News da viterbonews24.it

Abbonamento a feed News da viterbonews24.it News da viterbonews24.it
Quotidiano online di Viterbo
Aggiornato: 1 ora 6 min fa

Gadda: ''Il lavoro delle associazioni di volontariato fondamentale per limitare sprechi''

Mar, 20/02/2024 - 09:40
2024-02-20

 

Viterbo - “Parlate della legge 166 e fatela conoscere, la sinergia tra le associazioni di volontariato, gli operatori del terzo settore e le attività commerciali nonché gli enti pubblici sono essenziali per aiutare chi é in difficoltà e per limitare gli sprechi”. A parlare É la deputata Maria Chiara Gadda, ieri a Viterbo per un incontro con il sociale e per visitare l'Emporio solidale I care. “Il vostro lavoro è fondamentale per il sociale e per combattere gli sprechi”, afferma Gadda. La deputata, infatti, é promotrice della Legge 19 agosto 2016, n° 166, che ha lo scopo di evitare gli sprechi alimentari e prevede le disposizioni collegate alla donazione e distribuzione dei prodotti alimentari e farmaceutici, limitando così anche lo spreco. “Tra le varie novità subentrate con la legge c’é l’eliminazione dell’Iva sui prodotti donati alle associazioni”, prosegue Gadda.  “Il contrasto allo spreco é una delle priorità della nostra amministrazione e oggi siamo qui per rappresentare l’importanza di questo circuito di rete”, commenta la sindaca di Viterbo, Chiara Frontini. “Per noi questa legge rappresenta un punto di riferimento importante - conclude il presidente dell’associazione di volontariato Domenico Aruzzolo - perché ha rimosso alcuni dossi burocratici che rendevano difficile l’abbattimento dello spreco alimentare”.

Viterbo - “Parlate della legge 166 e fatela conoscere, la sinergia tra le associazioni di volontariato, gli operatori del terzo settore e le attività commerciali nonché gli enti pubblici sono essenziali per aiutare chi é in difficoltà e per limitare gli sprechi”.


A parlare É la deputata Maria Chiara Gadda, ieri a Viterbo per un incontro con il sociale e per visitare l'Emporio solidale I care. “Il vostro lavoro è fondamentale per il sociale e per combattere gli sprechi”, afferma Gadda.


La deputata, infatti, é promotrice della Legge 19 agosto 2016, n° 166, che ha lo scopo di evitare gli sprechi alimentari e prevede le disposizioni collegate alla donazione e distribuzione dei prodotti alimentari e farmaceutici, limitando così anche lo spreco.


“Tra le varie novità subentrate con la legge c’é l’eliminazione dell’Iva sui prodotti donati alle associazioni”, prosegue Gadda. 


“Il contrasto allo spreco é una delle priorità della nostra amministrazione e oggi siamo qui per rappresentare l’importanza di questo circuito di rete”, commenta la sindaca di Viterbo, Chiara Frontini.


“Per noi questa legge rappresenta un punto di riferimento importante - conclude il presidente dell’associazione di volontariato Domenico Aruzzolo - perché ha rimosso alcuni dossi burocratici che rendevano difficile l’abbattimento dello spreco alimentare”.

Categorie: RSS Tuscia

Bocconcini avvelenati a Santa Barbara

Mar, 20/02/2024 - 09:40
2024-02-20Viterbo - Strada delimitata con nastro bianco e rosso dopo aver ritrovato alcuni bocconi avvelenati lungo la strada. Lungo la strada Capretta, su una parte del prato, sono stati trovati questi bocconi e la via é stata ‘transennata’. La polizia locale, che ieri ha sostato per la via, ha informato i passanti e, soprattutto, cittadini a passeggio con il cane dell’accaduto.  Un gesto vile che ricade sui cuccioli quando la sporcizia nelle strade deriva solo da un comportamento sbagliato di alcuni cittadini che non puliscono i bisogni dei loro animali.

Viterbo - Strada delimitata con nastro bianco e rosso dopo aver ritrovato alcuni bocconi avvelenati lungo la strada.


Lungo la strada Capretta, su una parte del prato, sono stati trovati questi bocconi e la via é stata ‘transennata’.


La polizia locale, che ieri ha sostato per la via, ha informato i passanti e, soprattutto, cittadini a passeggio con il cane dell’accaduto. 


Un gesto vile che ricade sui cuccioli quando la sporcizia nelle strade deriva solo da un comportamento sbagliato di alcuni cittadini che non puliscono i bisogni dei loro animali.

Categorie: RSS Tuscia

Sette Apea della regione Lazio unite in un unico coordinamento

Mar, 20/02/2024 - 09:40
2024-02-20

 

CIVITA CASTELLANA - Nasce il coordinamento delle Apea della regione Lazio. Ne fanno parte sette realtà territoriali con l'obiettivo di sviluppare progetti e sinergie da tradurre in azioni concrete, nell'ottica della sostenibilità ambientale e dell'economia circolare.

Di questo, e del coordinamento tra attività affini, se ne è parlato venerdi scorso a Rieti, durante una tavola rotonda promossa da Federlazio che ha visto la presenza dell’amministratore delegato del Parco scientifico e tecnologico dell’Alto Lazio, Federico Rinaldi, del presidente del comitato di coordinamento dell’Apea di Rieti Green in Progress, Vincenzo Regnini e dei direttori di Federlazio di Viterbo e di Rieti, Giuseppe Crea e Mauro Giovannelli.

In rappresentanza della Tuscia erano presenti Antonio Sini e Alberto Cataldi, rispettivamente presidente e coordinatore dell'Apea del distretto industriale di Civita Castellana. Apea è l'acronimo di area produttiva ecologicamente attrezzata.

Entrambi hanno apportato utili spunti e raccontato quanto finora realizzato a Civita Castellana. Antonio Sini, che presiede l'Apea promotrice dell'iniziativa, ha evidenziato gli aspetti e le ricadute positive di questa nuova collaborazione tra enti territoriali. Per questo motivo è stato richiesto anche un incontro in regione con l'assessora Roberta Angelilli: 'Questa iniziativa - spiega Sini - che è stata approvata e condivisa da tutto il nostro comitato promotore, rappresenta l'esempio concreto di come le Apea possono unire le proprie competenze ed esperienze a vantaggio di progetti condivisi sul territorio. Mentre un tavolo di confronto periodico in regione sarà utile a portare le nostre istanze con un’unica voce e agevolare il rapporto con l'assessorato competente'.

'Le Apea - come ha ricordato Sini - rappresentano validi strumenti per consentire alle imprese il passaggio dal modello di sviluppo lineare a quello circolare. E in questa direzione dobbiamo proseguire all'unisono, allargando la conoscenza delle Apea ad una più ampia platea di soggetti pubblici e privati. Solo così riusciremo ad agevolare e contribuire allo sviluppo del tessuto economico, migliorandone l'impatto ambientale'. 

Hanno aderito al coordinamento: l'Apea del distretto industriale di Civita Castellana, Apea Alamer, Apea Cartoneco, Apea Rieti, Consorzio Dragona, Apea Ciociaria diffusa e l'Apea Viterbo Acquarossa.

Categorie: RSS Tuscia

Il comune di Tarquinia ricorda il dramma delle foibe

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

 

TARQUINIA - Giovedì 22 febbraio alle ore 17, presso l'aula consigliare del Comune di Tarquinia, si terrà la presentazione del libro '10 FEBBRAIO. Dalle Foibe all'esodo', alla presenza dell'autore, il sen. Roberto Menia, 'padre' della legge 30 marzo 2004 n. 92 con la quale la Repubblica riconosce il 10 febbraio quale 'Giorno del ricordo' al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

Le foibe, cavità carsiche tipiche del Friuli-Venezia Giulia e dell'Istria, durante e subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, divennero teatro di esecuzioni sommarie e di eccidi ai danni di migliaia di italiani da parte dei partigiani jugoslavi di Tito, una vera e propria pulizia etnica, con l'obiettivo di eliminare la popolazione italiana dalla Venezia-Giulia e dall'Istria e creare una Jugoslavia comunista omogenea.

Ma la tragedia non si esauriva nelle foibe. Contemporaneamente, un esodo biblico di proporzioni epiche prendeva vita. Il Trattato di Pace di Parigi, firmato il 10 febbraio 1947, assegnò alla Jugoslavia la maggior parte dell'Istria, Fiume e Zara, territori che per secoli avevano fatto parte della cultura e dell'identità italiana. Gli italiani residenti in questi territori persero la cittadinanza italiana e si videro costretti a scegliere tra accettare la cittadinanza jugoslava e rimanere nelle loro terre, con il rischio di persecuzioni, oppure optare per la cittadinanza italiana e abbandonare le loro case e le loro radici.

Circa 350.000 italiani furono costretti a lasciare per sempre le loro terre natie, i loro ricordi, per cercare rifugio in un'Italia stremata dalla guerra. Con valigie di cartone e cuori colmi di angoscia, partirono in treno, in nave, a piedi, verso un futuro incerto.

L'Istria, la Dalmazia e Fiume, terre che per secoli avevano fatto parte della cultura e dell'identità italiana, venivano strappate via. L'esodo giuliano-dalmata fu una ferita profonda che lacerò l'anima della nazione.

Il libro di Menia si dipana in diversi capitoli, ognuno dedicato a un protagonista o a un evento specifico, offrendo una panoramica completa del dramma.

Si racconta di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, violentata e gettata viva in una foiba. Il suo sorriso, ritratto in una foto divenuta simbolo del dramma, rappresenta la purezza e l'innocenza strappate via dalla brutalità.

Di Ivan Motika, luogotenente di Tito, responsabile di innumerevoli atrocità. Le 'corriere della morte' da lui ordinate partivano da Pisino cariche di innocenti e vi facevano ritorno cariche solo di dolore.

Di Arnaldo Harzarich, eroico uomo che rischiò la vita per recuperare i corpi degli infoibati, dando alle loro famiglie la possibilità di piangere i propri cari.

Un laborioso lavoro di documentazione, di ricerca, di restituzione di una narrazione orale costruito di vari tasselli, che insieme formano un mosaico per far riemergere dal profondo di una grotta una storia che in molti hanno voluto continuare a negare e nascondere per anni.

E se, una volta scoperta l'atrocità, sono proprio le voci degli infoibati che dal fondo delle fosse rimbombano, fino a creare un suono assordante perché non venga mai più occultata la verità, in questo senso il libro di Roberto Menia è un'opera d'amore e di memoria che si fa documento.

Una battaglia di civiltà e di verità storica quella condotta da Menia, figlio di un'esule istriana, che ha voluto raccogliere nel libro 'quelle storie che non si possono e non si debbono perdere, ma tramandare e affidare alla coscienza nazionale come insegnamento e monito. Storie di eroismo e di sofferenza, di morte e di vita, di stoicismo e di santità: un grande inno di italianità e di libertà.'

Un libro che rende omaggio al martirio degli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia che rappresenta senza dubbio una delle pagine più tristi della storia del nostro Paese e di cui occorre mantenerne vivo il ricordo con qualificate iniziative.

La presentazione del libro a Tarquinia è un importante momento di riflessione su questa tragedia ed è promossa dalla Città di Tarquinia insieme all'Unione degli Istriani.

Aprirà la presentazione il Sindaco Alessandro Giulivi per i saluti istituzionali per poi lasciare la parola a Simona Pellis, Coordinatore per il Lazio dell'Unione degli Istriani, che introdurrà l'appassionante intervento del sen. Menia il quale racconterà le storie di uomini e donne che hanno voluto conservare e mantenere viva la memoria della loro terra.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Categorie: RSS Tuscia

Al BolsenaArte Winter il gypsy jazz del trio Matteo Cristofori, Marco Aquilani e Steve Laye

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

BOLSENA - Per il BolsenArte Winter, saliranno sul palco del Piccolo Teatro Cavour sabato 24 febbraio, alle 18, il violinista Matteo Cristofori, il chitarrista Marco Aquilani e il contrabbassista Steve Laye. Realizzato in collaborazione con il Centro Musicale Bolsena, nell'ambito del festival Bolsena in Jazz, il concerto, a ingresso gratuito, sarà un viaggio musicale nel gypsy jazz, in cui il trio mescolerà il frizzante repertorio di stampo manouche con le contaminazioni musicali più disparate, dando vita a performances dove l'interplay e il virtuosismo creano atmosfere sonore che hanno sempre riscosso grande entusiasmo di critica e pubblico. I tre musicisti sono fortemente legati tra loro nonostante le diverse origini musicali: Cristofori, docente di violino Jazz al Saint Louis College of Music, con esperienza di insegnamento in diversi conservatori europei, è stato premiato in prestigiosi concorsi internazionali sia come violinista che come compositore; Aquilani vanta collaborazioni con alcuni tra i più importanti musicisti a livello mondiale e, negli anni, ha sviluppato uno stile chitarristico poliedrico, che gli consente di spaziare tra i generi musicali più disparati; Steve Laye, da anni presente nel circuito jazzistico internazionale, è universalmente riconosciuto come uno dei contrabbassisti più versatili nella scena italiana. Diretto dal maestro Francesco Traversi, il festival BolsenArte Winter è organizzato e promosso dall'assessorato alla cultura del Comune di Bolsena, in collaborazione con l'associazione Visit Bolsena ed è finanziato dalla Regione Lazio - Reti di Impresa tra Attività Economiche (DGR n. 68 del 22/02/2022).

Categorie: RSS Tuscia

La WeCOM-Ortoetruria è sconfitta ad Isernia

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

VITERBO - Nell’ultima gara della regular season la WeCOM-Ortoetruria esce sconfitta dal parquet di Isernia per 81-85. Partita dal doppio volto che risulta equilibrata nel primo quarto, ma che vede la Stella Azzurra distrarsi nel secondo e subire un passivo di 20-30 che complica le cose ai ragazzi di Fanciullo. Il coach però si fa sentire in maniera molto decisa nell’intervallo ed alla ripresa in campo c’è un’altra WeCOM-Ortoetruria: difesa a tutto campo ed ottime rotazioni di gioco mettono in difficoltà i locali che subiscono il sorpasso dei viterbesi che con un break di 14-3 si portano sul 71-70 a metà dell’ultima frazione. I residui 5’ sono un punto a punto tra le due formazioni con un paio di strappi degli adriatici ripresi entrambe le volte dai biancostellati che però sbagliano due non difficili conclusioni da sotto permettendo ai padroni di casa di chiudere vittoriosi la gara.

Con questo risultato la Stella Azzurra si colloca al quinto posto della classifica generale del proprio girone ed entra nella fascia Silver dei play-in portandosi in dote un buon bottino di punti nella classifica della fase “ad orologio”. Un risultato eccellente per il team della Tuscia che potrà così giocarsi al meglio le proprie carte in un prosieguo di campionato utile per quello che sarebbe un risultato veramente eccezionale: la conquista di uno dei due posti riservati in questa seconda parte di torneo per l’accesso alle otto finaliste che disputeranno i playoff.

 

WeCOM-ORTOETRURIA STELLA AZZURRA VT 79: Price 18, Giannini 16, Cittadini 9, Guiducci, Comastri 3, Manzo ne, Vigori 4, Bertini, Meroi 3, Taurchini 2, Casanova 8, Bantsevich 18. Coach: U. Fanciullo. Ass.te: J. Vitali

NEW FORTITUDO ISERNIA 85: Diana, Seguenti Monacelli 13, Batalsky 4, Doglio ne, Sbaragli 10, Pali 2, Laffitte 16, Arrighini, Idrissou 14, Bonucci 5, Russo, Raicevic 21. Coach: F. Mollica. Ass.te: R. Curzola

Parziali:19-24/20-30/18-13/24-18

Rimbalzi: Bantsevich 7, Cittadini ed Idrissou 6

Categorie: RSS Tuscia

Colpo esterno per la Domus Mulieris

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

VITERBO - Fondamentale successo esterno per la Domus Mulieris che si impone 75-66 contro la Virtus Albano-Pavona e, visti i concomitanti ko di Roma Team Up e Bull Latina, sale nuovamente al sesto posto della classifica del campionato di serie B di basket.

Dopo una settimana travagliata per infortuni vari che hanno colpito diverse giocatrici della rosa, il gruppo gialloblù trova energie e grinta da vendere sin dal primo quarto contro un’avversaria che si sta preparando ai playout ma che, soprattutto sul proprio campo, aveva saputo rendere la vita difficile anche alle big del girone.

Come accaduto la scorsa settimana contro Aprilia, anche in questa occasione la Domus Mulieris si affida subito alla difesa che tiene le avversarie ad appena 10 punti segnati nella prima frazione; in attacco, invece, sono soprattutto Arianna Puggioni e Gionchilie a colpire a ripetizione le padrone di casa, tanto che il +8 della prima sirena (10-18) è la giusta fotografia dell’andamento del match.

La Virtus Albano non ci sta, reagisce con grande vigore e si riavvicina punto dopo punto, andando alla pausa lunga con soli due punti di distanza (32-34) grazie ad un parziale da ben 22 punti segnati.

Il match procede a strappi ma è sempre la Domus Mulieris a condurre, con un ottimo contributo anche da Masnata e Susanna Puggioni; il divario tra le due squadre rimane sempre intorno alla doppia cifra e anche nel quarto decisivo, nonostante i tentativi della Virtus di riavvicinarsi, il gruppo di coach Scaramuccia non abbassa mai la guardia e si porta a casa due punti fondamentali nella corsa verso un piazzamento playoff.

Questo il tabellino della Domus Mulieris: Puggioni A. 25, Gionchilie 23, Tarroni 4, Puggioni S. 8, Bertollini 1, Masnata 10, Pasquali 2, Paco 1, Nobili 1, Ricci, Pirillo, Gansou.

Grazie a questo successo, le viterbesi saranno completamente padrone del proprio destino nel prossimo fine settimana, quando si disputerà l’ultimo turno della prima fase: in caso di successo casalingo contro il temibile Esquilino, la Domus Mulieris sarà certa del sesto posto e della conseguente qualificazione ai playoff, mentre in caso di sconfitta occorrerà sperare che nessuna delle due rivali dirette vinca perché altrimenti varrebbe la classifica avulsa che vede le gialloblù in svantaggio sia con Roma Team Up che con il Bull Latina.

Categorie: RSS Tuscia

Viterbo, due nuovi webinar di educazione finanziaria

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

VITERBO - Nuovi appuntamenti con l’Educazione Finanziaria di Poste Italiane, anche in provincia di Viterbo. Questa settimana sono in programma due webinar, dal titolo “Il risparmio e gli investimenti”, domani martedì 20 febbraio e “Il passaggio generazionale” in programma giovedì 22 febbraio.

Per ciascuna giornata sono previsti due differenti momenti, alle 10.00 e alle 16.30, durante i quali i relatori condivideranno con i partecipanti utili suggerimenti su come gestire al meglio risparmi e investimenti per migliorare il proprio benessere finanziario e su come pianificare il proprio passaggio generazionale per essere dei “buoni antenati”.

I webinar saranno disponibili per tutti i cittadini anche in modalità LIS.

Gli incontri, promossi da Poste Italiane, hanno l’obiettivo di divulgare e diffondere, fra i giovani e non solo, la cultura finanziaria, assicurativa e previdenziale per compiere scelte consapevoli e adatte agli obiettivi personali e familiari.

Per partecipare gratuitamente basta collegarsi su https://www.posteitaliane.it/educazione-finanziaria/eventi alla pagina web di Educazione Finanziaria, nella sezione sostenibilità del sito istituzionale www.posteitaliane.it, scegliere la tematica di interesse e registrarsi. All’interno del sito sono disponibili, inoltre, molteplici contenuti multimediali fruibili da tutti, un utile glossario e una collana di podcast dedicata ai giovani dal titolo “Generazione EF”, che racconta, attraverso le voci dei protagonisti delle storie, in modo semplice e senza troppi tecnicismi, le tematiche principali di una corretta pianificazione finanziaria.

L’iniziativa si muove nel segno della tradizionale attenzione di Poste Italiane alle esigenze dei cittadini e in coerenza con la sua storica vocazione di azienda socialmente responsabile che aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Categorie: RSS Tuscia

Previsioni meteo per martedì 20 febbraio

Lun, 19/02/2024 - 21:38
2024-02-19

VITERBO - Viterbo

Nuvolosità in transito tra mattina e pomeriggio ma senza fenomeni di rilievo associati. In serata e nottata si rinnovano condizioni di tempo asciutto con ampie schiarite. Temperature comprese tra +4°C e +15°C.

Lazio

Nuvolosità irregolare in transito al mattino su tutta la regione ma con tempo asciutto. Locali fenomeni possibili al pomeriggio sul basso Lazio, maggiori spazi di sereno altrove. In serata e nottata tornano condizioni di tempo asciutto con ampie schiarite ovunque.

NAZIONALE

AL NORD

Al mattino cieli poco o irregolarmente nuvolosi ma senza fenomeni associati. Al pomeriggio attese locali schiarite sulla Romagna, tempo invariato altrove. In serata si rinnovano condizioni di tempo asciutto con cieli sereni o poco nuvolosi.

AL CENTRO

Al mattino isolate precipitazioni tra Lazio e Abruzzo, con neve in Appennino dai 1300 metri, velature in transito altrove. Al pomeriggio tempo in miglioramento con ampie schiarite, residui fenomeni ancora tra Lazio e Abruzzo. In serata tempo asciutto con assenza prevalente di nuvolosità.

AL SUD E SULLE ISOLE

Al mattino cieli coperti e precipitazioni sparse; neve in Molise dai 1400 metri. Al pomeriggio non sono attesi cambiamenti sostanziali. In serata ancora qualche pioggia tra Campania e Sicilia; variabilità asciutta altrove.

Temperature minime e massime stazionarie o in diminuzione.

Categorie: RSS Tuscia

Vetralla, per intervento di manutenzione verrà interrotto il servizio idrico

Lun, 19/02/2024 - 15:38
2024-02-19

 

 VETRALLA - Talete avvisa che domani, 20 febbraio, verrà effettuata una importante manutenzione e pertanto si renderà necessario interrompere il servizio idrico dalle ore 8.30 alle ore 13.

Vista l’ubicazione dell’intervento tecnico, verrà disposta la chiusura al traffico veicolare tra via dei Peschi e via degli Ulivi.

In fase di ripristino del flusso, potrebbero verificarsi fenomeni di torbidità e casi di abbassamento di pressione.

Categorie: RSS Tuscia

Tragedia a Montefiascone, colpito da un malore si accascia a terra e muore

Lun, 19/02/2024 - 15:38
2024-02-19

 

MONTEFIASCONE - Tragedia questa mattina a Montefiascone. Un uomo, Massimo Pascucci, di 50 anni, ha avuto un malore davanti ad un bar del posto, si è accasciato a terra ed è morto. L'uomo è stato notato questa mattina da alcuni passanti che hanno immediatemente chiamato i soccorsi. Il personale sanitario giunto sul posto non ha potuto far altro che constatarne il decesso. Presenti anche i carabinieri. Sono iniziati gli accertamenti per capire le cause del malore che ha portato al decesso dell'uomo. I funerali si terranno alle ore 10, domani mattina nella basilica di San Flaviano a Montefiascone.

Categorie: RSS Tuscia

Vetralla, presentato il libro di Alfredo Giacomini 'Frammenti'

Lun, 19/02/2024 - 09:36
2024-02-19

VETRALLA - È stato presentato il 16 febbraio scorso a Palazzo Brugiotti il libro di Alfredo Giacomini, FRAMMENTI. Architettura contemporanea nella Tuscia, Davide Ghaleb Editore, Vetralla 2024, pp. 320. Tra i relatori Elisabetta De Minicis, Margherita Eichberg, Giorgio Saraconi, Alfredo Passeri e, naturalmente, l'autore Alfredo Giacomini. Questa raccolta è già apparsa on line a puntate sui canali social FaceBook durante un lungo periodo, dal 2016 ad oggi con cadenza quasi settimanale, pubblicando la scheda di ogni singola architettura corredata d'immagini e di commenti, più o meno ampi. Il lettore appassionato quindi ha potuto godere di un'informazione costante sulle architetture di qualità scoprendo, a mano a mano, che tutti i maggiori architetti e ingegneri degli ultimi 80 anni hanno lavorato in questo territorio. Un lavoro sorprendente, un bel libro, editato eccellentemente, una guida che permette, oggi, di classificare le opere meritevoli di essere conosciute e salvaguardate per il loro intrinseco valore. L'architettura moderna e contemporanea infatti soffre di continue manomissioni colpevoli ed evidenzia la sua fragilità; spesso essa non è compresa, addirittura ignorata. Per questo il lavoro di Giacomini, paziente, ostinato, faticoso ha grandi meriti: mostrare per dimostrare che si può fare qualità. Molti degli architetti militanti avranno il piacere di vedere, poste in luce, le loro opere costruite, quelle davvero realizzate: tutto questo fa sempre un certo effetto.

 

Giacomini non si è risparmiato dimostrando con questo suo notevole contributo che è ora di finirla con gli inganni delle tante, troppe cubature sbagliate sul territorio che deturpano l'ambiente: si deve produrre qualità perché si può, anche senza enfasi, strombazzamenti, costi esagerati, realizzare ottimi edifici che facilmente si elevano al rango di vere e proprie architetture con la virtuosa collaborazione di illuminata committenza. La buona committenza esiste, va cercata, va convinta, va instradata: è per merito di essa che l'architettura nasce, cresce e diviene valore aggiunto nelle città e nei territori.

 

Altro grande merito di Alfredo Giacomini è l'ascolto. In un momento che tutti sentono il bisogno di dire qualcosa, spessissimo a sproposito, questo architetto militante e a tutto tondo, ci meraviglia per la sua tenace attenzione per gli altri, offrendo una visione da 'non consumatore né produttore', come le persone che non sprecano, non rovinano per accontentare il mercato che spinge all'uso e al consumo forzato del territorio e dell'ambiente.

 

FRAMMENTI si legge e si può utilizzare con leggerezza, in occasione di una visita breve in uno qualsiasi degli straordinari centri storici, oppure a Viterbo riconoscendo, nella monocorde realtà urbana di oggi, le architetture di Salcini e di Zammerini, solo per citare due dei protagonisti maggiori. Contro la spettacolarizzazione che oggi ha, ahimè, il sopravvento, a conferma delle molte sconfitte dell'architettura ma che con il libro di Giacomini si riscatta, dimostra vitalità e vivacità, esiste nella sua concretezza, bellezza, poesia. Perché – è bene ribadirlo in ogni circostanza – se non si scava nel profondo delle ragioni dell'architettura, se non se ne comprendono gli esiti, le motivazioni sociali ed economiche, se non si ha la pazienza di conoscere fino in fondo i fenomeni tecnici, creativi, d'ispirazione, l'architettura sarà considerata colpevolmente di complemento e marginale. Ciò noi non lo vogliamo, Giacomini ce lo dimostra.

Categorie: RSS Tuscia

Deposito scorie: la Tuscia si mobilita per la manifestazione di domenica

Lun, 19/02/2024 - 09:36
2024-02-19

VITERBO - Dieci ragioni per dire no al deposito di scorie nucleari nella Tuscia. A individuarle ed elencarle è il Biodistretto della Via Amerina e Forre, tra i promotori della marcia che il prossimo 25 febbraio vedrà scendere in strada diverse associazioni e 60 Comuni della Tuscia contro l'ipotesi di ospitare il deposito scorie nel nostro territorio.

Una marcia che partirà alle 9 da Gallese (piazza Castello), alle 9,30 da Vignanello (piazza Cesare Battisti), alle 10 da Corchiano (piazza del Comune, da cui muoverà il cordone principale) e alle 10,30 da Vasanello (località Santa Bruna). Alle 12 è previsto il raggiungimento del punto intermedio collocato alla stazione ferroviaria di Corchiano mentre l'arrivo è al monumento naturale Pian Sant'Angelo presso l'azienda agricola della famiglia di Fulco Pratesi.

Come è ormai noto Sogin ha individuato e giudicato idonei 21 siti nella Tuscia.

Il Biodistretto avverte: ''c’è più del 40% di possibilità che 95 mila metri cubi di scorie nucleari finiscano nella Tuscia, una provincia che rappresenta, per estensione, meno dell’1% del territorio nazionale. E questo è inaccettabile''. 

Il Biodistretto rileva che ''la società Sogin – commissariata e sulla cui trasparenza è intervenuta più volte la stessa magistratura – nella selezione dei siti italiani per lo smaltimento delle scorie nucleari ha impiegato una metodologia vecchia, arbitraria e sbagliata.

La scelta di mettere all’interno di un solo deposito rifiuti a bassa e molto bassa attività con scorie a media e alta attività è un errore grave e pericoloso''.

Secondo il biodistretto ''non è stato considerato il rischio grande di contaminazione di un territorio che incorpora già un alto grado di radioattività naturale ed è primo per incidenza dei tumori fra tutte le provincie del centro Italia. L’Ordine dei medici sostiene la incompatibilità del territorio viterbese con la scelta di farne il deposito di scorie nucleari''.

Altra questione riguarda il fatto che si ''è ignorata l’origine vulcanica, la ricchezza delle falde di superficie, la problematica sismica e la vicinanza ai centri abitati, tutti fattori che moltiplicano i rischi di contaminazione radioattiva provocati dall’insediamento di un sito di scorie nucleari.

Non si è tenuto alcun conto della presenza preziosa di aree naturali, di siti archeologici, dell’agricoltura locale che da sempre costituisce un patrimonio di eccellenze. 

Nella provincia di Viterbo vi sono 5 Biodistretti, riconosciuti dalla legge regionale 11/2019, essi rappresentano la maggioranza dei Comuni. I distretti biologici hanno come missione la sostenibilità ambientale, la qualità della produzione e della vita sociale. Queste strategie ecosostenibili sono incompatibili con una discarica nucleare''.

Il Biodistretto della Via Amerina e Forre sottolinea che ''la selezione dei siti è avvenuta senza il coinvolgimento delle comunità locali. La Tuscia ha presentato numerose osservazioni critiche argomentate da accademici, ricercatori, produttori ed esperti. Non una di esse è stata presa in considerazione.

Trentacinque sindaci del viterbese hanno chiesto di incontrare il ministro Frattin. Dopo dieci mesi, fuori da ogni logica politica, nessuna risposta, nessun gesto di attenzione, nessun dialogo da parte del ministro''.

Da ultimo, ''il deposito di scorie nucleari compromette la vocazione e il dinamismo sociale del viterbese, colpisce il suo patrimonio naturale ed economico, sarebbe la condanna della Tuscia all’assistenzialismo e alla regressione demografica e ad un futuro senza popolo''.

Intanto la Provincia di Viterbo e alcuni sindaci hanno già presentato ricorso contro la Cnai mentre, in vista della manifestazione di domenica il Biodistretto della via Amerina sta raccogliendo fondi su GoFoundMe per l'acquisto di bandiere e striscioni e per la promozione dell'evento attraverso volantini e locandine.

Categorie: RSS Tuscia

Arriva il contributo parrucche per pazienti oncologici

Lun, 19/02/2024 - 09:36
2024-02-19

VITERBO - Parrucca oncologica, arriva un importante contributo per le persone che combattono la battaglia più importante, quella per la vita. Un sistema centralizzato per riconoscere un contributo per l’acquisto di protesi tricologiche agli uomini e alle donne, ovvero le parrucche, per le persone che lottano contro la chemioterapia e la radioterapia. Un contributo da non perdere per una scelta che va oltre l’estetica. Portare una parrucca durante il percorso terapeutico, che riproduce il proprio stile e i colori che si preferiscono, può contribuire in maniera cruciale a livello psicologico.

Arriva il finanziamento della Regione Lazio per l’acquisto delle parrucche oncologiche, che non rappresenta solamente un complemento estetico, ma svolge un ruolo fondamentale nel tendere una mano a chi vive un momento di difficoltà sostenendo la persona in tutto il percorso. La perdita dei capelli è uno degli effetti collaterali più visibili ed emotivamente impattanti durante le terapie oncologiche.

Ognuno affronta la terapia in maniera molto personale e il rispetto delle scelte individuali sono fondamentali. Ma se si vuole usufruire di questo contributo, le domande, per la richiesta, devono essere portate al PUA del Distretto di appartenenza, entro il 29 febbraio, attraverso un modello di domanda scaricabile sul sito della Asl o al seguente link: https://www.aslroma6.it/documents/20143/2395787/MOD.+DOMANDA++02.2024.pdf/828e7bbb-aae1-d42d-c884-7d5434cc5062

Categorie: RSS Tuscia

Civita Castellana, cercasi figuranti per film ambientato nel 1800

Lun, 19/02/2024 - 00:36
2024-02-18

CIVITA CASTELLANA – Nuove riprese cinematografiche nella Tuscia. Le riprese sono previste nella prima settimana di marzo a Civita Castellana, principalmente nel centro storico, e successivamente anche nei paesi circostanti.

Il film è ambientato nel 1800 e si cercano figuranti uomini e donne con un look adatto all’epoca. Il lavoro sarà regolarmente retribuito.

Sono richiesti i seguenti requisiti: evitare doppi tagli, non avere sopracciglia fatte o tatuate, non avere unghie ricostruite, evitare tatuaggi, tinte e ritocchi estetici.

La ricerca è rivolta ai residenti di Civita Castellana e delle zone circostanti.

Per maggiori informazioni consultare il sito “Casting New Professional”.

Categorie: RSS Tuscia

Ecosantagata a vele spiegate, 3-0 alla Lupi Pontedera

Dom, 18/02/2024 - 12:36
2024-02-18

CIVITA CASTELLANA – Secondo successo consecutivo per 3-0 per l’Ecosantagata Civita Castellana, che al palazzetto di Nepi piega la Lupi Pontedera nello scontro diretto per la quarta posizione in classifica.

In una partita fondamentale anche per tenere vive le speranze di rientrare in corsa per i playoff, mister Grezio si affida a quello che ormai sta diventando il suo sestetto tipo: Cordano (al rientro dopo un infortunio) alzatore, Rossi opposto, De Paola e Defabritiis schiacciatori, Cordano e Ceccobello centrali, con Andreini libero.

L’Ecosantagata gioca una partita praticamente perfetta, dominando il gioco con grande sicurezza e fiducia. Nei primi due set non permette agli avversari di arrivare a 20 (25-19 in entrambi i parziali), mentre nel terzo game c’è più battaglia, ma alla fine, al momento di chiudere i giochi i ragazzi in maglia rossoblù non si fanno trovare impreparati e portano a casa il set 25-22.

Grazie a questa convincente vittoria, che fa il paio con quella altrettanto importante della settimana scorsa a Sesto Fiorentino, l’Ecosantagata Civita Castellana stacca la Lupi Pontedera e rimane al quarto posto in classifica, ma stavolta da sola, con 30 punti.

Ecosantagata Civita Castellana – Lupi Pontedera 3-0 (25-19; 25-19; 25-22)

Categorie: RSS Tuscia

Serie B gir. F. Maury's Com Cavi Tuscania in tre set su Kabel Volley Prato

Dom, 18/02/2024 - 12:36
2024-02-18

TUSCANIA - Impiega poco più di un'ora e trenta la Maury's Com Cavi Tuscania per avere ragione della Kabel Volley Prato. La difesa davvero efficace dei toscani mette in difficoltà i padroni di casa soprattutto nel secondo parziale con capitan Buzzelli e compagni costretti per buona parte del set a rincorrere. Al fischio di inizio dei signori Fabio Paris e Simone Chirieletti, i padroni di casa in campo con Marrazzo al palleggio in diagonale con Buzzelli, Festi e Simoni al centro, Rogacien e Lucarelli di banda, Rizzi libero. Gli ospiti rispondono con Lorenzo Alpini in regia con Mattia Civinini opposto, Conti e Corti al centro, Bandinelli e Matteo Alpini di banda, Jordan Civinini libero.

Partono forte gli ospiti e trovano subito il break (4/8). Reazione Tuscania che con un parziale di 5 a zero si porta davanti 9/8. La partita si accende, sono ancora i toscani ad accelerare 11/13. A metà del parziale Tuscania rompe gli indugi: ace di capitan Buzzelli per il 16/14, seguito poi da quello di Lucarelli 19/15. Si va avanti punto a punto fino all'errore sotto rete di Prato che assegna il set ai padroni di casa 25/20.

Secondo parziale all'insegna dell'equilibrio con Prato che a metà accelera e con un break di zero a 5 si porta sul 13/15. Si continua punto a punto con Tuscania che prova a reagire e ricambia il 5 a zero portandosi avanti 22/21. L'ace di Festi e il muro di Simoni su Conti chiudono i giochi 25/22.

Terzo set con Tuscania che rompe gli indugi e trova subito la fuga vincente 11/8. Punto a punto fino alla nuova accelerazione dei padroni di casa che con un parziale di 4 a zero si portano sul 16/10. Coach Perez Moreno dà spazio nel finale alle seconde linee. L'attacco fuori misura di Hoppo chiude set e incontro 25/14.

 

 

MAURY'S COM CAVI TUSCANIA - KABEL VOLLEY PRATO 3/0

Parziali:  25/20 - 25/22 -  25/14

Durata: '25, '29, '23

Arbitri: Fabio Paris e Simone Chirieletti

MAURY'S COM CAVI TUSCANIA: Buzzelli (cap) 14, Simoni 8, Genna, Festi 7, Lucarelli 12, Pieri, Facchini, Borzacconi, Marrazzo 2, Stoleru 1, De Angelis, Rizzi (L), Quadraroli (L), Rogacien 6. All. Perez Moreno, II All Barbanti

KABEL VOLLEY PRATO: Alpini M. 15, Alpini L. 3, Corti 5, Maletaj, Conti 5, Mathurin, Villani, Pontillo, Maranghi, Civinini J., Civinini M., Hoppo, Gennari, Bandinelli 7. All. Novelli. II All. Barbieri

MVP: Marco Lucarelli premiato dal presidente Massimo Pieri

 

Categorie: RSS Tuscia

Andrea Micci: 'Solidarietà e vicinanza alle forze dell'ordine e al dott. ...

Dom, 18/02/2024 - 12:36
2024-02-18

VITERBO - Quanto accaduto a Roma è lo specchio di una sinistra italiana completamente allo sbando, tanto che riesce ad affidarsi solo all'arroganza e alle bugie per ritagliarsi una qualche visibilità. Da una parte c'è il governatore della Campania, Vincenzo de Luca, che organizza una manifestazione di sindaci nella Capitale contro la riforma dell'autonomia differenziata e insulta gli agenti di polizia che stanno sul campo a garantire la sicurezza, anche la sua, dall'altra c'è Elly Schlein che sta cercando maldestramente di convincere gli italiani che la Lega vuole dividere il Paese con quella che è semplicemente una legge procedurale per attuare la riforma del Titolo V della Costituzione messa in campo nel 2001.

L'autonomia permetterà alle regioni di gestire 'in casa propria' in modo 'differenziato' in base alle proprie caratteristiche, anziché in modo centralizzato uguale per tutti, una serie di materie in base a un meccanismo di controllo della spesa che migliorerà l'impiego delle risorse del Paese. Altro che dividere l'Italia. Concetti estranei a certa sinistra delle derive assistenzialiste e degli sprechi. Ma quello che più indigna della giornata di oggi, non è la favola del lupo cattivo leghista che vuole spaccare l'Italia, raccontata dalla Schlein, quanto il comportamento incommentabile del presidente della Campania, Vincenzo de Luca.

Che un rappresentante delle istituzioni adotti certi comportamenti verso chi, quelle stesse istituzioni, le serve, a volte anche con la sua stessa vita, è semplicemente inaudito e inaccettabile. Un gesto che rivela arroganza e nessun sentimento di rispetto verso chi sta semplicemente facendo il proprio lavoro con serietà e sacrificio. In proposito voglio, quindi, esprimere la mia più sentita vicinanza e solidarietà verso le forze dell'ordine e, in particolare, verso quegli agenti che oggi hanno dovuto subire le intemperanze e gli atteggiamenti smisurati a cui ci ha abituati De Luca.

Tra questi anche il dott. Carlo Maria Basile al quale rivolgo un plauso poiché oggi, di fronte al comportamento del governatore, ha saputo gestire la situazione con la pacatezza e la grande professionalità per cui abbiamo avuto modo di apprezzarlo anche a Viterbo nel ruolo di dirigente della Digos.

Andrea Micci

Coordinatore provinciale Lega

Lega Salvini Viterbo

Categorie: RSS Tuscia

Risorse, investimenti e opportunità per la Tuscia, appuntamento lunedì 19 febbraio ore 17.30

Dom, 18/02/2024 - 12:36
2024-02-18

VITERBO - Risorse, investimenti e opportunità per la Tuscia. È il titolo dell' incontro in programma lunedì 19 febbraio alle 17,30 presso le Terme dei Papi a Viterbo organizzato dalla federazione provinciale di Fratelli d'Italia e da Tuscia Tricolore che vedrà la presenza di due assessori regionali; Giancarlo Righini assessore al Bilancio, alla Programmazione e all' Agricoltura e Manuela Rinaldi assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e viabilità. Interverranno anche l'onorevole Mauro Rotelli presidente della Commissione Ambiente della Camera, il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Regione Lazio Daniele Sabatini, la presidente della Commissione Agricoltura e Ambiente del Consiglio regionale Valentina Paterna e il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Massimo Giampieri.

Sarà fatto il punto dell' attività amministrativa della Giunta Rocca ad un anno esatto dalla vittoria elettorale e dall' insediamento, ed in particolare sulle tante opportunità in arrivo nella Tuscia nel comparto della sanità, della viabilità, delle infrastrutture, dell' agricoltura ecc.grazie alla positiva attività portata avanti da Fratelli d'Italia e dai suoi amministratori. Si parlerà dei programmi e degli investimenti messi in campo per la Provincia di Viterbo che finalmente permetteranno di dare risposte alle esigenze di sviluppo del nostro territorio.

Massimo Giampieri, Coordinatore Provinciale Fratelli d'Italia Viterbo

 

Categorie: RSS Tuscia

Magliano Sabina: i Carabinieri incontrano i giovani

Dom, 18/02/2024 - 12:36
2024-02-18

MAGLIANO SABINA - La Giornata Mondiale contro il Bullismo ed il Cyberbullismo ha visto protagonisti gli studenti ed i docenti delle classi terze, quarte e quinte superiori dell’Istituto Omnicomprensivo “S. Pertini” di Magliano Sabina che hanno chiesto di incontrare l’Arma dei Carabinieri per affrontare un argomento tanto delicato quanto, purtroppo, attuale.

L’incontro, tenuto dal Capitano Francesco D’Ottavio, Comandante della Compagnia Carabinieri di Poggio Mirteto, coadiuvato dal Luogotenente c.s. Ignazio La Bella, Comandante della locale Stazione e,per gli aspetti di competenza, dal Comandante del Nucleo Carabinieri Forestale di Montebuono, Vice Brigadiere Federica Alisciani, si è tenuto all’interno del Teatro Manlio, luogo di cultura e spettacolo, ove, oltre agli argomenti predetti, sono stati affrontati molti altri temi come la guida sicura e gli effetti nocivi derivanti dall’abuso di bevande alcooliche e di sostanze stupefacenti, nonché l’educazione ambientale.

Molte le domande dei ragazzi rivolte ai relatori,sinonimo di grande interesse e coinvolgimento mostrati riguardo tutti gli argomenti trattati. In circa due ore di incontro, una produttiva interazione tra militari e studenti ha fatto sì che tanti argomenti oggetto di interesse dei più giovani venissero affrontati con spirito critico e costruttivo.

Lo scopo è sempre quello di sensibilizzare i giovani a comportamenti improntati al rispetto di sé e degli altri, a favorire la “cultura della legalità” in ogni suo ambito ed a far comprendere loro che il Carabiniere è vicino a ciascun cittadino, pronto ad aiutare così come a correggere, se necessario, per garantire il benessere di tutti.

Gli incontri con gli studenti delle scuole della provincia continueranno anche nei prossimi giorni.

 

 

Categorie: RSS Tuscia