News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 1 ora 50 min fa

Albero caduto a Orte, riaperta la strada provinciale

1 ora 50 min fa
2020-06-03

ORTE - E' stata ripristinata da circa un’ora la viabilità lungo la Strada provinciale 51, all’altezza del cimitero.

L’arteria era rimasta bloccata per la caduta di una pianta. Sul posto una squadra della Protezione civile di Orte ed i carabinieri forestali.

Categorie: RSS Tuscia

Ronciglione, incontro in streaming con l'autore Gian Luca Campagna

1 ora 50 min fa
2020-06-03

Riceviamo e pubblichiamo.

RONCIGLIONE - La cultura a Ronciglione non si ferma, anche ai tempi del coronavirus. Il ciclo di incontri con l'autore, promosso dalla Biblioteca Comunale 'Romolo Bellatreccia' con il patrocinio del Comune di Ronciglione, era stato inaugurato lo scorso febbraio, per poi doversi arrestare a causa dell'emergenza sanitaria. Ora le responsabili della biblioteca, Tiziana Ceccarelli e Giovanna Saracino, hanno pensato bene di riprendere le fila del progetto che tanto era stato apprezzato dai cittadini, tenendo ovviamente conto delle nuove misure anti-contagio. Si riparte infatti in versione streaming, con una diretta dell'evento trasmessa sulla pagina facebook dell'Istituzione biblioteca comunale di Ronciglione.

Venerdì 5 giugno, alle ore 18, la biblioteca ospiterà Gian Luca Campagna, autore del romanzo noir 'L'estate del mirto selvatico' (Fratelli Frilli Editori). La presentazione si svolgerà alla sola presenza dell'autore, delle moderatrici Tiziana Ceccarelli e Giovanna Saracino, con l'intervento del consigliere delegato alle Politiche Culturali, Prof. Massimo Chiodi. 'Una biblioteca che ha sempre mantenuto viva la cultura, anche in pieno lockdown – ha commentato Chiodi - con attività da remoto volte a promuovere la lettura e a tenere compagnia ai ronciglionesi a casa, perché i libri non ci abbandonano mai. Ora si torna ad una parziale normalità, anche se in forma ancora straordinaria, infatti gli spazi della biblioteca hanno riaperto al pubblico ma le presentazioni verranno trasmesse in diretta streaming, per evitare assembramenti, nella speranza che presto possano tornare a svolgersi con il calore del contatto con il pubblico'.

 

 

 

Biblioteca comunale di Ronciglione

 

 

Categorie: RSS Tuscia

Punti prelievi, al via nuovo sistema di accesso con prenotazione obbligatoria

1 ora 50 min fa
2020-06-03

Riceviamo e pubblichiamo.

VITERBO - Da lunedì 8 giugno, presso la Cittadella della salute di Viterbo e negli ospedali di Belcolle e di Civita Castellana, partirà il nuovo sistema di accesso con prenotazione obbligatoria per il servizio Punto prelievi.

I nuovi percorsi per le prestazioni da Laboratorio analisi sono stati attivati per mantenere alti i livelli di sicurezza legati alle misure di prevenzione anti Covid, evitando tuttavia che i cittadini debbano attendere in coda per poter entrare nelle nostre strutture.

Nel corso della prima settimana, da lunedì 9 a sabato 13 giugno, sarà possibile prenotare gli appuntamenti per la settimana successiva e, contemporaneamente, al fine di consentire agli utenti di familiarizzare con le nuove indicazioni, sarà consentito l’abituale accesso diretto.

Da lunedì 15 giugno il metodo entrerà a pieno regime e sarà possibile effettuare i prelievi, solo dopo averli precedentemente prenotati.

Nei prossimi giorni il nuovo metodo sarà progressivamente applicato a tutte le strutture Asl dove è presente il servizio Cup.

Cosa cambia rispetto al passato

Con il sistema di prenotazione l’utente, che necessita di rivolgersi al punto prelievi, può prenotare durante tutto l’orario di apertura dei Cup, anche nel pomeriggio, la prestazione scegliendo il giorno, la sede e la fascia oraria.

Al Cup riceverà la conferma della prenotazione, l’etichetta da presentare al momento dell’esecuzione della prestazione agli operatori del Punto prelievo e, se lo desidera, le credenziali per poter scaricare online il suo referto, sulla piattaforma della Regione, LazioEscape.

Quando l’utente tornerà per il prelievo, nel giorno e nell’orario indicato, avrà un accesso prioritario e dedicato, al fine di non ripetere ulteriori attese.

Nei prossimi giorni, infine, l’Azienda comunicherà l’attivazione della App prenotami.cloud, con la quale i cittadini potranno prenotare un appuntamento al Cup e a tutti i servizi, sanitari, sociosanitari e amministrativi ad accesso libero, sia territoriali che ospedalieri.

''Siamo consapevoli – commenta il direttore generale Daniela Donetti – che stiamo chiedendo ai nostri utenti un cambiamento importante rispetto al modo tradizionale con il quale si approcciano da sempre al servizio, ma, passata la prima fase di naturale disorientamento, sono certa che i cambiamenti che stiamo mettendo in campo potranno tradursi in un miglioramento delle modalità di accesso, rispetto alle attuali''.

Asl Viterbo

 

Categorie: RSS Tuscia

L’Unitus al servizio delle scuole: dieci lezioni su Cittadinanza e Costituzione

4 ore 54 min fa
2020-06-03

VITERBO - Venerdì scorso si è concluso il ciclo di lezioni su ''Cittadinanza e Costituzione'' organizzato dal corso di laurea in Giurisprudenza dell’ateneo viterbese. L’iniziativa è stata accolta molto positivamente dalle scuole superiori. A distanza di pochi giorni, le dieci lezioni hanno attratto complessivamente più di 7000 visualizzazioni sul canale YouYube dell'Università della Tuscia, sul quale sono state trasmesse in diretta. E oltre 1500 studenti e docenti provenienti dalle scuole superiori di tutta Italia, da Palermo a Udine, hanno partecipato alla discussione con i docenti dell’ateneo viterbese che si è svolta nell’aula virtuale di Zoom al termine di ciascuna lezione. I video delle lezioni resteranno disponibili su YouTube, a beneficio degli studenti impegnati negli esami di maturità e a testimonianza del dinamismo dei giuristi dell'Ateneo viterbese, che, con la qualità delle loro ricerche, hanno assicurato l’inclusione del loro dipartimento tra i migliori 15 d’Italia nell’area giuridica per il quinquennio 2018-2022.

Le lezioni, pensate per fornire supporto alla didattica delle Scuole superiori nel difficile contesto attuale, si sono svolte con cadenza quotidiana dal 18 al 29 maggio in diretta su YouTube e sulla piattaforma Zoom, e hanno rappresentato un'occasione di riflessione sulla crisi aperta dalla pandemia di Covid-19. I docenti dell'Università della Tuscia hanno tenuto lezioni interattive, in forma di intervista e in dialogo con dottorandi e studenti dell’ateneo, discutendo dell’impatto della pandemia sulle libertà individuali, sulla giustizia, sul processo di integrazione europea e soprattutto sulla Costituzione. Il ciclo di lezioni ha così restituito a studenti e docenti delle scuole superiori un’idea di diritto come scienza sociale “calda”, in grado di dialogare con la storia e la letteratura antica, ma anche con il presente, dalla tecnologia allo sport, dall’Europa alle nuove declinazioni del diritto alla salute.

Categorie: RSS Tuscia

Giornate dell'ambiente al lago di Bolsena

4 ore 54 min fa
2020-06-03

BOLSENA – “Le persone soffrono, stanno morendo. I nostri ecosistemi stanno collassando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa…”. Questo è solo uno stralcio del lungo discorso pronunciato al Palazzo di Vetro dell’Onu da Greta Thunberg, l’attivista svedese che dallo scorso autunno sta lottando per lo sviluppo ecosostenibile e contro il cambiamento climatico. Parole che risuonano nella testa di molti, parole che fanno riflettere e ci spingono ad attivarci per ripulire il mondo e renderlo un posto migliore.

La giovane studentessa, a soli 16 anni ha smosso gli animi di molti e i suoi ideali sono diventati un esempio di speranza per molti/e ragazzi/e che desiderano il loro futuro in un mondo corretto, leale e pulito.

E in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, le Associazioni Idea e Punti di Vista di Bolsena con il patrocinio del comune, in collaborazione con l’Ass. La Porticella di Capodimonte e Bleu di Montefiascone, tutte da sempre a sostegno e promotrici di iniziative per la cura e la difesa dell’Ambiente, hanno organizzato due giornate di pulizia di spiagge e campagne che si affacciano sul Lago di Bolsena: ‘Pulisco il mio luogo del cuore’.

Come avviene ormai da anni, le Associazioni locali in questa data ricordano la Conferenza di Stoccolma del 1972, quando è nato il Programma dell’Onu per l’ambiente, istituito per informare la popolazione degli effetti del loro comportamento quotidiano sull’equilibrio dell’ecosistema.

Venerdì 5 giugno e sabato 6 giugno 2020, i/le cittadini/e sono invitati/e a uscire di casa con i guanti e sacchetti per pulire le strade, le spiagge e le campagne a loro più care.

Sarà una libera iniziativa di pulizia rivolta alla libera cittadinanza attiva, per curare e salvare i luoghi prediletti.

L’evento sarà anche social: basterà scattare una foto al termine dell’impegno e pubblicarla su Facebook o su Instagram, taggando l’Associazione Idea Bolsena.

Quest’anno la manifestazione ’Lago di Bolsena, un lago d’amare’, non si rivolge solo ai litorali ma allarga il proprio raggio d’azione anche verso i terreni, le foreste e le vie che stanno più a cuore alla gente.

Le Giornate della Terra nascono dall’impegno di un gruppo di associazioni locali, con l’intento di accrescere la conoscenza e la sensibilità della cittadinanza verso il meraviglioso territorio dell’alta Tuscia, patrimonio di biodiversità da preservare, con le sue acque, le campagne, i boschi.

“Il mondo si sta svegliando e, vi piaccia o no, il cambiamento sta arrivando”. Greta docet.

Laura Cirilli Ufficio stampa Associazione Idea Bolsena

 

Categorie: RSS Tuscia

Mario Paschetta nominato responsabile locale seniores di Forza Italia di Vetralla

4 ore 54 min fa
2020-06-03

VETRALLA -Il commissario di Forza Italia a Vetralla, Gennaro Giardino, d'intesa con il Coordinatore Provinciale dei Seniores, Carmelo Messina, dopo un'ampia consultazione e reciproca fiducia con il Coordinatore Provinciali Seniores, hanno provveduto ad una nuova figura importante all'interno di FI Vetralla, dando la nomina come responsabile locale Seniores al Ten. colonnello dei carabinieri in pensione Mario Paschetta.

Il Ten. Colonnello Paschetta persona preparata e stimata, curerà gli aspetti organizzativi e il tema dei Seniores di Quartiere incaricati di creare un rapporto con i militanti e i cittadini per qualunque genere di necessità non in grado di soddisfare autonomamente.

''È con grande soddisfazione che annuncio la nomina in Forza Italia Vetralla di Mario Paschetta, quale responsabile locale Seniores di Quartiere spiega Gennaro Giardino -. Stiamo iniziando un percorso per importante formato da persone con voglia di lavorare all'interno del nostro movimento politico. Serietà, impegno ed esperienza. Questi sono i criteri per organizzare Forza Italia Vetralla e su questo stiamo lavorando in intesa con il coordinamento provinciale''.

Carmelo Messina, coordinatore Provinciale FI

Gennaro Giardino, commissario FI Vetralla

 

Categorie: RSS Tuscia

Ripartono le visite guidate a Palazzo Brugiotti

4 ore 54 min fa
2020-06-03

VITERBO - Venerdì 5 giugno alle ore 11.00 e alle ore 17.00, riparte l’iniziativa organizzata dalla Fondazione Carivit dedicata alla scoperta di Palazzo Brugiotti, sede istituzionale dell’Ente, e dei preziosi dipinti custoditi al piano nobile. Una prestigiosa raccolta di opere d’arte di artisti “viterbesi” o che hanno avuto legami con la città di Viterbo, tra i quali Matteo Giovannetti, Cesare Nebbia, Giovan Francesco Romanelli, Domenico Corvi, Marco Benefial e Anton Angelo Bonifazi.

Le visite si terranno esclusivamente su prenotazione con punto di ritrovo presso il Museo della Ceramica della Tuscia, situato al piano terra di Palazzo Brugiotti, alle ore 10.50 la mattina e alle 16.50 il pomeriggio.

La prenotazione può essere effettuata via mail all’indirizzo museoceramicatuscia@fondazionecarivit.it, telefonando o lasciando un messaggio nella segreteria del numero 0761223674 o direttamente presso il Museo della Ceramica della Tuscia, via Cavour, 67 – Viterbo.

Nel rispetto delle norme in materia di contenimento del contagio da coronavirus, è consentito l’accesso per un massimo di 5 persone, è obbligatorio indossare la mascherina e è a disposizione dei visitatori il gel igienizzante per le mani.

 

Categorie: RSS Tuscia

'Gli Ambulanti di Forte dei Marmi” al Lido di Tarquinia

4 ore 54 min fa
2020-06-03

TARQUINIA - Speciale ed esclusivo appuntamento con l’evento-mercato più famoso d’Italia. Voglia di estate, di svago e di normalità e così arriva a grandissima richiesta a Tarquinia l’eccellenza dell’unico vero ed originale mercato di qualità de 'Gli Ambulanti di Forte dei Marmi'. Lo spettacolo delle famosissime 'boutique a cielo aperto' - con il meglio del Made in Italy artigianale, come pelletteria (borse e scarpe) di unica ed esclusiva fattura artigianale, la migliore produzione di cachemire, nuove collezioni moda, tessuti di arte fiorentina e tanta qualità garantita dal Consorzio al prezzo migliore - Vi aspetta domenica 7 giugno al lido di Tarquinia nella location estiva di Lungomare dei Tirreni. Dunque, una giornata da non perdere assolutamente per i tantissimi appassionati dell’originale Consorzio della zona! Sarà la festa dello shopping più glamour e conveniente, con orario continuato, anche in caso di maltempo, dalle 9 alle 20.

L'iniziativa è organizzata e promossa dalla Città di Tarquinia ed è stata resa possibile grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, attenta al movimento ed all’indotto turistico e commerciale generato da questo famosissimo mercato di qualità, e che intende posizionare con questo genere di eventi di livello e di richiamo la città di Tarquinia come importante polo di attrazione per le manifestazioni sul litorale laziale.

I famosi ambulanti toscani – ormai valutati oltre l’aspetto commerciale e divenuti un vero e proprio fenomeno di costume - tornano dunque nel Viterbese (dove sono davvero sempre attesissimi), per riportare anche qui le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle e di pubblico, che, non a caso, viene ormai comunemente definito 'evento-mercato'. La definizione non è casuale, ma vuole sottintendere l’unicità (nel panorama nazionale) e la valenza prima di tutto culturale, oltreché commerciale, della proposta. Non a caso, ormai, si parla del Consorzio 'Gli Ambulanti di Forte dei Marmi' (non solo in Italia ma anche all’estero) come di una “eccellenza italiana”. L’anno scorso, l’ormai mitico Consorzio ha organizzato oltre 100 tappe di questo spettacolo in giro per l’Italia, ovunque seguito da un pubblico di fans e appassionati del genere e generando importanti ricadute di indotto turistico e commerciale per le città ospitanti.

Tra le città più importanti già abitualmente toccate dallo show, ci sono Roma (con il prestigioso Patrocinio della Capitale), Milano, Torino, Perugia, Genova, Savona, Monza, Bologna, Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Pavia, Como, Cinisello Balsamo, Sesto San Giovanni, Vigevano, Legnano, Alessandria, Asti, Novara, Vercelli, Casale Monferrato, Alba, San Donà di Piave, Belluno, Conegliano, Pordenone, Gorizia, Trieste, Fiumicino, Viterbo, San Benedetto del Tronto, La Spezia, solo per citarne alcune, oltre a tanti altri bellissimi borghi e cittadine tipiche del nostro Belpaese.

Il Consorzio (depositario del marchio unico, originale e registrato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”), nato per primo nel 2002 dall’unione di alcuni dei migliori banchi presenti nello storico e famoso (nel mondo) mercato di Forte dei Marmi, con lo scopo di renderne itinerante lo spettacolo nelle piazze nazionali, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall'originale, ed è impegnato nelle competenti sedi legali in difesa della sua originalità ed unicità di marchio e format. Per capire quale sia il Consorzio originale e quali le imitazioni, è sufficiente guardare alla “data di nascita” per capire chi ha copiato chi (peraltro con risultati tutti da discutere).

Cosa c'è, infatti, di più originale di decine di “aziende ambulanti” d.o.c. (anche se, in questo caso, il termine è quanto mai riduttivo), provenienti dalla storica e blasonata location di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita è possibile trovare il meglio della tradizione toscana ed italiana dell'artigianato di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione nazionale di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina. La qualità è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. Bandite per statuto imitazioni e 'cineserie' di scarso pregio, è sui banchi de 'Gli Ambulanti di Forte di Marmi' che si trovano le nuove tendenze della moda, spesso riprese anche da tanti fashion blogs e magazines femminili.

'Il nostro è un invito - spiega il Presidente del Consorzio, Andrea Ceccarelli - a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l'immagine coordinata delle nostre bancarelle. Il nostro marchio è ormai sinonimo di shopping esclusivo e conveniente'.

Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date dei mercati dello show itinerante de 'Gli Ambulanti di Forte di Marmi®' è possibile consultare l’unico sito web ufficiale (attenzione ai 'fake') www.gliambulantidifortedeimarmi.it, dal quale si accede anche alla pagina Facebook da oltre 135mila fans reali e certificati ed alla App del Consorzio.

Evento di qualità con 'Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”

Domenica 7 giugno 2020 – Lungomare dei Tirreni – LIDO di TARQUINIA (VT)

Dalle 9.00 alle 20.00 con orario continuato anche in caso di maltempo

Categorie: RSS Tuscia

''Guarito l'ultimo paziente covid-19''

7 ore 54 min fa
2020-06-03

BASSANO ROMANO - A Bassano Romano è guarito l’ultimo paziente Covid. A darne comunicazione l’amministrazione comunale. ''Aspettavamo da tempo questa notizia e finalmente è arrivata. Anche l'ultimo nostro concittadino contagiato dal Covid-19 è risultato negativo al doppio tampone - scrive l'amministrazione nella propria pagina facebook - Ad oggi zero positivi nel nostro Comune!

Congratulazioni a Gianni Venturini e siamo tutti felici per lui e per tutta la sua famiglia che questo periodo di sofferenza sia terminato. Un abbraccio virtuale da tutta Bassano Romano. Adesso, a maggior ragione, continuiamo ad osservare le norme per salvaguardare la nostra salute!''

Categorie: RSS Tuscia

Previsioni meteo per giovedì 4 giugno

7 ore 54 min fa
2020-06-03

Viterbo

Tempo asciutto nel corso della mattinata e poi anche nel pomeriggio con cieli irregolarmente nuvolosi; instabilità attesa in serata con piogge e temporali intensi nella notte. Temperature comprese tra +13°C e +23°C.

Lazio

Tempo stabile nel corso delle ore diurne con nuvolosità irregolare sulla costa e sulle zone interne; un peggioramento atteso tra la sera e la notte porterà temporali intensi estesi su tutto il territorio.

Al Nord

Intera giornata caratterizzata da maltempo a tratti molto intenso con piogge diffuse e temporali localmente di forte intensità. Fenomeni meno intensi solamente su Emilia-Romagna e valle d'Aosta. Possibili nubifragi al Nord Est in serata.

Al Centro

Variabilità prevalentemente asciutta al mattino, repentino peggioramento atteso al pomeriggio e nelle ore serali con temporali che dalla Toscana si estenderanno anche a Umbria e Lazio.

Al Sud e sulle Isole

Inizio di giornata all'insegna del bel tempo e del sole prevalente su tutti i settori. Peggiora dalla sera-notte sulle isole maggiori e nord della Campania con temporali sparsi.

Temperature in calo al Centro-Nord

www.centrometeoitaliano.it

Categorie: RSS Tuscia

Covid, due guariti e nessun nuovo caso

7 ore 54 min fa
2020-06-03

VITERBO - Nessun caso accertato di positività al COVID-19 è stato comunicato, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo.

In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, restano a 462 di cui 23 sono i casi accertati in strutture extra Asl.

Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la guarigione dal COVID-19 di 2 pazienti, avendo ricevuto la refertazione di negatività rispetto a due tamponi eseguiti consecutivamente a distanza di alcuni giorni.

I cittadini sono residenti, o domiciliati, nei seguenti comuni: 1 a Bassano Romano e 1 a Tuscania.

Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus: 34 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio, 4 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive. Sale a 400 il numero delle persone negativizzate e resta a 24 il numero delle persone decedute, a cui occorre aggiungere il paziente residente nella Tuscia e deceduto in una struttura ospedaliera fuori provincia.

Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 12971 tamponi, 62 nelle ultime 48 ore. Ad oggi 155 cittadini sono in isolamento domiciliare fiduciario, 3731 hanno invece concluso il periodo di isolamento.

Categorie: RSS Tuscia

Il maresciallo Riccobene nuovo comandante dei carabinieri di Graffignano

7 ore 54 min fa
2020-06-03

GRAFFIGNANO - Il Maresciallo Maggiore Rosario Giuseppe Riccobene da oggi è il nuovo Comandante alla Stazione dei Carabinieri di Graffignano. Siciliano di origine, ma da diversi anni in servizio nella Tuscia. In particolare, dopo aver svolto per due anni l’incarico di istruttore presso la Scuola Allievi Carabinieri di Roma, nel 1999 è arrivato alla Stazione Carabinieri di Farnese quale Sottufficiale in sottordine e nel 2003 viene trasferito a Bolsena, ove dal settembre dello scorso anno è stato Comandante in sede vacante.

Contestualmente, a ricoprire l’incarico di Comandante della Stazione, a Bolsena è arrivato il Maresciallo Maggiore Piergiorgio Scoparo. Viterbese, è stato Sottufficiale in Sottordine presso le Stazioni Carabinieri di Bassano del Grappa, Rignano Flaminio e Vitorchiano, poi addetto al Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Viterbo e da ultimo Comandante del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Viterbo.

Di seguito le parole del Sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli:

''A nome mio personale, di tutto il Consiglio Comunale e della cittadinanza di Bolsena saluto con grande affetto il Maresciallo Rosario Giuseppe Riccobene, che lascia il Comando della Stazione di Bolsena per quello del Comune di Graffignano. Per noi Giuseppe è stato un validissimo uomo di Stato che ha saputo lavorare con discrezione e profondo senso del dovere sul territorio di Bolsena. A lui i migliori auguri di buon lavoro. Accogliamo con grande entusiasmo il nuovo Comandante della Stazione Piergiorgio Scoparo, al quale rivolgiamo un caloroso benvenuto. L’Amministrazione sarà sempre pronta ad una fattiva e proficua collaborazione''.

 

Categorie: RSS Tuscia

Tuscia Libris, ecco i vincitori del primo premio letterario di Viterbo

7 ore 54 min fa
2020-06-03

VITERBO - In una cerimonia virtuale, figlia dei tempi che stiamo vivendo, ieri 2 giugno alle ore 16,00, alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune di Viterbo, Marco De Carolis, del Presidente della Provincia, Pietro Nocchi, e del Presidente de La Via degli Artisti, Giulio Della Rocca, si è svolta la Cerimonia di Premiazione della 1° edizione del Premio Letterario Nazionale Città di Viterbo – TUSCIA LIBRIS.

Un momento emozionante e ricco di suspense per i finalisti che erano stati svelati l’8 maggio.

Il Presidente del Premio, la brillante scrittrice viterbese Roberta Mezzabarba, ha snocciolato i nomi dei premiati lasciando ai giurati il compito di leggere le motivazioni dei premi stessi.

Ecco il podio, i premi speciali e le menzioni d’onore:

1° Premio - Maria Luisa Cocchi di Viterbo con il racconto “La stanza del filo bianco”

2° Premio - Giulia Benedetti di Viterbo con il racconto “Cymbalum”

3° Premio - Chiara Cesetti di Tuscania (VT) con il racconto “1943”

PREMIO CITTÀ DI VITERBO - Miglior Ricerca Storica PIKO CORDIS di Ascoli Piceno (AP) con il racconto “Clausi cum clave”

PREMIO DELLA CRITICA – Simona Pellegrino di Verona con il racconto “Mamerzio e la bussola l’oro”

ENCOMIO del PRESIDENTE DEL PREMIO - Fabia Romano di Udine con il racconto “La leggenda dell’alba del popolo nuovo”

PREMIO SPECIALE DEL PRESIDENTE DI GIURIA - Carla Ricci di Viterbo con il racconto “Viterbo al passato. Qua e là per le strade”

PREMIO SPECIALE “La Via degli Artisti” – Marco Patrignani di Vetralla (VT) con il racconto “Un nuovo amico”

PREMIO SPECIALE GIOVANI PROMESSE “La Via degli Artisti” – Aurora Marzetti di Viterbo con il racconto “Lo spirito dell’Abito Rosso”

REMIO SPECIALE PENNE IN ERBA – Federico Delle Cese di Canino (VT) con il racconto “Diario della quarantena”

Menzioni d’Onore (in ordine alfabetico)

- Flavia Cimagalli di Viterbo con in racconto “La clava dei Cimini”

- Silvia Favaretto di Marcon (VR) con in racconto “Isabel. Storia segreta di Elisabetta Farnese”

- Maria Grazia Fontana di Viterbo con in racconto “La favola mai scritta”

- Sabrina-Georgiana Jioan di Viterbo con in racconto “Il talento rende liberi”

- Ivano Petrucci di Manziana (RM) con in racconto “Il velo di Fescennia”

- Carlo Pizzoni di Viterbo con in racconto “La mummia di Bomarzo”

- Tiziana Tafani di Roma con in racconto “Lasciavo Roma”

Categorie: RSS Tuscia

Fornitore derubato in pieno giorno in via dell'Orologio Vecchio

10 ore 55 min fa
2020-06-03

VITERBO - Furto in pieno giorno questa mattina in via dell'Orologio Vecchio. La vittima un fornitore di alimentari. Intorno alle 9 il rifornitore del minimarket di Mirko è sceso per portare delle merci al negozio e ha lasciato incustodito il mezzo con gli effetti personali sul sedile. Una persona ha aperto lo sportello e si è impossessata di parte della merce e degli effetti personale. Il ladro è stato visto da alcuni passanti. Uno di loro ha anche urlato per richiamare l'attenzione e distoglierlo ma non è servito a nulla. Il ragazzo, descritto come un giovane con jeans corti, ha acciuffato il bottino ed è fuggito. Sul posto i carabinieri.

Categorie: RSS Tuscia

''Nessun divieto da parte della Regione Lazio. Solo presa in carico del paziente''

10 ore 55 min fa
2020-06-03

“In merito all’ordinanza regionale sull’apertura della mobilità interregionale si precisa che il divieto di circolare con una temperatura superiore a 37,5 è già previsto dal Dpcm del 26 aprile 2020. L’ordinanza regionale si limita a ribadire tale prescrizione stabilita dal Governo non ad istituirla. L’ordinanza regionale rafforza le misure di contact tracing prendendo in carico il cittadino qualora sia riscontrata una temperatura maggiore del 37,5 e avviando i controlli preposti”.

Lo precisa in una nota la Regione Lazio.

Categorie: RSS Tuscia

Fondi per le aree giochi, contributi affitto alle attività commerciali, sostegno alle fragilità

10 ore 55 min fa
2020-06-03

TASSE

Nella conferenza dei capigruppo del marzo del 2020, la prima in video conferenza chiesi la possibilità di valutare lo spostamento della spedizione delle bollette della TARI, come fece prontamente il Sindaco Decaro, nonché presidente dell’Anci Nazionale, l’amministrazione non decise in tal senso oggi dobbiamo lavorare ad una diversa distribuzione della parte variabile della tassa per venire in contro alle attività di ristorazione e in generale tutte le attività ricettive.

Il momento che viviamo comporta difficoltà economiche per le famiglie notevoli quindi un’attenzione va data anche al sostegno dei costi delle Bollette dell’acqua per le famiglie in difficoltà. Per questo si chiede uno stanziamento adeguato, fondato sul numero delle famiglie che il servizio sociale segue per sostenere i costi dell’acqua, bene primario.

SCUOLA

La scuola ha sostenuto in questa prima fase dell’emergenza sanitaria la prova più difficile. Gli insegnanti, gli operatori della scuola si sono trovati ad attivare dall’oggi al domani la didattica a distanza e lo hanno fatto in modo encomiabile. Le famiglie con difficoltà importanti in ogni caso anche quando vi erano mezzi materiali e umani hanno sostenuto i figli nella loro nuova esperienza. Non avevamo scelta e ce l’abbiamo fatta ma guai a pensare che il diritto allo studio sia stato garantito. Infatti questo sistema ha allargato le disuguaglianze sociali, almeno il 30% degli alunni si stima non segue le lezioni con assiduità per mancanza di un divide o mancanza di una connessione internet. A tal proposito il nostro prossimo bilancio deve avere uno stanziamento adeguato per consentire l’acquisto di strumenti informatici alle famiglie in difficoltà, per l’ordine di scuole di competenza del comune e lavorando insieme ai dirigenti scolastici alle oggettive necessità degli studenti. I fondi saranno utilizzati anche per sostenere i costi della rete.

Da subito va fatto un censimento degli spazi negli immobili di proprietà comunale per capire dove reperire e come aule per il prossimo settembre. E’ necessario stanziare dei fondi consistenti per l’edilizia scolastica per consentire anche modifiche interne alle scuole per realizzare aule più grandi ed adattare gli spazi alle nuove esigenze di distanziamento sociale.

BIMBI E FAMIGLIA

I bambini hanno pagato fortemente questi mesi di lockdown ad oggi i giochi nei parchi sono ancora chiusi perché il comune non riesce a garantire il protocollo di sicurezza relativo alla sanificazione delle aree giochi, non è accettabile. Serve immediatamente con i fondi a disposizione garantire una corretta fruizione delle aree giochi anche in vista della chiusura delle scuole e del fatto che i parchi restano uno dei pochi luoghi in cui portare i bambini.

Il Comune deve prevedere una modalità di sostegno per le famiglie che durante l’estate porteranno i loro figli presso i Grest che come tutto saranno organizzati nel rispetto dei protocolli Inail. Il comune deve garantire la frequentazione dei ragazzi coprendo l’intero costo per le famiglie non abbienti e contribuendo fino ad una certa fascia di reddito.

L’attività sportiva per i bimbi deve riprendere è una questione non rinviabile e con l’impoverirsi delle famiglie rischia di diventare un lusso e una conseguente rinuncia. Va stanziato un capitolo di bilancio dedicato per garantire il diritto allo sport.

LAVORI PUBBLICI

Il distanziamento sociale, l’incertezza per il futuro che caratterizzerà i mesi avvenire ci devono far riflettere sulle scelte strategiche della città. La direttrice maestra deve essere la sostenibilità, la tutela della salute e la salubrità dei luoghi. Anche per la nostra città diventa fondamentale rendersi fruibile in modalità green. Approfittando anche del bonus bici che il governo ha varato propongo il finanziamento e la realizzazione per stralci ma da intendersi priorità per la città di una sistema di piste ciclabili che consentano la locomozione dal centro a fuori le mura e viceversa con mezzi green. Solo i comuni sopra a 50.000 abitanti possono approfittare del bonus e nella nostra provincia solo Viterbo ne beneficerà dobbiamo cogliere questa grande opportunità e trasformarci in una città fruibile completamente ecologica. Vanno intensificati gli incentivi per le auto ecologiche, esenzione del costo dei parcheggi e l’installazione delle colonnine per le auto elettriche. Questo presuppone un investimento pluriennale.

COMMERCIO

TOSAP: va definita la delibera con cui si esonerano i commercianti dal pagarla. Al momento esiste un bando per ampliare gli spazi a disposizione in cui si rimanda ad un pagamento in un atto successivo.

TARI: Abbattimento per quello che la legge consente (sola parte variabile) per le attività ricettive e per tutte le partite iva.

CONTRIBUTI AFFITTO ATTIVITA’ COMMERCIALI: Per le attività che sono riuscite a sostenere il costo dell’affitto nelle mensilità di chiusura propongo l’istituzione di un capitolo di bilancio per sostenere parte dei costi del fitto sostenuto dalle aziende. Istituzione di un fondo da destinare alle botteghe di prossimità che vendono il 50% di prodotti a chilometro 0.

SOSTEGNO ABITATIVO

Fondo da istituire dove Il Comune acquisisce una serie di appartamenti nel centro storico ad un canone calmierato che pagherà ai proprietari per mettere a disposizione una casa alle famiglie in difficoltà che non hanno ancora ricevuto una abitazione ATER o ai senza tetto per favorire le politiche per la casa ma anche il ripopolamento del centro storico.

COME RENDERE LA VITA PIU’ A MISURA DEI CITTADINI

Attivare aree internet free (Prato giardino-Piazza del comune- Piazza della Rocca-Piazza delle Erbe- Piazza del Duomo …) con la possibilità di sedersi in postazioni veloci semplici da sanificare. Prevedere la stessa possibilità anche in luoghi al chiuso come la Biblioteca Comunale, l’area di valle Faul e alcuni Conventi (pensavo al chiostro della Trinità e a quello della Madonna della Quercia)

La possibilità di attivare la prenotazione di alcuni servizi a domicilio per la popolazione anziana a costo zero attraverso un numero telefonico e/o Qrcode basta una foto.( es. essere accompagnati dal medico o farsi ritirare la spesa)

Attivare una banca dati delle baby sitter qualificate – ALBO

Attivare dei corsi a distanza per l’alfabetizzazione informatica per grandi e ragazzi per fare pagamenti on line /bonifici da attivare con istituti di credito e poste italiane.

SERVIZI SOCIALI

Il periodo storico che stiamo vivendo, a causa della pandemia legata al COVID 19, difficilmente riusciremo a dimenticarlo. Ognuno di noi a partire dai bambini fino ad arrivare agli anziani si ricorderà il 2020 come l’anno in cui è stato necessario cambiare tutte le proprie abitudini. In un click siamo passati dalla scuola alla didattica a distanza, dal lavoro in ufficio allo smart working, dalla spesa al supermercato a quella online.

Le categorie che hanno maggiormente risentito di questa situazione sono sicuramente quelle più fragili come bambini/ragazzi, persone diversamente abili e anziani. Partendo da questo scenario appare quindi evidente come sia necessario mettere in campo azioni, integrate con il territorio, che coinvolgano in primis queste persone in modo da farli sentire i protagonisti della ricostruzione dopo il COVID. Si rendono quindi necessarie 2 azioni complementari:

Sostegno alle fragilità rispetto alle quali sarà necessario sostenere le famiglie e le persone che entreranno in una condizione di indigenza. Per questo è necessario che l’amministrazione preveda un impegno straordinario. Noi diamo disponibilità a concertare insieme tutte quelle azioni che potranno rendersi necessarie in un panorama che muterà di mese in mese. Difronte a povertà e solitudini nuove a cui l’amministrazione dovrà rispondere.

E’ altrettanto necessario immaginare nuove infrastrutture per il servizio sociale che coinvolgano in maniera strutturata le realtà del terzo settore. Sarà necessario affiancare le famiglie, la scuola, gli anziani, i diversamente abili con nuovi servizi di accompagnamento e coinvolgimento. Sarà utile sfruttare la lezione su modernizzazione e digitalizzazione anche nel settore dei servizi sociali che l’emergenza ha avviato.

ECONOMIA

Per far ripartire l’edilizia in città dobbiamo ''riaprire'' il Settore urbanistica del Comune. L’attuale situazione della gestione ad interim del dirigente dei lavori pubblici, persona assolutamente competente, per la mole di lavoro arretrato e per cogliere le possibilità anche di quel provvedimento governativo del 110% che da più parti si sta attendendo necessità di un cambio di organizzazione. Il personale in pensione va immediatamente sostituito. Non possiamo continuare a parlare di ripresa e lavoro se gli imprenditori o i cittadini non riescono ad avere interlocuzione.

Per far ripartire l’edilizia in maniera compatibile con la tutela del nostro territorio, adottare una delibera di consiglio che limitatamente al periodo 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 al fine di favorire l’utilizzo dell’Ecobonus in materia di risparmio energetico e adeguamento antisismico consenta di applicare l’articolo 5 c. 3 della legge sulla rigenerazione urbana (l. r. 7 del 2017) per incrementi volumetrici assai limitati legati alle finalità dell’Ecobonus.

CULTURA E TURISMO

Per dare una prospettiva vera alla nostra città dovremmo metterci nell’ottica di proporci ad un mercato profondamente cambiato e questo potrebbe anche favorirci se solo tutti noi, amministratori, imprenditori, operatori del settore, riuscissimo a cambiare mentalità e a capire che ci dobbiamo proporre in maniera coordinata offrendo al turista, che con molta titubanza si muoverà in questa estate, un’offerta che non troverà altrove. Perché dovrebbe scegliere noi e non Siena, Pisa etc

In questa ottica:

Il comune deve promuovere una campagna pubblicitaria per sostenerne le spese per conto degli operatori del settore per osare di più, per dare loro un sostegno vero. Una campagna pubblicitaria capillare per il segmento di mercato che più ci è vicino.

Rinviare i festival estivi in autunno come fanno in tutta Italia, è veramente difficile pensare di assembrare tante persone ad oggi.

Finanziare un bando di concorso nuovo per proposte inedite per tempi pandemia scegliere proposte su cui investire per il dopo pandemia e finanziarle in parte prima dell’evento e il saldo entro 30 giorni dalla fine dello stesso. Inserendo una premialità per le iniziative che possono diffondersi digitalmente.

Scegliere un unico luogo cittadino come teatro di posa da attrezzare a spese del Comune e mettere a disposizione degli eventi ritenuti validi dalla stessa.

Quanto esposto rappresenta un lavoro di proposta e di spunto che può essere migliorato e arricchito anche e soprattutto alla luce delle disponibilità di bilancio che al momento l’amministrazione non ci ha ancora fornito e che ognuno di noi può, in base alla sua esperienza, solo immaginare. Per costruire nel segno del Bene Comune per la nostra Comunità è necessario “camminare insieme” e condividere una strategia di ripresa.

Categorie: RSS Tuscia

Università della Tuscia contro Mibact, è battaglia davanti al Tar

10 ore 55 min fa
2020-06-03

VITERBO - Battaglia davanti al Tar tra Università della Tuscia e Ministero per i beni e le attività culturali sulla dichiarazione di notevole interesse pubblico dell’area denominata ''Dal Bullicame e Riello alle Masse di San Sisto'', nella parte che include anche zone di proprietà dell’Università degli Studi della Tuscia nell’ambito del vincolo paesaggistico.

Nei giorni scorsi il caso è stato trattato in camera di consiglio. L’Università, spiega il Tar chiede che il provvedimento venga rimosso perché ''si assoggetta a vincolo paesistico un’area molto vasta, composta di parti estremamente disomogenee, per espressa ammissione della PA, su cui già insiste un vincolo (le zone di interesse archeologico)''. Secondo l'ateneo l’ampia area in questione non ha le caratteristiche peculiari del paesaggio agrario tradizionale e ''non rappresenta un aspetto percettivo scenico e panoramico rilevante”, per cui l’assoggettamento a vincolo finirebbe per penalizzare gravemente i contrapposti interessi pubblici allo sviluppo culturale ed all’attività di ricerca scientifica condotta dall’Università ricorrente''.

Per il Ministero, invece, ''la nuova dichiarazione di notevole interesse pubblico non aggraverebbe la posizione della ricorrente che, comunque, deve sottoporre qualunque intervento sull’area in questione al previo parere della competente Soprintendenza e, pur ammettendo la sostanziale disomogeneità del territorio, afferma la necessità di estendere il vincolo a tutte le aree circostanti per assicurare la conservazione dei valori espressi dagli aspetti e caratteri peculiari del territorio considerato nella sua unitarietà in quanto lo stralcio dell’area di proprietà dell’Università degli Studi della Tuscia comporterebbero una destrutturazione dell’area ed una sottrazione non coerente con gli obiettivi conservativi prefissati creando un fattore di discontinuità e pregiudizio per la conservazione e valorizzazione del territorio''.

L’udienza è stata rinviata al 27 ottobre. Nel frattempo le parti dovranno fornire al Tar altra documentazione sull’area.

Categorie: RSS Tuscia

Consumo di alcolici su aree pubbliche: il divieto posticipato di due ore

10 ore 55 min fa
2020-06-03

ACQUAPENDENTE – L’ordinanza che vieta la vendita delle bevande alcoliche da asporto dalle 19 alle 6 ha funzionato. Nel primo week-end dall’entrata in vigore non si sono registrati particolari problemi. Chi ha consumato le bevande, dopo le 19, lo ha fatto ai tavoli dei locali, mentre sulle aree pubbliche non si sono creati particolari affollamenti o assembramenti, nel rispetto delle norme anti-covid. Il sindaco Angelo Ghinassi si è detto soddisfatto ma ha anche annunciato una modifica.

''Ci è sembrato opportuno aderire alle richieste degli esercizi pubblici come pizzerie, pub, e ristoranti che vendono cibi da asporto- – ha detto in un videomessaggio sulla pagina social del Comune -  posticipando di due ore l’inizio del divieto dalle 19 alle 21''. In questo modo viene fatta salva la possibilità per quelle attività che fanno l’asporto, di vendere bevande alcoliche. Questa ordinanza è operativa dal 1° giugno.

Nelle prossime ore, sarà emanato un ulteriore provvedimento, frutto di una riunione avuta lunedì da tutti i sindaci con il prefetto. Al termine di un confronto tra tutti i comuni della Tuscia si è convenuto sull’omogeneità di orario per bar e punti ristoro che potranno aprire non prima delle 5 e chiudere non più tardi delle 2. Ciascun sindaco ora emanerà la propria ordinanza.  ''Già nel prossimo fine settimana – ha detto Ghinassi – si avrà la possibilità per i bar della chiusura entro le 2. Vedremo in questo primo week-end come opereranno insieme le due ordinanze quella che vieta l’asporto delle bevande alcoliche dalle 21 alle 6 e chiusura dei bar alle 2''.

Categorie: RSS Tuscia

Ciambella (Pd): ''Viterbo può ripartire grazie alle opere urbanistiche''

10 ore 55 min fa
2020-06-03

VITERBO - E’ dall’urbanistica che può arrivare la spinta per far ripartire Viterbo. Ne è convinta Luisa Ciambella che sull’argomento ha presentato una serie di proposte all’ultima seduta del consiglio comunale. Il tutto all’interno di una mozione più ampia che il capogruppo del Pd, durante il suo intervento, ha riassunto in tre punti: ''Occuparsi dei poveri, sostenere il lavoro, puntare sull'innovazione''. (CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOCUMENTO INTEGRALE)

''In quanto capoluogo – ha spiegato Ciambella - Viterbo potrà contare in questa fase su misure ad hoc messe in campo da Governo e Regione. Ma sta a noi cogliere questa opportunità, potenziando un settore che al momento è in piena sofferenza per la mancata sostituzione dei dipendenti andati in pensione negli ultimi anni. Non possiamo continuare a parlare di ripresa e lavoro se gli imprenditori o i cittadini non riescono ad avere interlocuzione. Inoltre il dirigente, persona assolutamente competente, si deve dividere tra due settori che richiedono un impegno molto alto anche se presi singolarmente: l’Urbanistica, appunto, e i Lavori pubblici''.

Oltre al potenziamento degli uffici, secondo Ciambella bisogna anche scegliere i progetti giusti su cui puntare. Progetti che riescano a coniugare anche altre esigenze, non più rinviabili per Viterbo, come quella di una rivoluzione green. ''Approfittando anche del bonus bici che il governo ha varato propongo il finanziamento e la realizzazione per stralci ma da intendersi priorità per la città di una sistema di piste ciclabili che consentano la locomozione dal centro a fuori le mura e viceversa con mezzi green. Solo i comuni sopra a 50.000 abitanti possono approfittare del bonus e nella nostra provincia solo Viterbo ne beneficerà dobbiamo cogliere questa grande opportunità e trasformarci in una città fruibile completamente ecologica. Vanno intensificati gli incentivi per le auto ecologiche, esenzione del costo dei parcheggi e l’installazione delle colonnine per le auto elettriche. Questo presuppone un investimento pluriennale''.

Nell’edilizia, comparto che in provincia di Viterbo è ripartito con un certo slancio, ma che vive anni di profonda crisi, le opportunità non mancano. Al fine di favorire l’utilizzo dell’Ecobonus per il risparmio energetico e l'adeguamento antisismico, Ciambella ha proposto di applicare la legge sulla rigenerazione urbana per incrementi volumetrici limitati.

Un’altra voce importante della mozione sono le proposte per rendere la città più a misura d’uomo. Nell’ordine: attivare aree Internet free con la possibilità di sederci in postazioni veloci semplici da sanificare; la possibilità di attivare la prenotazione di alcuni servizi a domicilio per la popolazione anziana a costo zero; attivare una banca dati delle baby sitter qualificate; attivare dei corsi a distanza per l’alfabetizzazione informatica per grandi e ragazzi per fare pagamenti on line/bonifici da attivare con istituti di credito e poste italiane.

Per quanto riguarda l’istruzione, Ciambella ha chiesto che il Comune si faccia carico delle spese per l’acquisto di device per i ragazzi che vivono in famiglie meno abbienti e un confronto con i dirigenti degli istituti comprensivi della città per iniziare a ragionare insieme su come affrontare il prossimo anno scolastico con le norme del distanziamento. Un tema sul quale già nei giorni scorsi il capogruppo Pd aveva lanciato l’idea di sfruttare moduli prefabbricati, dotati di tutti i servizi che occorrono, là dove non sia possibile intervenire sugli edifici scolastici.

La mozione è stata approvata dal Consiglio comunale e sarà portata nuovamente in discussione con il Bilancio, in quella sede si deciderà quali di questi interventi finanziare.

Categorie: RSS Tuscia

Espropri per il fotovoltaico, coinvolti 60 proprietari terrieri

10 ore 55 min fa
2020-06-03

TESSENNANO - Continua l’avanzata del fotovoltaico in terra di Tuscia. Nei giorni scorsi la Provincia di Viterbo ha dato il via alle procedure per l’esproprio di aree funzionali alla realizzazione di un nuovo impianto. Interessati 60 proprietari terrieri. Il progetto riguarda la costruzione di un elettrodotto per collegare la zona dove sorgerà la centrale (35,424 MWp di potenza, nel comune di Tessennano, località Riserva) con rete elettrica nazionale (presso la sottostazione Terna ad Arlena).

Su disposizione della Regione Lazio, la Provincia di Viterbo ha attivato la procedura per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, nell’attesa della conclusione del procedimento di autorizzazione.

Si tratta di uno dei due impianti che dovrebbero sorgere nel territorio di Tessennano, l’altro riguarda un impianto della potenza di 20,160 MWp, in località Macchione. A loro volta, questi, rientrano tra i 24 progetti di fotovoltaico previsti nell’area compresa tra Viterbo, Tuscania e Montalto di Castro, contro alcuni dei quali sono stati presentati ricorsi al Tar da parte del Ministero peri beni culturali preoccupato per l’impatto di queste strutture su paesaggio e ambiente, a seguito del loro espandersi in terra di Tuscia. Per due di questi - Pian di Vico (sul quale pende un ricorso al Consiglio dei ministri) e Poggio delle Ginestre - il tribunale amministrativo ha respinto le richieste del Mibact.

Categorie: RSS Tuscia