News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 19 min 33 sec fa

Previsioni meteo per mercoledì 12 maggio

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - Tempo asciutto al mattino con qualche nube sparsa e ampi spazi di sereno nelle ore pomeridiane; in serata il tempo si manterrà stabile sempre con qualche nube. Temperature comprese tra +9°C e +19°C.

Lazio

Condizioni di tempo stabile nella giornata con cieli per lo più poco nuvolosi al mattino e sole prevalente nelle ore pomeridiane su tutto il Lazio; nubi sparse in serata sulla costa e sui settori interni. Peggiora nella notte sul Pontino.

AL NORD

Al mattino tempo stabile al nord-ovest con cieli sereni o parzialmente nuvolosi. Cieli nuvolosi con piogge sul Triveneto e cieli variabili con piogge sull'Emilia Romagna. Al pomeriggio piogge in estensione alle regioni di nord-ovest con nuvolosità variabile. Nessuna variazione in serata.

AL CENTRO

Al mattino tempo stabile con nuvolosità variabile o parzialmente nuvoloso, piogge su Toscana settentrionale e sereno in Abruzzo. Al pomeriggio cieli variabili con piogge su Umbria, Marche, Toscana orientale e Reatino, sereno altrove. In serata asciutto ovunque con cieli parzialmente nuvolosi.

AL SUD E SULLE ISOLE

Tempo in prevalenza stabile al meridione: al mattino cieli sereni sulle Isole Maggiori e parzialmente nuvoloso sulle restanti regioni, con locali piogge sulle coste tirreniche della Campania meridionale, Basilicata e Calabria settentrionale. Nel pomeriggio e in serata tempo asciutto ovunque con cieli sereni o parzialmente nuvolosi.

Temperature minime in diminuzione, massime in aumento al nord-ovest e in diminuzione altrove.

www.centrometeoitaliano.it

Categorie: RSS Tuscia

Bianchini, ''si torna alla normalità grazie agli imprenditori che si sono fatti ascoltare''

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - «Questa è una settimana decisiva. Attendiamo, giorno dopo giorno, il ritorno alla normalità, con il comparto dell'ospitalità a tavola messo finalmente nelle condizioni di poter programmare la ripresa a regime del lavoro. Se ora si parla di allentamento e/o abolizione del coprifuoco e di riaperture totali, è grazie ai 'piccoli', ai piccoli imprenditori di MIO Italia che da un anno circa, costantemente, pazientemente e con determinazione portano avanti le istanze di un settore irragionevolmente penalizzato da restrizioni di tipo ideologico, non supportate da evidenze scientifiche. È grazie alle proteste fragorose ma anche e soprattutto alle interlocuzioni con politici attenti e aperti all'ascolto, che ora si può cominciare a programmare e a sperare nel ritorno alla piena attività».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente di MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.

 

 

Categorie: RSS Tuscia

Riattivata ZTL nel centro storico

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - Attiva da oggi, 11 maggio, la ZTL centro storico, denominata CS. Sono di nuovo attivi i tre varchi di accesso alla zona medievale cittadina, collocati in via San Lorenzo (ingresso da piazza del Plebiscito), via Chigi (all’altezza di via Sant’Antonio) e ponte di Paradosso. Sono quindi tornate in vigore le fasce orarie stabilite con apposita ordinanza lo scorso luglio.

NON sarà pertanto consentita la circolazione veicolare

 

– DAL LUNEDÌ AL VENERDI: dalle ore 19 alle ore 6 del giorno successivo;

– SABATO, DOMENICA E FESTIVI: dalle ore 10,30 alle ore 6 del giorno successivo.

In tali fasce orarie la ztl sarà chiusa al traffico veicolare (eccetto autorizzati).

 

 

Si ribadisce che la ztl CS ricomprende l’ambito viario delimitato da via San Lorenzo, via del Ganfione, via Chigi, via e p.zza San Lorenzo, via Cardinal La Fontaine, via Valle Cupa, via del Ginnasio e l’adiacente area pedonale del quartiere San Pellegrino.

 

Restano invariati gli orari della zona pedonale di Corso Italia, via Roma e vie limitrofe.

Categorie: RSS Tuscia

Il Museo civico sarà aperto tutti i giorni della settimana

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - Museo civico Rossi Danielli aperto tutti i giorni della settimana, dalle ore 9 alle ore 19. Niente più giorno di chiusura settimanale del lunedì.

A darne notizia è l'assessore alla cultura e al turismo Marco De Carolis, che aggiunge: 'Una novità che avevo proposto lo scorso febbraio, approvata dalla giunta, ma purtroppo possibile solo per poche settimane, in quanto, le misure antiCovid disposte poco tempo dopo anche nel Lazio, non hanno più consentito l'apertura dei nostri musei. Dal 27 aprile è stata nuovamente possibile la riapertura. Confermiamo pertanto la modalità già concordata e ufficializzata nei mesi scorsi. Nessun giorno di chiusura settimanale'. Da ieri inoltre, fino al prossimo 26 maggio, l'ingresso sarà gratuito. 'In questi quindici giorni circa - spiega l'assessore De Carolis - verranno realizzati degli interventi di manutenzione necessari alla tutela delle opere e al mantenimento di alcuni ambienti. A seguito di tali lavori, vogliamo comunque garantire l'accesso alle aree non interessate dai lavori. Al tempo stesso, considerata la ridotta fruizione del museo, abbiamo ritenuto opportuno consentire l'ingresso gratuito fino a conclusione degli interventi, il cui termine è previsto per il prossimo 26 maggio'.

 

Come da indicazioni ministeriali, gli ingressi saranno contingentati o tali da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Il sabato e nei giorni festivi il servizio è assicurato a condizione che l'ingresso sia stato prenotato telefonicamente al numero 0761 348616 con almeno un giorno di anticipo. 'Il museo civico è un luogo sicuro – ha concluso l'assessore De Carolis – si può visitare in tutta tranquillità, osservando tutte le misure di sicurezza previste. In maniera responsabile e con attenzione'.

Categorie: RSS Tuscia

CortoLive La Fabbrica del Cortometraggio a palazzo Doria Pamphilj

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - Dal 14 al 16 maggio nello storico Palazzo Doria Pamphilj di San Martino al Cimino in provincia di Viterbo, spazio della Regione Lazio gestito da LAZIOcrea, prenderà vita la prima edizione di CortoLive – La Fabbrica del Cortometraggio.

La kermesse è parte del programma GenerAzioni Giovani delle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostengo della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la Gioventù' il progetto è organizzato dall'Associazione Procult nell'ambito di Biennale MArteLive Plus che sperimenta e lancia progetti artistici/culturali utilizzando l'energia prodotta dalla Biennale MArteLive.

L'antico Palazzo Doria Pamphili, voluto da Olimpia Maidalchini Pamphilj che, intorno alla metà del XVII secolo, affidò all'architetto Marcantonio De Rossi la trasformazione radicale del tessuto urbano di San Martino al Cimino, ospiterà CortoLive - La Fabbrica del Cortometraggio è un approfondimento sul nostro mondo e il nostro patrimonio artistico e culturale attraverso il linguaggio del cortometraggio riconsiderato come uno stile cinematografico che ha una sua peculiarità e una sua finalità estetica ben definite.

CortoLive ha l'obiettivo di ripensare il patrimonio culturale del Lazio tramite la creazione cinematografica, promuovere e stimolare i giovani cineasti a creare e a riflettere sul nostro mondo a partire dall'arte del Cortometraggio, che sia nel settore della fiction o quello del documentario attraverso l'utilizzo delle nuove tecnologie multimediali e la cooperazione tra i giovani artisti e il pubblico di riferimento, con la finalità di coinvolgere le nuove generazioni nello sviluppo socio-economico del loro territorio. Tematica principale: ripensare il concetto di centralità e di periferie del Lazio in rapporto diretto con le politiche di sviluppo eco-sostenibili e resilienti.

Il concorso metterà in risalto i luoghi sconosciuti, meno collegati, ma che hanno un alto interesse culturale, storico e paesaggistico.

CortoLive si svilupperà su diverse attività aperte ai partecipanti del programma, come un concorso

per giovani cineasti Laziali che prevede due categorie di partecipazione:

Premio CortoLive - Concorso di cortometraggi e Premio Doria Pamphilj - Creazione Cinematografica

I partecipanti di entrambe le categorie soggiorneranno a San Martino al Cimino per tutta la durata del progetto, e avranno l'opportunità di partecipare ad un ciclo di laboratori tenuti da 8 esperti e professionisti del settore cinematografico, che aiuteranno i giovani partecipanti a sviluppare le loro capacità attraverso approfondimenti sediting, sceneggiatura, fotografia, direzione di attori, consigli da un regista professionale, produzione.

Valorizzazione di un regista moderno chiave e d'ispirazione per le generazioni future: Wim Wenders, il regista esploratore

Wim Wenders ha da sempre indagato storie di personaggi che hanno dedicato la propria vita a migliorare anche quella degli altri. Sarà proposto anche uno dei sei documentari più celebri riguardanti il fotografo Brasiliano Sebastiao Salgado, Il Sale della Terra (2014).

Attraverso il suo cinema,il suo sguardo, Wim Wenders racconta personaggi che provano a cambiare il mondo partendo dalle loro idee.

Nell'ultima giornata si esibirà in concerto Laurent Petitgand, polistrumentista e compositore francese eclettico che ha lavorato alle musiche di molti film di Wim Wenders, tra i quali Il Sale della Terra; per chiudere l'evento in bellezza.

Categorie: RSS Tuscia

Blocco superstrada direzione Orte

19 min 33 sec fa
2021-05-11

SORIANO NEL CIMINO – Si è appena verificato un ingorgo sulla Superstrada in direzione Orte all’altezza di Soriano.

Non è chiaro il motivo del blocco, probabilmente dovuto ad un incidente, sul posto un ausiliario per gestire il traffico veicolare.

Categorie: RSS Tuscia

In fase di completamento il sistema irriguo della serra sperimentale

19 min 33 sec fa
2021-05-11

TARQUINIA - Gli alunni delle classi terze e quarta della sezione coordinati dall’ITP Francesco Marchese e da Silvano Di Giacinti del Centro Sperimentale di Arsial di Tarquinia stanno provvedendo alla realizzazione del sofisticato impianto portando avanti un progetto di Alternanza Scuola Lavoro che li vede quindi in prima persona protagonisti del completamento del progetto serra.

“Finalmente nonostante i grossi problemi che la situazione pandemica ha portato rallentando i diversi lavori iniziati a febbraio dello scorso anno, l’Istituto con tenacia e grande sacrificio completa una delle strutture cardine del progetto Agraria. L’impianto – commenta Odoardo Basili –risulta particolarmente complesso per il tipo di utilizzazione della struttura. Infatti la serra che ha una superficie complessiva di 420 mq, andrà a supportare diverse attività che contemporaneamente dovranno necessariamente essere sostenute con tecniche irrigue probabilmente differenti. Per tale motivo si sono creati nove settori indipendenti di irrigazione sovrapponendo in tutta l’area della serra diverse possibilità di intervento irriguo che vanno dall’ intervento irriguo per nebulizzazione, alla microirrigazione localizzata , sistemi di irrigazione per aspersione o irrigazione di tipo manuale.

In questa maniera sarà possibile settore per settore a seconda della tipologia di coltivazione e di prova adottare il sistema di irrigazione più adatto anche contemporaneamente.

Essendo una serra sperimentale e nello stesso tempo didattica si è cercato di impostare un impianto tecnologicamente avanzato per consentire agli studenti un approfondimento dei sistemi irrigui all’avanguardia anche dal punto di vista gestionale.

Ogni settore irriguo è infatti regolato con aperture automatiche tramite elettrovalvole che possono essere comandate con App di programmazione gestibili con programmi utilizzabili direttamente dagli smartphone.

Questo consentirà la gestione dell’impianto di irrigazione anche da remoto.

Nei prossimi giorni con l’acquisto di una serie di bancali da coltivazione a rete e in polistirene per sub irrigazione verrà completata la dotazione base della serra”

“E’ per me grandissima la soddisfazione – prosegue Laura Piroli - nel vedere in via di completamento un’opera che per il nostro Istituto è stata una grande sfida di organizzazione e sacrificio economico. Avere però a disposizione dei nostri alunni ma anche della comunità agricola dei nostri territori una struttura tecnologicamente avanzata oltre che fondamentale per il nostro progetto educativo ci ripaga ampiamente di tutti gli sforzi sostenuti.

Un particolare ringraziamento va rivolto a Piero Santelli, Technical Supervisor Toro Ag, che ha progettato gratuitamente l’impianto e che tramite la Toro Irrigazione ha permesso di farci ottenere in forma gratuita una fetta consistente dell’impianto di irrigazione della serra in particolare la parte dell’impianto tecnologicamente più avanzata.

Voglio infine ringraziare il Dott. Roberto Mariotti del Centro Sperimentale di Arsial di Tarquinia per la vicinanza continua con la nostra Sezione di Agraria.

Voglio inoltre esprimere la mia gratitudine a quanti hanno collaborato anche in maniera economica consistente affinchè quest’opera vedesse il completamento e che spero di potere ringraziare personalmente nella giornata che organizzeremo per inaugurare questo ulteriore tassello di sviluppo della nostra Sezione di Agraria”

Categorie: RSS Tuscia

AideXa e Confartigianato Viterbo uniscono le forze per facilitare

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - AideXa, la nuova piattaformafintech promossa da Roberto Nicastro e Federico Sforza per semplificare la vita a chi fa impresa sfruttando le nuove tecnologie e le opportunità offerte dall’open banking, ha siglato una partnership conConfartigianato Imprese di Viterbo, associazione autonoma e aperta a tutte le componenti dell’imprenditoria artigiana e delle pmi del Viterbese, che oggi rappresenta oltre 1500 aziende e imprenditori.In un momento storico così delicato per l’economia italiana, le due realtà uniscono le forze per offrire alle piccole e medie imprese nuove forme di accesso al credito.

 

Confartigianato Viterbo metterà a disposizione delle pmi la possibilità di accedere alle forme di finanziamento proposte da AideXa, come il servizio di instantlendingX Instant: un prestito a breve termine, destinato a coprire qualsiasi esigenza finanziaria, erogato direttamente online nel giro di 48h e senza bisogno di garanzie, né dell’apertura di un conto corrente (il finanziamento verrà, infatti, erogato direttamente sul conto corrente dell’impresa richiedente). Grazie alle novità introdotte dall’Open Banking - ovvero alla possibilità per le imprese e partite Iva di condividere i propri dati bancari con soggetti terzi -AideXaè in grado di analizzare i dati transazionali del cliente dell’ultimo periodo e stabilire in modo più accurato il reale livello di merito creditizio per fornire una risposta rapida, il tutto grazie all’ausilio di strumenti di intelligenza artificiale.

 

La partnership permetterà aConfartigianato Viterbodi rafforzare il proprio ruolo di leader nel supporto all’accesso al credito per le Pmi del territorio. Una mission che d’altronde viene portata avanti da tempo, grazie a FidImpresa, consorzio fidi accreditato dal Mediocredito centrale, che ha lo scopo di sostenere le imprese artigiane e le Pmi favorendone l’accesso al credito mediante la prestazione di garanzie a supporto delle operazioni di finanziamento bancarie dei propri associati, e grazie a Microcredito di Impresa, unico operatore diretto del Lazio iscritto al numero 12 nell’elenco della Banca d’Italia e strumento di inclusione finanziaria di grande valore per pmi e start up.

 

“Con questo accordo Confartigianato Viterbo rafforza la propria mission di supporto alle imprese per agevolarne l’accesso al credito – afferma Andrea De Simone, segretario provinciale dell’associazione e presidente di FidImpresae MDI-. Soprattutto in questo momento così delicato per la nostra economia, unire le forze con AideXa e promuovere i suoi strumenti di finanziamento facile e veloce per Confartigianato significa non solo consolidarsi come unico polo del credito per le pmi, con soluzioni a 360 gradi, ma soprattutto mettere a disposizione delle imprese del territorio opportunità sempre maggiori ed efficaci per tenere duro, per svilupparsi ed innovarsi guardando al futuro con meno apprensione”.

 

“Le imprese italiane, soprattutto quelle di dimensioni più contenute, oggi più che mai hanno bisogno di un sostegno concreto e di strumenti di finanziamento semplici, veloci e trasparenti per far fronte agli investimenti di cui hanno bisogno – dichiara Federico Sforza, amministratore delegato di AideXa -. Siamo lieti di mettere a disposizione di tutte le piccole imprese associate a Confartigianato Viterbo la nostra soluzione di finanziamento istantaneo, snellendo l’iter burocratico e offrendo una risposta in tempi brevi, con valutazioni ad hoc per ogni imprenditore”.

 

Inoltre, la partnership tra AideXae Confartigianato Imprese di Viterbo sarà strategica per diffondere tra le aziende del territorio un’adeguata formazione sul tema dell’open banking,una normativarivoluzionaria in grado di promuovere la concorrenza tra player e favorire la creazione di servizi finanziari innovativi per privati e Pmi.

Categorie: RSS Tuscia

Morire di lavoro nella Repubblica fondata sul lavoro

19 min 33 sec fa
2021-05-11

VITERBO - L’omicidio di Luana d’Orazio, straziata a 22 anni da un macchinario tessile come nell’800, ha temporaneamente squarciato il velo nell’opinione pubblica su quali siano le condizioni reali del lavoro oggi.

Non cadiamo però nell’indignazione di comodo di alcune sindacati né tantomeno nelle parole di vicinanza di Istituzioni e associazioni di categoria, sono tutti complici di questo e di tutti gli altri omicidi nel momento in cui rimangono silenti di fronte agli abusi continui da parte delle aziende e dei datori di lavoro. Dalla strage di 12 braccianti nel foggiano in appena 24 ore, USB Viterbo è sempre scesa in piazza per commemorare i lavoratori e sensibilizzare sul tema, nonostante gli inviti ad enti e istituzioni, mai nessuno ha partecipato.

I morti di lavoro non sono tutti giovani e belli, ma sono tutti vittima del sistema di sfruttamento a cui sono sottoposti.

In Italia, i lavoratori uccisi sono in media tre al giorno, mentre gli infortuni, spesso con esiti gravissimi e invalidanti per tutta la vita superano i 650 mila l’anno. Nessuno di questi è provocato da disattenzione o dalla casualità che un incidente possa accadere, sono tutti la conseguenza diretta delle condizioni di lavoro.

Pesa innanzitutto la sproporzione fra i carichi di lavoro e la capacità umana di sopportarlo, non dimentichiamo mai i braccianti che stramazzano al suolo stremati dopo 10 ore di lavoro sotto il sole o i commessi, stritolati nelle loro auto, mentre tentato di tornare a casa dopo l’ennesimo straordinario non riconosciuto.

Nelle fabbriche, i macchinari sono vecchi e pericolosi, mai sottoposti al dovuto adeguamento. Gli impianti di sicurezza, studiati appositamente per impedire che gli operai vengano risucchiati o travolti, non sono messi in funzione perché rallenterebbero il ritmo produttivo.

 

Ogni tanto, quando il lavoratore è giovane o è genitore da poco, assistiamo alle lacrime di comodo del politico di turno che poi fa finta di ignorare che il 35% del Pil nazionale proviene proprio dall’economica sommersa, fatta di lavoro grigio, con contratti precari a pochissime ore settimanali o completamente in nero, in cui non esistono diritti. Il cappio del licenziamento o del mancato rinnovo stritola tutti i lavoratori che chiedono il rispetto della normativa. Perché una normativa su salute e sicurezza esiste, emanata nel 2008 invece del ‘79, un’attesa di trent’anni per una legislazione fra le migliori in Europa che però non viene applicata. Mancano infatti i sistemi di controllo e sanzionamento, un’azienda ha una probabilità ogni vent’anni di subire un’ispezione, grazie al continuo svuotamento degli enti di controllo.

In base alle dichiarazioni dell'Ispettorato del lavoro di Viterbo, nonostante le aziende controllate siano un campione vi è un tasso di irregolarità altissimo. Nel settore edilizio, solo per fare un esempio, il 98% delle ditte non rispetta la normativa.

Molti datori si sono addirittura rifiutati di fornire la documentazione richiesta, questo esprime bene quale sia la paura delle aziende di subire sanzioni o chiusure in caso di abusi.

Del resto, gli ispettori della Asl sono solo 2 mila (rispetto ai 5 mila del 2009), quelli Inail appena 246, costretti anche a pagare la benzina delle auto per raggiungere i luoghi di lavoro, lo Stato rimborsa solo i mezzi pubblici. Ci immaginiamo l’Ispettore tentare di raggiungere un’isolato appezzamento agricolo di centinaia di ettari in pullman, certo potrebbe tentare la bicicletta come fanno i braccianti.

 

Nessun governo si è attivato in proposito o ha varato un programma di bonifica delle economie sommerse, che comportano anche evasione fiscale e contributiva. Sappiamo che l’Italia è il Paese che ha in proporzione agli abitanti più forze dell’ordine, eppure questo personale non viene impiegato né qualificato per il controllo sulla sicurezza e la regolarità del lavoro.

I partiti hanno paura di mettersi contro l’economia sommersa, che porta loro circa 10 milioni di voti, ma i lavoratori NO e siamo pronti a lottare perché il lavoro, così come recita la Costituzione, è espressione di se stessi, riscatto e produzione di ricchezza per la collettività, mai morte. Per questo USB Viterbo, con le testimonianze e l'aiuto dei lavoratori, ha pubblicato due inchieste sul mondo del lavoro, in particolare analizzando la catena del valore, commercio e agricoltura.

Vogliamo:

-l’introduzione del reato di omicidio sul lavoro,

-il potenziamento dei Rappresentati per La Sicurezza, che devono essere slegati dalle logiche di interesse di alcuni sindacati,

 

La lotta ha inizio e non ci fermeremo.

 

Riceviamo e pubblichiamo da Usb Viterbo

Categorie: RSS Tuscia

Ricordata suor Benedetta Frey

19 min 33 sec fa
2021-05-11

CANEPINA - Il 10 maggio con una S. Messa si è celebrata e ricordata la morte (108 anni) della Venerabile suor M. Benedetta Frey nella Chiesa della Duchessa in via S. Pietro alla presenza delle due monache, padre Alessandro sacerdote del Verbo Incarnato, don Gianluca Scrimieri parroco di Canepina ed ex vice postulatore che ha presieduto la S. Messa, e due suore del Verbo Incarnato venute da Orvieto che hanno animato la liturgia.

Vi è stata partecipazione di molti devoti, tra cui anche il presidente dell'Unitalsi. Don Gianluca ha esortato a vedere 'l'opera di Dio' compiuta in Suor M. Benedetta, come il Signore ha agito attraverso di lei e come con umiltà ha accolto il suo lungo stato di malattia; si può vedere in lei la serenità e il suo apostolato attraverso la preghiera, la sofferenza offerta, la carità anche rispondendo a molte lettere. La Frey è un dono per tutti, in Cristo tutto è possibile affrontare qualsiasi prova. Agli occhi del mondo la Frey non è utile a nessuno, alla società, una vita immobile così non vale la pena di essere vissuta, è una vita sprecata, senza senso. E' necessario un impegno da parte di tutti, parroci e laici per farla conoscere nei gruppi e nelle parrocchie. Ha aggiunto con l'impegno di ritrovarsi come devoti alcune volte durante l'anno.

Dopo la S. Messa padre Alessandro ha riferito cosa è avvenuto in Cile alcuni mesi fa, tanti fedeli hanno pregato per Filippo, un uomo sposato, che aveva un tumore al colon, si è risvegliato ed è guarito e anche convertito, ora prega con sua moglie, va alla S. Messa, prega il rosario. Non solo la guarigione fisica ma anche quella spirituale. Altre persone stanno pregando la Frey per altri due casi. E' tutto da vedere e valutare ed è compito della Chiesa. Noi preghiamo e speriamo che possa diventare un giorno 'beata'

 

Riceviamo e pubblichiamo da don Gianluca Scrimieri

Categorie: RSS Tuscia

Un pugnalone al giorno: Il Gruppo Torre Julia de Jacopo

19 min 33 sec fa
2021-05-11

AQUAPENDENTE - Nell’ambito della rubrica “Per non dimenticare: un Pugnalone al giorno per quindici giorni” presentiamo oggi ai nostri affezionati lettori il Gruppo Torre Julia de Jacopo. Nessuna vittoria ma tanti buoni piazzamenti per i bianco-rossi chi diedero alla luce nel 1985 l’attuale formazione. Due i secondi posti: nell’anno del battesimo con il bozzettista Marcello Rossie cinque anni dopo con il bozzettista Roberto Forlini. Ben cinque i quarti posti nel corso degli anni

Categorie: RSS Tuscia

Mister dei giovani e dei play off: Dal Canto guida il progetto gialloblù

3 ore 23 min fa
2021-05-11

VITERBO - Alessandro Dal Canto è il prescelto. Per un progetto che ha i giovani come valore aggiunto e che punta ai play off, il tecnico di Castel Franco Veneto, è la figura adeguata. Ha guidato la Nazionale Under 17 e la primavera di Empoli e Juventus. Con i toscani ha raggiunto anche la finale del torneo di Viareggio. 

Marco Arturo Romano, poi, questa stagione punta ai play off che l'allenatore ha già affrontato con Arezzo e Siena giocandosi anche una semifinale. Da  giorni si parlava di lui e dopo i fitti contatti, nella giornata di ieri, è arrivata la firma seguita dall'incontro in un locale di Bagnaia. 

Sarà lui a continuare il percorso di crescita iniziato da Taurino e ripreso da Maurizi, ma con un organico diverso. Messo il punto sulla panchina, per la società, è il momento di ricostruire la rosa intorno ai riconfermati dello scorso campionato e alzare l'asticella. 

Categorie: RSS Tuscia

Ritrovato bassorilievo di epoca romana rubato 50 anni fa a Castel Sant'Elia

3 ore 23 min fa
2021-05-11

CASTEL SANT'ELIA - I carabinieri del Comando per la Tutela del patrimonio culturale hanno recuperato un bassorilievo marmoreo di epoca romana sparito quasi cinquanta anni fa da una chiesa di Castel Sant’Elia.

L’opera è stata rinvenuta a febbraio del 2020, in un esercizio commerciale del settore antiquario in Umbria, ma la notizia del ritrovamento è stata diffusa solo nei giorni scorsi. Si tratta di un cippo votivo scolpito su entrambe le facciate, risalente al II secolo dopo Cristo. Un manufatto riscontrato rubato nel 1973 in danno di una chiesa di Castel Sant'Elia e censito fotograficamente all’interno della Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti.

La scoperta è stata effettuata durante una operazione mirata ad opera del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale, con il supporto dell'Arma territoriale. Obiettivo: contrastare il commercio di questo genere di reperti. Il bassorilievo è stato posto sotto sequestro.

I funzionari archeologi che hanno potuto visionarlo, hanno definito il manufatto di ''straordinaria rilevanza storico-artistica'' attribuendogli un valore di svariate centinaia di migliaia di euro.

''All’esito dell’attività d’indagine – spiega una nota - è stata denunciata contro una persona in stato di libertà per la ricettazione del bene culturale''.

Sono in totale, a livello nazionale, 501.574 i beni recuperati nell’anno 2020 dai carabinieri del Comando Tutela patrimonio culturale, reparto specializzato dell’Arma con sede a Roma (Piazza Sant’Ignazio) posto alle dirette dipendenze del Ministero della cultura e che conta un organico di circa trecento ''Detective dell’arte'' distribuiti fra sedici Nuclei Tpc più una sezione (che coprono l’area territoriale delle venti Regioni amministrative), il Reparto Operativo ubicato a Trastevere con le sue tre sezioni Archeologia, Antiquariato, Falsi e arte contemporanea, nonché vari Uffici, fra i quali la Sezione Elaborazione Dati che gestisce la Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, il database più antico ed esteso al mondo (oltre 1.300.000 files di opere da ricercare).

Categorie: RSS Tuscia

Vaccinarsi non è difficile. E più si accetta la situazione, più la situazione migliora

3 ore 23 min fa
2021-05-11

di Massimiliano Morelli

 

Ci sono luoghi nel Lazio dove vaccinarsi restituisce prestigio alla sanità italiana. La “Nuvola” di Roma e l’ospedale Belcolle di Viterbo rappresentano due esempi, ma senza togliere agli altri centri, tutti hanno bene o male qualcosa di virtuoso da raccontare. Ovunque chi deve ricevere la dose viene seguito con cura, l’idea degli appuntamenti evita il rischio di file e attese snervanti, l’unico momento di attesa è quel quarto d'ora post puntura che viene chiesto al vaccinato come attesa, qualora potesse esserci qualche problema. Ma sono i numeri a far ben sperare, oltre alle attenzioni di medici, infermieri e paramedici. Sono 26,9 i milioni di dosi di vaccino distribuite in Italia, di cui oltre 23 milioni già inoculate, mentre sono oltre 7 milioni le persone che hanno finito il ciclo vaccinale. I numeri sono indicativi sulla questione, è dell’89,4% la quota di popolazione di età superiore agli 80 anni che ha ricevuto una dose di vaccino, mentre il 74,64 per cento le ha avute entrambe; ed è del 70% la quota degli italiani immunizzati che potrebbe essere già raggiunta ad agosto. L’età media dei casi nell’ultima settimana si asseta sui 41 anni, mentre è anche la quota dei ricoveri è scesa: 65 anni. I casi però segnano un aumento nella fascia 0-9 anni. Infine, 127 è il tasso di incidenza di casi ogni centomila abitanti, in calo dai 146 della scorsa settimana. Per tornare al tracciamento serve che scenda a 50.

Categorie: RSS Tuscia

Vaccini anti-Covid, l'Europa non rinnova il contratto con Astrazeneca

3 ore 23 min fa
2021-05-11

Europa e Astrazeneca verso il divorzio: la Commissione non ha rinnovato il contratto con l'azienda anglo-svedese in scadenza alla fine di giugno. Una mossa attesa dopo che Bruxelles aveva avviato un'azione legale per inaffidabilità contro il produttore di vaccini anti-Covid. Intanto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, attacca: 'C'è carenza di vaccini a livello nazionale', mentre il Lazio esaurisce le prenotazioni di Pfizer per maggio e la Lombardia aprele somministrazioni per gli over 50.

 

Forte dei contratti siglati con gli altri rappresentanti di Big Pharma dimostratisi 'più affidabili', l'Europa si prepara dunque a interrompere le forniture di AstraZeneca con la fine del semestre.

 

La posizione dell'Ue - 'Non abbiamo rinnovato l'ordine dopo giugno. Vedremo cosa succederà', ha detto il commissario al Commercio interno, Thierry Breton. Quest'ultimo non ha espresso critiche nei confronti del vaccino, che ha invece definito 'molto interessante e molto buono', soprattutto 'per le condizioni logistiche e le temperature' cui può essere conservato. Ora, ha sottolineato tuttavia il commissario, 'abbiamo iniziato con Pfizer a lavorare con la seconda fase e i vaccini di seconda generazione'.

 

Il caso AstraZeneca - Nel primo trimestre dell'anno AstraZeneca ha consegnato alla Commissione europea un quarto delle dosi pattuite: 30 milioni invece di 120 milioni. Il vaccino ha poi avuto una storia difficile col blocco delle somministrazioni deciso per alcuni giorni dall'Ema, in seguito rientrato, mentre alcuni Paesi lo hanno definitivamente sospeso. Bruxelles ha dunque deciso di scommettere su altri produttori ritenuti più sicuri e in grado di soddisfare il fabbisogno dei 27 nella seconda parte dell'anno.

 

I vaccini in Italia - Anche in Italia, peraltro, l'appeal del siero anglosvedese è quanto mai altalenante. Nei frigoriferi ne rimangono conservate oltre un milione e mezzo di dosi, mentre è stato somministrato il 77% di quelle consegnate. Pfizer si attesta invece al 94% e Moderna al 73%.

 

Le iniziative - A Matera è stata poi quasi un flop 'l'Astranight' promossa dalla Regione Basilicata, dedicata alla somministrazione libera del vaccino AstraZeneca alle persone fra 60 e 79 anni: su 750 dosi disponibili, ne sono state iniettate 250. E' andata meglio all'Open day di Rieti organizzato nel weekend. L'iniziativa sarà replicata anche nel prossimo fine settimana e non è escluso che sarà estesa ad altre località, Roma compresa. In questo modo potrebbero essere più facilmente smaltite le quantità accumulate nei frigo.

 

Fonte tgcom24.it

Categorie: RSS Tuscia

Andrea Bocelli a Viterbo

Lun, 10/05/2021 - 20:44
2021-05-10

VITERBO – The Journey Andrea Bocelli, questa mattina le riprese per il documentario televisivo della Cineroma nel quartiere medievale della città. Ieri le riprese hanno interessato San Martino al Cimino. A portare i saluti della città di Viterbo al noto tenore e cantante sono stati questa mattina il sindaco Giovanni Maria Arena e l'assessore alla film commission Alessia Mancini.

'Un grande onore accogliere nella nostra città un artista conosciuto e apprezzato a livello mondiale come Bocelli - ha sottolineato il sindaco Arena dopo l'incontro avvenuto a valle Faul, dove la produzione ha allestito per l'occasione il campo base -. Un bellissimo progetto quello di cui è protagonista, insieme ai suoi cavalli, lungo un importante tratto della via Francigena. Da qualche giorno Andrea Bocelli è cittadino onorario di Sutri, un figlio della Tuscia. Sarà sempre il benvenuto anche nella nostra città, sia per un altro dei suoi progetti o semplicemente per una sua visita privata, insieme alla sua famiglia'.

 

'Insieme al sindaco abbiamo avuto modo di scambiare due parole con Andrea Bocelli questa mattina - ha aggiunto l'assessore Mancini -. Da qualche giorno è nella Tuscia, da ieri a San Martino e oggi a Viterbo. Ci ha confidato di essersi trovato molto bene, sia a livello organizzativo, sia come accoglienza. E questo per noi è importante. Rinnovo il mio ringraziamento anche alla Cineroma per la collaborazione mostrata in questi giorni e per la promozione che garantirà al nostro territorio attraverso questo affascinante documentario'.

(La foto di Andrea Bocelli in piazza San Lorenzo è stata gentilmente concessa da Irene Temperini.)

Categorie: RSS Tuscia

E' nata Italian Human Connections Ets

Lun, 10/05/2021 - 20:44
2021-05-10

BOMARZO - Si è svolta a San Martino al Cimino, con il patrocinio del Comune di Bomarzo, l'inaugurazione di Italian Human Connections Ets (IHC), una associazione non profit nata da un intreccio di collaborazioni tra la Tuscia e gli Stati Uniti, con lo scopo di creare un reciproco scambio di amicizie e rapporti umani destinati a consolidarsi con l'organizzazione di viaggi. L'associazione si impegna ad estendere la promozione di rapporti e connessioni umane anche oltre gli Stati Uniti, assumendo una connotazione sempre più internazionale.

Un gruppo di amici si sono riuniti intorno all'idea per cui promuovere, costruire e rafforzare un network di relazioni interpersonali, sia a livello locale che internazionale, nutre interiormente, arricchisce sul piano culturale e sostiene nell'ambito emotivo. Un network internazionale così costituito è inoltre fonte di grandi opportunità che si manifestano soprattutto nelle attività di incoming portate avanti dagli operatori del settore turistico. Operatori che sono ormai pronti ad offrire pacchetti sempre più esperienziali, che privilegiano il contatto con le comunità locali e rendono la Tuscia una destinazione umana.

Italian Human Connections ha già avviato una serie di attività che puntano alla costruzione ed estensione del patrimonio umano su cui tutti i soci potranno investire per la creazione di idee e l'elaborazione di nuovi progetti. Attività online facilitano l'incontro di persone nel mondo attraverso book club, workshops, mostre in virtuale e tutorial di vario genere. A livello locale le interazioni e connessioni umane sono realizzate attraverso attività esperienziali e partecipative che spaziano dal trekking, visite di luoghi, seminari, laboratori, e così via.

Una delle attività prevalenti dell'associazione è inoltre promuovere il territorio attraverso blog, collaborazioni con riviste americane e divulgazione di podcast in lingua inglese mediante sponsorizzazione negli Stati Uniti.

All'interno dell'associazione è inoltre nata una collaborazione che ha portato alla nascita del progetto Incontri nella Tuscia di Sigfrido Junior Hobel e Giulia Marchetti, e da cui sono già nati cinque docufilm ambientati nella Tuscia. Il giorno dell'inaugurazione è stato anche occasione per proiettare il docufilm sulla Piramide Etrusca narrata da Salvatore Fosci.

L’associazione è stata presentato dalla Presidente Giulia Marchetti con l’intervento di Marco Perniconi, sindaco di Bomarzo, Pier Luca Balletti, cofondatore di IHCe Presidente di Federalberghi Viterbo, Dott. Angelo Landi confondatore, Sigrido Junior Hobel, cofondatoredi IHC e titolare di Project Tuscia, che ha prodotto il docufilm, e Salvarore Fosci che ha presentato il suo libro Vulcano Nascosto.

L'inaugurazione si è conclusa con una apericena in terrazza che è stata anche essa frutto di nuovi incontri e connessioni umane nel totale rispetto delle misure anticovid e del distanziamento sociale.

Categorie: RSS Tuscia

“Chiudiamo perché vogliamo riaprire”

Lun, 10/05/2021 - 17:43
2021-05-10

VITERBO - I negozianti del centro commerciale Tuscia aderiranno ad una protesta silenziosa organizzata dalle associazioni per il commercio ANCD-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, CNCC–Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione, per contestare le misure governative che impongono la chiusura nei giorni festivi e prefestivi in centri commerciali, outlet ed alcuni parchi commerciali.

La gestione del Centro Commerciale ha richiesto ai negozianti la volontà di aderire a questa iniziativa che prevede la chiusura del proprio locale per 10 minuti il giorno 11 maggio alle ore 11. Sebbene possa essere considerato un disagio per i propri clienti, cosa che di principio si vuole evitare, la gran parte degli operatori commerciali ha ritenuto preferibile e necessario far sentire la propria voce sugli aspetti che stanno penalizzando il settore.

Contiamo su una Vs. cortese considerazione per rendere pubblica questa iniziativa anche a livello locale.

Categorie: RSS Tuscia

NO della Regione Lazio che blocca l’inceneritore di Tarquinia

Lun, 10/05/2021 - 17:43
2021-05-10

TARQUINIA - Nelle prime ore di questa mattina è arrivata la notizia del parere negativo della Regione Lazio sulla Valutazione dell'Impatto Ambientale del progetto, una notizia che fa esultare l’intera cittadinanza, i comitati ambientalisti e l’Amministrazione comunale.

 Così si legge nella comunicazione della Regione: “Con riferimento al procedimento relativo al progetto denominato ‘Impianto di recupero energetico di Tarquinia in località Pian D’Organo – Pian dei Cipressi, Proponente società A2A Ambiente SpA’, il RUP ha comunicato l’esito negativo della valutazione di impatto ambientale, per cui si rende necessario procedere ai sensi dell’art. 10bis della legge 241/1990 ‘Comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza’. Si è osservato altresì che quanto stabilito nella DGR 132/2018 il provvedimento di VIA ed il conseguente Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale consiste in una determinazione motivata che viene adottata dal direttore facente capo all’Area Valutazione Impatto Ambientale, in quanto Autorità Competente in materia di VIA ai sensi dell’art. 27bis del D.Lgs. 152/2006.Il Rappresentante Unico Regionale, nominato il 12/04/2021, per le conferenze di servizi decisorie per la procedura di valutazione di Impatto, visto il prefigurarsi dell’esito negativo del procedimento, ha predisposto che lo stesso venga comunicato alla società proponente”.

 Il Sindaco Alessandro Giulivi dichiara: “Le nostre battaglie legali, politiche e amministrative portate avanti insieme ai cittadini di Tarquinia e del comprensorio hanno prodotto un risultato che aspettavamo da molto tempo e del quale non abbiamo mai dubitato.

Questo impianto è dannoso. Lo abbiamo detto chiaramente in tutte le sedi istituzionali e giuridiche, lo hanno sostenuto tutti i cittadini con il loro impegno. Finalmente si inizia a scrivere la parola fine a quello che sarebbe stato uno scempio ambientale.

Abbiamo creduto fin da subito in questa battaglia, condotta fianco a fianco alle associazioni ambientaliste, ai cittadini ed alle Istituzioni pubbliche che come noi erano contrarie alla nascita di questo impianto.

Oggi è la vittoria del territorio, di tutti i cittadini, della buona politica e del buon senso. È la vittoria di chi persegue le finalità del bene comune e dell’interesse collettivo, il frutto di una sinergia completa tra Istituzioni e cittadinanza attiva.

Questo risultato è stato raggiunto perché ognuno, per la propria parte, ha dato il suo contributo. È una vittoria di tutti. È frutto di un lavoro che, se svolto in maniera professionale, umile, coinvolgente, senza colori politici, come abbiamo fatto,conduce ai risultati attesi. Ora auspichiamo che la Regione trovi una soluzione per il problema dei rifiuti compatibile con la vocazione dei nostri territori.

Per questo primo passo verso la definizione di una vittoria totale, ringrazio tutti coloro che si sono impegnati in prima linea, le associazioni Italia Nostra Onlus sezione Etruria, Associazione Forum Ambientalista Odv, Lipu Birdlife, Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia, Comitato Farnesiana 100%, Comitato per la difesa della valle del Mignone, le Amministrazioni Comunali che hanno collaborato e, non ultima, l’intera Città di Tarquinia. Di certo noi non ci fermiamo qui e continuiamo a tenere alta l’attenzione.”

Categorie: RSS Tuscia

Riqualificazione pavimentazioni stradali, lavori in corso su Piazzale Romiti

Lun, 10/05/2021 - 17:43
2021-05-10

VITERBO - Lavori in corso su piazzale Maresciallo M. Romiti. A darne notizia l'assessore ai lavori pubblici e alla viabilità Laura Allegrini, sul posto questa mattina insieme ai tecnici comunali. 'Come preannunciato la scorsa settimana, sono partiti i

lavori per la riqualificazione delle pavimentazioni di via A. Fleming, via M.llo M. Romiti, compresi i parcheggi adiacenti la Questura, e strada delle Pietrare. L'intervento è in corso in queste ore su piazzale M.llo M. Romiti. Domani dovrebbe essere ultimato per poi proseguire su via M.llo M. Romiti, strada delle Pietrare e via Fleming. I lavori proseguiranno per fasi, si sta procedendo in maniera spedita e rapida per evitare disagi alla circolazione veicolare.

A questo proposito - aggiunge l'assessore Allegrini - voglio ricordare quelli che sono i provvedimenti riguardanti la sosta e la circolazione veicolare sui tratti di strada interessati dai lavori. Come riportato nell'ordinanza, collocata sull'apposita segnaletica in prossimità dei luoghi interessati, su via Fleming, via Romiti (compresi parcheggi adiacenti la Questura e quelli tra via delle Pietrare e via Romiti) e strada delle Pietrare è istituito il divieto di sosta con rimozione forzata dei veicoli. Se necessario, sarà istituito anche il senso unico alternato con restringimento della carreggiata, con traffico consentito ai soli residenti, agli intestatari dei passi carrabili presenti su tali vie, alle operazioni di carico e scarico merci per i titolari di esercizi commerciali presenti. Tre strade importanti, particolarmente ammalorate e con alta densità di traffico - conclude e ribadisce l'assessore Allegrini -. L'intervento non era più rinviabile. A conclusione dei lavori ne trarranno beneficio auto, mezzi di trasporto pubblici, e, non ultimo, i mezzi di soccorso diretti verso l'ospedale Belcolle' (ord. n. 197 del 28/4/2021, LLPP).

Categorie: RSS Tuscia