico si mette in moto e intanto il ''popolo mormora''. In vista delle elezioni di primavera, dove la città di Viterbo dovrà scegliere un nuovo sindaco dopo la caduta anticipata dell'amministrazione Arena, in tanti si dilettano in queste ore con il toto-sindaco.

La discesa in campo di Giovanni Scuderi, che primo su tutti ha annunciato la sua candidatura con una lista civica, ha contribuito in un certo senso ad alimentare quel vento di novità che in tanti auspicano per la città. Un volto conosciuto ma del tutto nuovo alla politica tanto che, se qualche ex amministratore pare gli abbia strizzato l'occhio, altri, più navigati, hanno arricciato il naso per la sua inesperienza dal punto di vista amministrativo. Lui per ora si tiene da parte e resta a guardare.

Tanto è bastato però per alimentare una serie di ipotesi più o meno azzardate sui candidati sindaco. Se pare assodato che la competizione questa volta è alquanto incerta, sembra altrettanto scontato che ci sarà un affollamento di candidati in corsa per la fascia di primo cittadino. E così sta circolando con insistenza la voce in città di una imminente discesa in campo di Raffaele Ascenzi. Quanto questo rumor sia frutto di un ''desiderio'' o di una possibilità concreta, al momento non è dato sapere. Suo padre Silvio fu sindaco di Viterbo nel 1983 in seguito alle dimissioni di Rosato Rosati.

Se su Ascenzi si viaggia per ora nel campo del ''vox populi'', c'è chi non ha mai nascosto le sue intenzioni di guidare la città. Giovanni Arena sin dalle sue ultime ore da sindaco aveva annunciato la volontà di tornare a correre (con Forza Italia o altro soggetto ancora non si sa) per non disperdere il bagaglio di voti che si porta in dote. Anche Chiara Frontini, sconfitta al ballottaggio nel 2018, ci riprova. Nell'uno né l'altra al momento hanno ufficializzato la corsa. 

Se in casa Pd sembra ci sia una convergenza sul nome di Alessandra Troncarelli, resta il nodo Ciambella. Difficile ipotizzare che l'ex consigliera dem stia alla finestra a guardare, così come sembra complicata una sua nuova candidatura nelle file del Partito democratico.

Per il momento non si conoscono neanche le intenzioni del Movimento 5 Stelle. Il casa centrodestra resta l'incognita sulla posizione che assumerà Forza Italia mentre Fondazione, Fratelli d'Italia e Lega sono già al lavoro con una serie di ipotesi di candidati sindaco ancora tutta da ''spulciare''.

Categorie: RSS Tuscia

Si ribalta un trattore sulla Provinciale

News da viterbonews24.it - Ven, 21/01/2022 - 07:20
2022-01-21


CIVITA CASTELLANA - Un mezzo agricolo si è ribaltato sulla Strada Provinciale Civita Castellana-Castel Sant’Elia, fortunatamente illeso il conducente del mezzo.
Lo spettacolare incidente si è verificato intorno alle 19 di mercoledi e ci sono volute ben 4 ore di tempo per rimuovere il mezzo dalla carreggiata grazie all'intervento dei Vigili del fuoco.
Sul posto anche la polizia locale che, dopo aver accertato le condizioni di salute del giovane agricoltore, ha prontamente ricostruito la dinamica dell'incidente, verificatosi nel tratto di strada a senzo unico, intervallata dal semaforo. Proprio all'altezza del ristringimento della carreggiata, a causa della presenza di una cunetta e di un dislivello pare che il trattore abbia perso aderenza, ribaltandosi su un lato. La cabina del mezzo, adagiata alla base di cemento, non ha subito danneggiamenti, schermando, di fatto, il conducente al suo interno.

Fortunatamente, in questa occasione, non si sono verificate conseguenze gravi, ma l'incidente dell'altra sera riporta alla luce l'ormai annoso problema del completamento dei lavori e la definitiva riapertura della strada a doppio senso.
A tal proposito si sta muovendo il primo cittadino di Castel Sant'Elia Vincenzo Girolami che, con una missiva, ha prontamente messo al corrente il nuovo Presidente della provincia sulla situazione in cui versa la strada provinciale.
E sul fermo lavori puntualizza: 'quando sono iniziati i lavori di messa in sicurezza, a causa di un dissesto, è saltata l'opera di palificazione nella parte sinistra e di fatto i lavori sono stati sospesi. Adesso stiamo aspettando la variante per poter far ripartire i lavori e portarli finalmente a compimento'.

Ancora una questione di tempo dunque, a cui pare aggiungersi un ulteriore sgradevole problema: il mal funzionamento del semaforo, che sta creando seri problemi alla sicurezza degli automobilisti. Ultimamente, infatti, molti utenti hanno denunciato il fatto e più di qualcuno ha rischiato un frontale con la macchina.
'Ho denunciato la cosa in provincia - conclude Girolami - sperando vengano presi al più presto provvedimenti, al fine di riportare la nostra strada, fondamentale collegamento con Civita Castellana, alla sua completa viabilità'.

Categorie: RSS Tuscia

Giunta nuova, buche vecchie

News da viterbonews24.it - Ven, 21/01/2022 - 07:20
2022-01-21

CIVITA CASTELLANA - Giunta nuova, problemi vecchi. Neanche il tempo di insediarsi che arrivano le prime segnalazioni, questa volta sullo stato in cui versano le strade cittadine.

 

A segnalare la spinosa questione, I consiglieri di opposizione di Rifondazione Comunista che, foto alla mano, mostrano l’indecoroso quanto pericoloso manto stradale cittadino.

 

 

“ Questa è la situazione nel Quartiere Gudamello - Colonnette , tra gli aspetti più critici che abbiamo potuto riscontrare , oltre alle buche, c'è quello relativo al percorso che porta alle necropoli delle Colonnette che attualmente è abbandonato e tenuto nel degrado con il sentiero completamente ostruito dai rovi e pieno di rifiuti abbandonati “, dichiara Yuri Cavalieri.

 

E’ di questi giorni la notizia secondo la quale Civita Castellana è beneficiaria di fondi in arrivo dal Ministero dell’Interno. Nello specifico, arriveranno nella città delle ceramiche, in base alla legge 234/2021 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024”, 60,000 per l’anno 2022 e 30,000 per il 2023, destinati a investimenti finalizzati alla manutenzione straordinaria delle strade comunali, dei marciapiedi e dell'arredo urbano.

 

I cittadini sperano nel buon uso, i fondi ci sono.

 

Categorie: RSS Tuscia

Incendio a Faleria, in fiamme un autocarro

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 19:07
2022-01-20

VITERBO- Incendio, intorno alle 11 di questa mattina, nel territorio di Faleria. In fiamme un autocarro adibito alla manutenzione stradale.

L'intervento dei vigili del fuoco ha richiesto la chiusura della strada che è stata fatta sgomberare per qualche ora a causa dei residui di detriti rimasti sul manto stradale.

Oltre ai vigili del fuoco, sul posto, anche i carabinieri. Nessun ferito in seguito all'incendio.

 

Categorie: RSS Tuscia

Ex-Concesse, Alessandri: ''Ok accordo quadro da 251 MLN per acquisto 35 nuovi treni''

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 19:07
2022-01-20

VITERBO - “Firmato oggi l’accordo quadro, dal valore complessivo di 251 milioni di euro, che permetterà l’acquisto di 35 nuovi treni. Contestualmente la Regione Lazio ha siglato anche il primo contratto applicativo, dal valore di 100 milioni, grazie al quale sono stati già acquistati i primi 11 mezzi (5 per la Roma-Lido e 6 per la Roma-Viterbo). Si tratta di una fase propedeutica al patto vincolante di acquisto che sarà siglato nei prossimi giorni. Un altro impegno mantenuto da parte dell’amministrazione Zingaretti, ma soprattutto un fatto storico che ci aiuterà nella gestione della Roma-Lido e della Roma-Viterbo, due infrastrutture che ogni giorno sono al servizio di migliaia di cittadini del Lazio e non solo. In questi mesi perdurerà la fase di affiancamento e di formazione, tra le aziende coinvolte, al fine di permettere lo scambio delle reciproche competenze e di vagliare al contempo ogni modalità utile ad offrire un servizio che, nei prossimi mesi, intendiamo migliorare in maniera evidente e nel lungo periodo, anche attraverso il graduale arrivo di nuovi mezzi, trasformare in un trasporto pubblico all’altezza delle aspettative di cittadini e turisti e degli standard che da sempre avrebbe meritato”.

Così in una nota l’assessore regionale alla Mobilità, Mauro Alessandri.

Categorie: RSS Tuscia

Caro energia, CNA Fita: “Taglio alle imposte sul carburante per non fermare l’autotrasporto”

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 19:07
2022-01-20

VITERBO - Il prezzo medio del carburante ha raggiunto, nella seconda metà di gennaio, 1,60 euro il litro, con una crescita di 28 centesimi sulla media del 2020. Ai prezzi attuali del gasolio, i costi di gestione di un camion aumentano di 9.300 euro l’anno, pari a un impatto del 7% dei valori indicativi dei costi di esercizio. Il calcolo, lo ha fatto CNA Fita, l’Unione delle imprese di trasporto della CNA, che lancia l’allarme per il peso insostenibile del caro energia sull’autotrasporto merci e rinnova a gran voce la richiesta di riduzione delle imposte sul carburante. “Altrimenti - avverte - rischiamo il fermo di migliaia di veicoli”.

Il caro-carburante è ancora più pesante per i veicoli green. Un camion a metano deve sopportare un rincaro del carburante dell’86,60%, che si traduce in un aumento di spesa di oltre 18mila euro l’anno. “Un paradosso, perché si penalizzano le imprese che hanno effettuato investimenti green”, si osserva. Nelle ultime settimane, il costo medio del metano per autotrazione ha superato 1,81 euro il chilo.

Il tema dei forti rincari nel settore dell’energia è stato posto, di nuovo, ieri dalla CNA. La Confederazione dell’artigianato e della piccola e media impresa ha chiesto al governo di attivare con urgenza un tavolo con la partecipazione dell’intero sistema produttivo, per scongiurare che l’impennata dei prezzi spenga le attività economiche.

 

 

Categorie: RSS Tuscia

Monterosi, arriva anche Joseph Ekuban

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 19:07
2022-01-20

MONTEROSI - Riceviamo e pubblichiamo:

Monterosi Tuscia Fc comunica di aver acquisito a titolo temporaneo dalla Virtus Francavilla Calcio il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Joseph Ansah Ekuban.

L'attaccante, classe 2000, è a Monterosi e ha già conosciuto il patron Luciano Capponi (con il quale ha posato scherzosamente per alcune foto) e i suoi nuovi compagni di squadra, oltre – ovviamente – al mister e allo staff dirigenziale.

'Sono contento: era un desiderio che volevo realizzare da tanto tempo e non vedo l'ora di iniziare con gli allenamenti e di dare una mano a questa squadra.

Perché ho scelto Monterosi? Per come gioca la squadra, per come è la società, e quindi credo che il Monterosi Tuscia sia un'ottima squadra per poter crescere e diventare giocatore e quindi la mia scelta è chiara.

Gli obiettivi? Essendo un attaccante il mio obiettivo personale è ovviamente fare gol e sono venuto per fare bene con i miei nuovi compagni.

Sono un lavoratore, mi piace dare l'anima in campo, sono una persone a cui piacciono le sfide e amo confrontarmi con gli altri: sono una persona che guarda al futuro con ambizione e questa è la mia forza'.

Categorie: RSS Tuscia

''Esprimiamo vicinanza e cordoglio''

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 19:07
2022-01-20

FABRICA DI ROMA - ''L’Amministrazione comunale, anche a nome della cittadinanza tutta, esprime ai suoi familiari vicinanza e cordoglio'', questo il messaggio dell'amministrazione di Fabrica di Roma.

Un messaggio pere salutare la giovane concittadina Lavinia Ambrogi, scomparsa a soli 16 anni.

Categorie: RSS Tuscia

“Un tram che si chiama desiderio” apre la stagione teatrale di Montalto: giovedì 27 gennaio alle 21

News da Ontuscia.it - Gio, 20/01/2022 - 16:29

Giovedì 27 gennaio, alle ore 21.00, il teatro Lea Padovani apre la stazione teatrale 2021/2022 con lo spettacolo “Un tram che si chiama desiderio”, di Di Tennessee Williams e con Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci per la regia di Pier Luigi Pizzi.

La leggenda vuole che fosse proprio su un tram, su cui girovagava da studente, che il giovanissimo Tenessee Williams si facesse l’idea di un dramma che svelava il lato oscuro del sogno americano.

Continua la lettura di "“Un tram che si chiama desiderio” apre la stagione teatrale di Montalto: giovedì 27 gennaio alle 21" su "OnTuscia Quotidiano Viterbo e provincia"

Categorie: RSS Tuscia

Primo cda del Consorzio Industriale del Lazio

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20

Si è tenuto questa mattina, 20 gennaio, il primo consiglio di amministrazione del Consorzio Industriale del Lazio, nato lo scorso 1 dicembre dalla fusione dei Consorzi Industriali di Frosinone, Lazio Meridionale, Roma-Latina, Rieti e Sud Pontino.

Alla guida dello stesso Francesco De Angelis, già presidente del Consorzio di Frosinone e negli ultimi due anni commissario per la costituzione di un unico ente.

Nel consiglio di amministrazione figurano Salvatore Forte, già presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale del Sud Pontino; Cosimo Peduto, già presidente del Consorzio per lo sviluppo industriale di Roma e Latina; Angelo Giovanni Ientile, già commissario straordinario del Consorzio per lo sviluppo industriale della Provincia di Rieti; Maurizio Tarquini, direttore generale di Unindustria.

Nella giornata di oggi si è proceduto a tutta una serie di adempimenti necessari per avviare la nuova struttura. Il Consorzio, il più grande d’Italia, attraverso una nuova mission voluta fortemente dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, sarà particolarmente efficiente per le imprese che insistono sui diversi agglomerati industriali. Un ente che avrà sede nella capitale ma che manterrà anche le strutture provinciali, che rimarranno il braccio operativo in tutti i territori.

Nel corso della seduta sono stati designati i rappresentanti del collegio sindacale. Sindaci effettivi saranno Veronica Gacci, Loreto Verrelli e Maurizio Ferrante, mentre Ignazio Carbone, Antonio Di Santo e Salvatore Monaco saranno i supplenti.

Particolarmente importanti le deleghe assegnate dal presidente ai membri del consiglio di amministrazione per compiti a carattere permanente e la trattazione di affari specifici.

Al consigliere Salvatore Forte sarà assegnata l’area di competenza “Internazionalizzazione ed economia del mare”; al consigliere Angelo Giovanni Ientile “PNRR e Fondi Strutturali”; al consigliere Cosimo Peduto “Siti dismessi –Armonizzazione degli strumenti urbanistici” e al consigliere Maurizio Tarquini “Progetti Strategici”.

La nascita del Consorzio Industriale del Lazio non è una semplice fusione tra i cinque Consorzi esistenti sul territorio regionale. Sono diverse, infatti, le competenze acquisite dal nuovo ente, che sarà anzitutto organismo intermedio di gestione dei fondi europei e del Pnrr.

Si occuperà inoltre di attrazione di investimenti, reindustrializzazione dei siti dismessi, promozione della costituzione di Aree produttive ecologicamente attrezzate e gestione degli incentivi a favore delle imprese, valorizzando le competenze imprenditoriali e scientifiche di ogni territorio.

E ancora, transizione ecologica e digitalizzazione.

Proprio dei giorni scorsi, inoltre, il DPCM sulla cosiddetta fiscalità di vantaggio, con oltre 110 milioni di euro in favore delle imprese che ricadono all’interno del Consorzio Industriale del Lazio e stanziati dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione per la programmazione 2021-2027.

La sede centrale sarà a Roma, in via di Campo Romano (dove sono già presenti alcuni assessorati regionali), e resteranno le sedi operative sui territori.

Sarà pronta entro qualche mese e nel frattempo i consigli di amministrazione saranno itineranti, anche per incontrare il personale e per far conoscere ai membri del CdA i territori.

«Partiamo con una sfida importante, per uno strumento utile alle imprese e al territorio, in sintonia con i processi di innovazione oggi necessari per vincere la sfida del mercato. – ha sottolineato il presidente Francesco De Angelis - Non è stato un passaggio facile. Ci siamo riusciti grazie al sostegno di tutti i consorzi, dei presidenti, delle associazioni di categoria e delle Camere di Commercio, che hanno dato un contributo importante. Alla fine ce l'abbiamo fatta, per un progetto ambizioso e dalle molte opportunità. Abbiamo costituito il più grande Consorzio industriale d'Italia, che non è più quello della Cassa del Mezzogiorno.

Determinante è stato il supporto del presidente della Regione Zingaretti, che ha fortemente voluto la nascita del Consorzio, ma anche del vicepresidente Leodori, dell’assessore Orneli e dell’allora capo di Gabinetto Ruberti, che ringrazio insieme a tutti coloro che ci hanno seguito fase dopo fase.

Agiremo subito con le risorse del fondo di coesione e sviluppo, per la realizzazione delle infrastrutture necessarie a dare maggiore attrattività al tessuto economico e produttivo del Lazio.

Partiamo da qui. Per rendere più forte il nostro territorio».

Categorie: RSS Tuscia

Covid: 687 nuovi casi, morto un 76enne di Civita Castellana

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20

687 casi accertati di positività al COVID-19 sono stati comunicati, entro le ore 11, al Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo.

Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 

207 a Viterbo,

41 a Vetralla,

39 a Montefiascone,

32 a Montalto di Castro,

32 a Soriano nel Cimino,

31 a Tuscania,

21 a Vitorchiano,

20 a Orte,

19 a Tarquinia,

18 a Fabrica di Roma,

14 a Caprarola,

12 a Nepi,

11 a Capranica,

11 a Marta,

11 a Ronciglione,

11 a Sutri,

11 a Valentano,

10 ad Acquapendente,

9 a Corchiano,

7 a Canepina,

7 a Farnese,

7 a Monterosi,

7 a Vallerano,

6 a Bolsena,

6 a Castiglione in Teverina,

6 a Civita Castellana,

5 a Bassano Romano,

5 a Blera,

5 a Cellere,

5 a Gallese,

5 a Onano,

5 a Oriolo Romano,

5 a Vignanello,

4 a Bagnoregio,

4 a Bomarzo,

4 a Calcata,

4 a Grotte di Castro,

4 a Vejano,

3 a Celleno,

3 a Faleria,

2 a Civitella d'Agliano,

2 a Gradoli,

2 a Graffignano,

2 a Piansano,

2 a San Lorenzo Nuovo,

1 ad Arlena di Castro,

1 a Barbarano Romano,

1 a Capodimonte,

1 a Carbognano,

1 a Castel Sant'Elia,

1 a Ischia di Castro,

1 a Lubriano,

1 a Proceno,

1 a Vasanello,

1 a Villa San Giovanni in Tuscia.

Dei casi odierni, tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 34244.

La Asl, con estremo rammarico, comunica inoltre il decesso di 1 paziente di 76 anni residente nel comune di Civita Castellana, ricoverato presso l'ospedale Belcolle.

Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione dal COVID-19 di 324 pazienti residenti nei seguenti comuni: 77 a Viterbo, 20 a Civita Castellana, 20 a Vetralla, 17 a Fabrica di Roma, 16 a Montefiascone, 14 a Vignanello, 12 a Vasanello, 10 a Nepi, 9 a Tarquinia, 8 a Caprarola, 8 a Monterosi, 8 a Orte, 8 a Soriano nel Cimino, 7 a Bolsena, 7 a Montalto di Castro, 6 a Grotte di Castro, 6 a Vallerano, 6 a Vitorchiano, 5 a Blera, 5 a Onano, 5 a Ronciglione, 5 a Valentano, 4 ad Acquapendente, 4 a Canino, 4 a Tuscania, 3 a Bassano Romano, 3 a Capranica, 3 a Faleria, 3 a Gallese, 2 a Castiglione in Teverina, 2 a Corchiano, 2 a Gradoli, 2 a Ischia di Castro, 2 a Proceno, 2 a Sutri, 1 a Bagnoregio, 1 a Bomarzo, 1 a Capodimonte, 1 a Carbognano, 1 a Farnese, 1 a Marta, 1 a Monte Romano, 1 a Oriolo Romano, 1 a Vejano. 

Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus, 32 sono attualmente ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 6 presso la Terapia intensiva COVID, 11 presso Medicina COVID, 9287 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Sale a 24416 il numero delle persone negativizzate, 492 sono le persone decedute. Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 273405 tamponi, 1975 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 30810.

 

Categorie: RSS Tuscia

Turismo, richiesti interventi straordinari per sostenere i lavoratori del settore

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20



VITERBO - “Il perdurare della crisi pandemica e il conseguente blocco dei flussi turistici hanno inasprito e aggravato le condizioni del comparto turistico del nostro Paese e della nostra regione. Il drammatico calo di fatturato registrato dalle imprese territoriali turistiche non ha favorito una ripresa e ha riversato conseguenze disastrose sul comparto in termini occupazionali e, quindi, su lavoratrici, lavoratori e intere famiglie. Come Regione Lazio abbiamo manifestato fin da subito la nostra vicinanza ai protagonisti della filiera del turismo e dell’intero indotto: i 40 milioni erogati come misure di sostegno e interventi di rilancio turistico, per quanto consistenti, non sono sufficienti per garantire una effettiva ripresa del comparto. Prontamente, insieme ai colleghi dell’Assessorato al Lavoro e allo Sviluppo Economico della Regione Lazio, Claudio Di Berardino e Paolo Orneli, abbiamo avviato tavoli di confronto con le parti datoriali e sindacali e ci siamo, altresì, fatti carico delle istanze presso il Governo inviando una nota al Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, al Ministro al Lavoro, Andrea Orlando, e al Ministro allo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti. In qualità di Assessore al Turismo, ho inviato una memoria alle Commissioni parlamentari Affari costituzionali e Bilancio, in vista del lavoro che il Parlamento sta svolgendo sul Decreto Milleproroghe, e ho attenzionato l’esigenza di un intervento stringente al Coordinatore della Commissione Politiche per il Turismo della Conferenza delle Regioni chiedendo di farsi portavoce di queste istanze, che accomunano le necessità di tutte le regioni italiane, nella prossima riunione della Commissione Turismo al fine di permettere alla Conferenza dei Presidenti di assumere una posizione unanime nei confronti del Governo.” - ha dichiarato Valentina Corrado, Assessore al Turismo della Regione Lazio.

 
“Chiediamo un intervento straordinario” - continua Corrado - “che agisca in diverse direzioni affinché non sia disperso un patrimonio di imprese e professionalità, tratto distintivo e vitale del turismo nazionale e locale. Richiesta parimenti utile a evitare una potenziale svendita delle attività a speculatori che fanno leva sulla necessità di liquidità e sul momento di criticità delle nostre imprese. Abbiamo chiesto misure di sostegno e interventi rivolti al tessuto turistico e utili alla salvaguardia occupazionale, come la proroga degli ammortizzatori sociali con decorrenza retroattiva con conseguente blocco dei licenziamenti, la proroga del credito d’imposta sui canoni di locazione, l’esonero del pagamento IMU, la proroga della moratoria sui pagamenti relativi a prestiti. Confidiamo in un riscontro zelante rendendoci sempre disponibili, come Regione Lazio, a un dialogo utile a individuare soluzioni adeguate. Solo attraverso un lavoro congiunto, sinergico e osmotico tra istituzioni, parti datoriali e sindacali, si può superare la crisi in atto e scongiurare la dispersione di un patrimonio fatto di imprese che da sempre caratterizzano il Lazio e rappresentano le nostre eccellenze nonché un’importante leva strategica ed economica del territorio.”

 “Il mio impegno è saldo nel proseguire a essere portavoce delle istanze manifestate dal comparto turistico rappresentando personalmente in tutte le sedi istituzionali di confronto con il Governo le profonde difficoltà di un intero settore che non può più attendere.” - ha concluso Corrado.

Valentina Corrado, Assessore al Turismo della Regione Lazio.

Categorie: RSS Tuscia

Servizio Civile, c'è tempo fino al 26 gennaio per presentare la domanda

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20



CIVITA CASTELLANA - Ancora aperte le iscrizioni per aderire al bando Servizio Civile Universale.
L’assessorato alle Politiche sociali invita a aderire al programma ministeriale: c’è tempo fino al 26 gennaio 2022 per fare domanda.
L’invito a partecipare è rivolto ai giovani di età compresa tra i diciotto e i ventotto anni. Sul sito istituzionale comunale sono presenti gli avvisi ai seguenti link:

https://www.comune.civitacastellana.vt.it/pagine.php?idPag=482 per il Bando Servizio Civile Universale 'Inclusione sociale nella Tuscia': aperta la candidatura per operatori volontari;

https://www.comune.civitacastellana.vt.it/pagine.php?idPag=481 per il bando Servizio Civile Universale 'Tuscia Digitale': aperta la candidatura per operatori volontari;

https://www.comune.civitacastellana.vt.it/pagine.php?idPag=480 per il bando Servizio Civile Universale 'Inclusione sociale dalla Tuscia alla Sabina': aperta la candidatura per operatori volontari.
 
Ci sono ancora dei posti disponibili per prestare servizio presso il comune di Civita Castellana. Ogni informazione al riguardo è riportata nella documentazione pubblicata sul sito-web istituzionale dove è possibile scaricare anche la modulistica per le candidature.

Per ulteriori informazioni a riguardo è possibile rivolgersi allo sportello Punto Europa degli uffici comunali in Via S.S. Martiri Giovanni e Marciano, (e-mail di riferimento puntoeuropa.civitacastellana@comune.civitacastellana.vt.it e PEC comune.civitacastellana@legalmail.it, tel. 0761.590403) oppure all’Ufficio Nomina Srl (tel. 0802.146189 e 329.2417478).

Categorie: RSS Tuscia

'Cotral, per i dipendenti una criticità dopo l'altra'

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20

'Come di consueto Zingaretti e i suoi si prestano ai flash dei fotografi per i tagli di nastro ostentando rassicuranti sorrisi, come in occasione della presentazione odierna dei nuovi bus Cotral, ma andando a scavare nella realtà dei fatti, si scopre che anche per quanto riguarda l'azienda regionale del trasporto pubblico, c'è poco da gioire, soprattutto per i suoi tremila lavoratori.

Premi produzione e avanzamenti di carriera bloccati, turni che cambiano senza accordi sindacali, diventando, come nel caso di quelli cosiddetti 'a nastro', molto più lunghi di quelli concordati. La cronica carenza di autisti, evidenziata anche dalla stampa locale, è un segnale che dovrebbe far comprendere lo stato di agitazione della categoria, sfiancata da una competitività interna senza limiti, che porta i dipendenti a farsi la guerra l'uno con l'altro, con orari massacranti, pur di aspirare a improbabili miglioramenti della propria condizione che puntualmente non arrivano.

Da anni gli autisti chiedono di potersi dotare di una assicurazione in caso di incidenti, cosa che gli viene sempre rifiutata. Senza contare la presa in giro sulle mascherine. La presidente di Cotral proprio questo mese ha annunciato in lungo e in largo ai media la donazione da parte dell'azienda di dispositivi di protezione FFP2 agli utenti, ma queste non sono state fornite nemmeno ai lavoratori. Proprio sul fronte sanitario si consuma una delle criticità più sentite dai dipendenti della Cotral.

Dal 1 febbraio i verificatori dovranno risalire a bordo a controllare i titoli di viaggio, entrando in stretto contatto con i passeggeri, rischiando così di infettarsi negli spazi angusti dei mezzi, ancora una volta, tra l'altro, senza l'ausilio di membri delle forze dell'ordine, esponendo così il personale al rischio anche di scontri sociali e aggressioni, come più volte già è accaduto.

Come se non bastasse, lo scorso mese Cotral ha emanato un ordine di servizio che impone agli autisti non soltanto la verifica del biglietto a bordo, in un momento di recrudescenza della pandemia, ma introduce anche l'obbligo di utilizzare l'app monitoraggio passeggeri, un ulteriore sovraccarico di mansioni e di responsabilità che poteva tranquillamente essere affidato a meccanismi tecnologici contapersone. A Zingaretti, Colaceci, e Alessandri, consigliamo meno inaugurazioni roboanti e più rispetto e immediati provvedimenti a tutela di tutte quelle migliaia di lavoratori Cotral che, pur venendo da anni di sacrifici contrattuali, hanno permesso all'azienda di restare a galla in tempi complicati, senza fermarsi un attimo durante la pandemia, garantendo così in tutto e per tutto la continuità della mobilità regionale'.

Così in una nota il consigliere regionale della Lega, Daniele Giannini.

Categorie: RSS Tuscia

Nuovo successo per l’indirizzo Turistico del Cardarelli

News da viterbonews24.it - Gio, 20/01/2022 - 16:03
2022-01-20

TARQUINIA - Un altro importante successo per l’indirizzo Turistico dell’Istituto “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia. Nell’ambito delle attività di PCTO, già alternanza scuola-lavoro, la classe 3A Turistico ha partecipato ad un progetto indetto da Lazio Innova e Fondazione MAXXI, inserito nel programma “Startupper tra i banchi di scuola”, programma pensato per avvicinare gli studenti alla cultura dell’imprenditorialità, allo sviluppo della creatività, alla riflessione sul proprio futuro. Un futuro che, come si legge nel bando del concorso, “offra opportunità alle nuove generazioni puntando sul patrimonio artistico e culturale, su nuove forme di comunicazione, partecipazione e inclusione”.

 

Il progetto al quale ha partecipato la classe 3A Turistico, dal titolo “Alla scoperta di…” , ha visto gli studenti impegnati nella progettazione di itinerari che, sotto forma di gioco, diventano strumento di conoscenza e valorizzazione dello straordinario patrimonio storico, artistico, naturalistico ed enogastronomico della nostra terra.

 

Tra gli oltre 50 progetti partecipanti, realizzati da oltre mille studenti delle scuole del Lazio, la proposta della classe 3AT si è aggiudicata il Mentoring con gli esperti del MAXXI – Museo nazionale delle Arti del XXI secolo di Roma - e di Lazio Innova, ed è stata selezionata, assieme ad altri cinque progetti, per diventare una realtà fruibile da quanti vorranno cimentarsi in una caccia ai tesori di Tarquinia.

 

“Alla scoperta di Tarquinia e Corneto, tra realtà e fantasia!”, questo il titolo della proposta della classe 3A Turistico, prosegue ora la sua avventura. Essendo stati selezionati tra i sei progetti migliori del Lazio, ora gli studenti dovranno perfezionare il loro lavoro sotto la guida degli esperti del MAXXI e di Lazio Innova, che seguiranno il team “Turistic@mente” nel corso di un fitto calendario di incontri (per il momento online) e scambi con gli altri cinque progetti vincitori.

 

Non è la prima volta che gli studenti dell’indirizzo Turistico dell’Istituto “Vincenzo Cardarelli” si aggiudicano un importante riconoscimento da parte del MAXXI e di Lazio Innova: lo scorso anno la studentessa Giovanna Rizzuti ha vinto il Concorso fotografico “Istantanea”, con una splendida fotografia che narra la sua terra d’origine, la Sardegna.

Categorie: RSS Tuscia